Il daspo ai rom va bene solo se a proporlo è la sinistra

Il sindaco di Milano imbarazza i suoi: "Ci stiamo ragionando"

«Daspo ai rom che occupano abusivamente gli spazi cittadini». Questo abbiamo letto, di questo si parla a Milano da due giorni ed è il sindaco Beppe Sala che ha prospettato la misura. E a sinistra? Imbarazzo abissale. Al riparo dai microfoni ne parlano pure, magari prospettano future discussioni per venire a capo di una posizione. Ma pubblicamente nessuno dice niente. Ma cosa avrebbero fatto e cosa avrebbero detto a parti invertite? Come avrebbero commentato se fosse stato il ministro Matteo Salvini a firmare un intervento simile?

«Daspo ai rom che occupano». Sala ne ha parlato sabato in una delle sue «colazioni in periferia», fissata a Baggio, uno dei quartieri che più patiscono i problemi del degrado e dell'insicurezza, naturale «indotto» dell'abusivismo: nei parchi giochi, nel parcheggio dell'ospedale, nelle piste ciclabili occupate eppure accuratamente conteggiate dall'assessore quando si tratta di vantare i «record» della Milano sostenibile. Le occupazioni dilagano, i residenti non ne possono più, i consiglieri di zona protestano. E Dio solo sa quanta attenzione sia necessaria nel trattare la materia, quanta giusta cautela serva a riportare questi umori «traducendoli» in cronache che indichino i problemi nei comportamenti irregolari e non nelle etnie coinvolte. Eppure Sala, a cui non fa certo difetto l'abilità politico-mediatica, se n'è uscito così. E a qualcuno è venuto in mente che sei mesi fa in una bella intervista aveva sentenziato che gli immigrati africani sono «diversi». Allora tutto ok. E anche stavolta. A sinistra, solo «Possibile» di Pippo Civati ha fatto levare un'obiezione, parlando di un «daspo etnico-razziale». Che abbia ragione o no, almeno è stato coerente. Per il resto, silenzio totale. Silenzio da chi si stracciava le vesti quando Salvini aveva annunciato un «censimento sui rom». Scrittori, attori e poeti stavolta sono rimasti muti. E niente ha obiettato il Pd, che accusò Salvini di «evocare la pulizia etnica». Intendiamoci, il «capitano» leghista non sempre ha ragione, anzi, spesso esagera e talvolta ci marcia pure per mettersi tutti contro, che è ciò che più gli piace. Ma chi si scandalizza per Salvini, poi non può far finta di avere il cellulare scarico quando a marciarci è qualcuno del Pd. Il politicamente corretto già pecca di ipocrisia quando vuole imporre a tutti le sue formule. Diventa insopportabilmente e smaccatamente ipocrita quando si straccia le vesti per i nemici e invece chiude un occhio, o addirittura entrambi, per gli amici o i compagni.

Commenti

Tommaso_ve

Lun, 10/06/2019 - 08:53

Doppia ipocrisia:«Daspo ai rom che occupano» Io direi: «Daspo a CHIUNQUE occupi», ma chi occupa? La risposta è una e una sola: i rom. Ecco la doppia ipocrisia mio caro Pippo. Caro Civati perché se io vengo ad occupare mi cacciate, e se viene un rom, no? Ben pensanti al Rolex, strapagati per dire fesserie.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 10/06/2019 - 09:18

ah però! quando è il centrodestra a proporlo, loro, i snob, signorini perfettini, subito a dire no! ma se sono loro a proporlo, loro, i snob, i perfettini, con il nasino all'insù con aria di boria gonfia, allora si, il daspo va bene! buffoni! e dove stanno quei babbei comunisti grulli e legaioli che strepitano quando è Berlusconi a proporre i daspo? :-) a proposito, il daspo è uno strumento proposto per la prima volta il governo del centrodestra! :-) non vi dice nulla? ora c'è il daspo urbano, il daspo giudiziario, il daspo antipedofili, ecc, ma il primo in assoluto era quello sportivo, proposto da maroni :-) babbei comunisti grulli e legaioli: buffoni buffoni buffoni !!!!

uberalles

Lun, 10/06/2019 - 09:45

SALA-ME: penoso e mi trattengo. Anche bugiardo: "ci stiamo ragionando"...Per ragionare è necessaria un'intelligenza, qualità scarsa nei komunisti che applaudivano la DDR per il muro di Berlino. Ora che sentono la fiamma sotto il sedere, anche i vari politburo italiani cercano di arrampicarsi sul palo insaponato...Vediamo, ragioniamo, discutiamo, alla maniera de "Il gattopardo": finirà che i rom con la tessera del PD saranno graditi, gli altri...brutta gente!

DRAGONI

Lun, 10/06/2019 - 10:16

Le tossine catto comuniste sono difficili da eliminare.

Ritratto di tox-23

tox-23

Lun, 10/06/2019 - 10:52

Sempre pronti a lanciare anatemi su chi sfiora con un dito i Rom ora il PD gli ammolla addirittura un DASPO. Beh, a questo punto dovrebbe partire una denuncia immediata alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, e vorrei anche una reprimenda da parte del Vaticano e di sicuro anche la tipa rompiballe dell'ONU a questo punto dovrebbe intervenire.

Paolo Perticaroli

Lun, 10/06/2019 - 11:14

"In Italia le riforme di destra le può fare soltanto la sinistra". L'Avvocato dixit.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Lun, 10/06/2019 - 11:33

datelo a SALA il DASPO !!!!!!!!!!!! e a tutti quelli che lo avevano VOTATO