Così i vignettisti italiani rispondono a Charlie

Una vera e propria levata di scudi – o meglio di matite e pennarelli – per rispondere (con stile) all’ennesima boutade del giornale satirico Charlie Hedbo. L’idea era nata proprio qui – dalle nostre colonne – a lanciarla ieri era stato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi.

Una vera e propria levata di scudi – o meglio di matite e pennarelli – per rispondere all’ennesima sgradevole boutade del giornale satirico Charlie Hedbo che è tornato a farsi beffa delle vittime del sisma. L’idea era nata proprio qui – dalle nostre colonne – a lanciarla ieri era stato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi.

Il primo cittadino – cercando di stemperare i toni rabbiosi della Rete – aveva rivolto un appello a tutti i vignettisti d’Italia: “Rispondiamo a questa macabra provocazione con la vita”. Come? Raccontando il Centro Italia che “risorge” da ghiaccio e macerie perché – citando le indimenticabili parole usate dallo stesso Pirozzi lo scorso agosto - “nessuna notte è tanto lunga da poter impedire al sole di risorgere. Per questo lo dico a voce alta, risorgeremo”.

“Sarebbe bello – aveva spiegato il sindaco di Amatrice – realizzare una contro-vignetta che raffiguri le persone messe in salvo dai nostri soccorritori, perché noi siamo il popolo della vita”.

Detto, fatto. In poche ore l’appello ha fatto il giro del web e, come è possibile riscontrare dalla gallery di illustrazioni pubblicata sulla pagina Facebook di Pirozzi, molti disegnatori hanno già aderito all’inziativa (guarda la gallery). Tra questi figurano non solo nomi noti (come quelli di Ghisberto e Marione) ma anche quelli di tanti talenti in erba. “Sono arrivate tantissime vignette, via via le caricheremo tutte quante, grazie a tutti”, ha commentato il primo cittadino.

Così l’indignazione di ieri ha lasciato spazio ad una creatività che insegna alla satira più spregiudicata quale dovrebbe essere lo “spirito” giusto: il solo capace di strappare, davvero a tutti, un sorriso. Perché, con buona pace di Charlie, non sarà certo una vignetta meschina a farci perdere coraggio.

Commenti

Cheyenne

Sab, 21/01/2017 - 17:12

un paese che ha quel cialtrone di vauro non ha il diritto di insultare nessuno

roberto.morici

Sab, 21/01/2017 - 17:43

Quelli di Charly hanno faticato molto meno: loro, i morti, si sono limitati a raccattarli da terra.

audace

Sab, 21/01/2017 - 17:44

E pensare, che decine di migliaia di italiani, sono ancora avvolti nella bandiera francese con scritto " je sui Charlie "

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 21/01/2017 - 17:50

ottima idea!

Ernestinho

Sab, 21/01/2017 - 18:03

Questa non è "satira"! E' vero e proprio sciacallaggio! Che il Signore li fulmini quei bastardi di "falsi giornalisti", ma di "vere iene"!

florio

Sab, 21/01/2017 - 18:17

Troppo idioti per rispondere a questi vignettisti sinistrati radical chic. Anche noi purtroppo abbiamo un loro seguace, altrettanto idiota e PDiota che risponde al nome di Vauro!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 22/01/2017 - 00:12

Ben fatto!!!!

MOSTARDELLIS

Dom, 22/01/2017 - 00:39

Ha detto bene Fiorello. Sono proprio di m....a

Jimisong007

Dom, 22/01/2017 - 01:20

Satira al contrario, Charly is sic

manfredog

Dom, 22/01/2017 - 01:49

Sono in parte d'accordo che quella satira sia 'cacca', ma sono sempre per la satira libera, di qualsiasi tipo; dopo sarà il 'mercato', per così dire , a 'decidere'. In ogni caso credo che quelli di Charlie abbiano peccato soprattutto di buon gusto, di intelligenza; non sono più quelli di una volta, probabilmente. Potevano, per esempio, fare una vignetta dove rappresentare due valanghe che scendono insieme dalla montagna e che, parlando 'tra loro' si sfidano a chi arrivava prima; dopodiché una avrebbe detto all'altra che aveva saputo di un albergo abusivo sotto di loro e l'altra avrebbe risposto, che so io, potevano avvertirci prima, o altro. Il messaggio sarcastico all'abusivismo italiano sarebbe stato più chiaro, e loro avrebbero fatto tutt'altra 'figura', credo. mg.

Popi46

Dom, 22/01/2017 - 06:58

Questione di "grandeur", signori. A volte dà alla testa.

Lucaferro

Dom, 22/01/2017 - 07:58

Ma come, non eravamo tutti Charly? Questa è la risposta!

8

Dom, 22/01/2017 - 08:18

Che miseria generale

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 22/01/2017 - 09:58

Sergio Pirozzi deve essere nominato capo di stato. Lo stato deve totalmente vietare questo scicallaggio e chiudere tutti i rapporti con la francia,(se i politici non prendono precauzioni sul giornale satirico Charlie Hedbo)???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/01/2017 - 10:24

Questa non è satira, è sciacallaggio, mi ricorda Vauro.

sibieski

Dom, 22/01/2017 - 10:26

comincio a pensare che tutto sommato gli islamisti non avessero tutti i torti

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Dom, 22/01/2017 - 11:25

Sono solo dei vili e dei miserabili. La satira è ben altra cosa...