Il degrado di San Pietro: tra escrementi, clochard ubriachi e risse

A nemmeno un anno dal blitz della Gendarmeria vaticana, a San Pietro è tutto come prima: 200 le persone accampate alle pendici del Cupolone e sotto al colonnato del Bernini è tornato il degrado

Qualcuno, a settembre scorso, si era illuso che a San Pietro le cose sarebbero cambiate. Niente più degrado, né bivacco, né zuffe tra clochard ubriachi all’ombra della Cupola più spettacolare della città. Ad accendere il fioco lume della speranza era stato l’atteggiamento, inatteso e risoluto, della Gendarmeria vaticana che, nel nome del decoro, aveva dato l’altolà alle decine di senzatetto che stazionavano alle pendici della Basilica.

Una presa di posizione maturata in seguito all’inesorabile declino dei portici di via della Conciliazione, del colonnato del Bernini e delle strade limitrofe. Declino definitivamente sancito da un video che mostrava un senzatetto sudamericano intento ad urinare tra i pilastri marmorei del colonnato della Basilica. Montò rabbia ed indignazione perché quell’uomo, in un solo gesto, aveva sfigurato più di cinque secoli di storia, arte, cultura e spiritualità.

A distanza di quasi un anno da quei fatti, però, la situazione sembra essere tornata al punto di partenza (guarda il video). Ed è proprio il colonnato di San Pietro, ancora una volta, a darne dimostrazione tangibile. Anche se servizi igienici e docce sono a pochi metri di distanza, il propileo si conferma una toilette en-plein-air. E così alle cinque del pomeriggio, con la piazza gremita di pellegrini e visitatori, su una delle colonne svetta addirittura un escremento umano. E non solo, non è difficile imbattersi in scarti alimentari in putrefazione e tutto quello che occorre agli homeless per allestire il proprio giaciglio: soprattutto cartoni, ma anche tende, stuoini e lenzuoli. Alcuni di loro già si sono posteggiati nei pressi della Santa Sede. C’è chi legge, chi beve alcol e chi chiede l’elemosina. Molti sono a torso nudo. Colpa delle temperature record della stagione e del Piano Caldo del Campidoglio che (ironia del destino) fa acqua da tutte le parti. In parecchi affermano di essere rimasti fuori dalle strutture messe a disposizione dal Comune di Roma. E all’orizzonte non si vede neppure uno dei punti distribuzione di acqua, due in tutta la Capitale, allestiti dall’Acea.

Ma è attorno alle sette di sera, quando le luci si abbassano e i pellegrini se ne vanno, che la situazione precipita. Le vie attorno a San Pietro cambiano fisionomia e compaiono i mini-accampamenti. Sono abitati da “200 persone, di cui 150 dormono sotto il colonnato e le altre sparpagliate nelle aree limitrofe”, ci racconta un clochard italiano. La convivenza, però, non è affatto pacifica. Ed è uno degli accampati sotto uno dei due portici di via della Conciliazione a confidarci che, dall’altro lato, “è pieno di ubriachi litigiosi” che spesso finiscono col prendersi a “bottigliate di vetro in testa”. Ma l’ebbrezza alcolica può diventare pericolosa anche per i passanti. “Le ragazze con la minigonna vengono spaventate, e anche minacciate coi coltelli”, spiega un altro barbone che dice di essere intervenuto più di una volta per proteggere la malcapitata di turno.

Lo squallore è tornato a farla da padrone anche sotto al Terminal Gianicolo. Costruito in occasione del Giubileo del 2000 per permettere ai visitatori di raggiungere rapidamente il Cupolone. Da sempre meta prediletta dai senza fissa dimora, dopo l’ennesima bonifica oggi è di nuovo impraticabile. Decine di senzatetto polacchi lo hanno trasformato in un tugurio, seminando in giro bottiglie di birra e scarti biologici. Il risultato è che “c’è un fetore insopportabile”, lamentano i residenti costretti a percorrere il sottopasso per arrivare alla metropolitana. E la domanda è sempre la stessa: possibile che una città come Roma non riesca a conciliare la solidarietà con il rispetto delle regole più basiche del vivere civile?

Commenti
Ritratto di stufo

stufo

Dom, 05/08/2018 - 09:34

A chi la tocca, la tocca.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 05/08/2018 - 09:55

e te credo il pampero zotico più la Raggi uguale degrado assicurato

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 05/08/2018 - 10:12

Poi c'è pure bergoglio,che vergogna...che vergogna.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 05/08/2018 - 10:14

Sono tutti protetti dal pampero.....

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Dom, 05/08/2018 - 10:30

È la casa del Papa, è il degrado voluto da Franceschiello, per anni abbiamo predicato “se li prenda lui in Vaticano” ed ora che finalmente sono lì ci lamentiamo per L’effetto collaterale “degrado”?! Non è un problema italiano, si arrangi lo stato vaticano.

Assisi

Dom, 05/08/2018 - 10:40

Ho visto gente urinare sulle antiche pietre del passetto, il camminamento che unisce il Vaticano a Castel Sant'angelo e alla basse di quelle stesse pietre sono quotidianamente depositati sacchi di spazzatura per la goia di topi e piccioni...tutto normale...tutto lecito...papa bergoglio, ci sei??? Ahhh, ma lui è occupato con i migranti.

Fearlessjohn

Dom, 05/08/2018 - 10:57

Non è Italia, ma uno Stato Sovrano che si chiama Vaticano. C.zzi suoi. Noi siamo interessati solo marginalmente nel senso che il turista che visita quello che credeva un luogo sacro e monumentale si trova davanti il risultato del degrado Raggi più il degrado Francesco. E lo racconterà ad amici e parenti quando tornerà a casa. E la figura di cioccolato (sic) la farà l'Italia, tanto per cambiare.

Fearlessjohn

Dom, 05/08/2018 - 11:01

Dimenticavo di dire: Con tutti i soldi che diamo al Vaticano, mandare qualcuno a lavare con la pompa dell'acqua costerebbe così tanto a quei pidocchi del Vaticano ? Dopotutto visto che Francesco li vuole, almeno cambiategli le lenzuola ogni tanto… o no!!??

pasquinomaicontento

Dom, 05/08/2018 - 11:33

Ricordi d'una Roma che fù.Abitavamo in Borgo ar Farinone,:-Che tempi ahò, che tempi,m'aricordo ancora quanno pora mamma ce svejava pe'portacce sotto ar colonnato,a facce respirà un po' d'aria bbona,diceva,perchè dopo :passeno le machine...la machine?'na diecina ogni par d'ore,S'aridunaveno le madri de Borgo,Prati e Trionfale, un par d'ore a respirà l'aria bbbona mattudina...che tempi ahò, che tempi...le machine? 'na diecina ogni par d'ore,giochevamo a nisconnarella,s'annisconnevamo dietro le colonne,nun se buttava gnente per tera, quanno se n'annavamo,era più pulito de quanno erimio arivati...ma che ve lo dico affà...Sta pora Roma l'hanno ridotta un monnezzaro...dovrebbe piove foco...p'aripulilla.

umberto nordio

Dom, 05/08/2018 - 11:52

Invece delle guardie svizzere servirebbero delle SS ,come in Italia.

Massimom

Dom, 05/08/2018 - 11:57

E' il paradiso di bergoglione, se li tenga e se li goda. Dovrebbero essercene di più, qualche migliaio, un milione, apra le porte di S. Pietro e della Cappella Sistina così stanno più comodi. Esilarante sapere che gli amici del pampero preferiscono pisciare e cacare per strada e sotto i portici, piuttosto che usare i bagni pubblici caritatevolmente messi a disposizione. Della serie, io glielo spiego ma non ascoltano e non studiano. Qualcuno potrebbe anche portarselo in camera, eh, che cavolo, che razza di accoglienza pratica 'sto argentino.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 05/08/2018 - 12:00

Per la Chiesa e per il Vaticano l'umanità europea si era troppo evoluta, troppo modernizzata, troppo ripulita. Bisogna tornare al magma immondo e purulento medioevale, esultando per il degrado e importando ogni troglodita dal terzo mondo. Questo è l'obiettivo del Papato, in modo da ricominciare da zero.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 05/08/2018 - 12:12

Ci pensino le guardie Svizzere:dopotutto la Svizzera non è famosa per essere un esempio di pulizia ed ordine?

Reip

Dom, 05/08/2018 - 12:44

Beh.. Tra Roma, Milano, e Napoli... Non so chi se la passa peggio! Da Bolzano a Lampedusa oramai l’Italia e’ di fatto un paese senza speranze!

nopolcorrect

Dom, 05/08/2018 - 12:45

Ero barbone e voi mi avete accolto sotto il colonnato del Bernini ed io ci ho pisciato e ci ho cacato. Ma, scusate, chi cxxxo è poi 'sto Bernini? Se di lui non gliene frega niente al papampero, figuratevi che cxxxo me ne frega a me! E poi in Italia noi stranieri facciamo quel che cxxxo vogliamo , non avete visto che bivacchiamo sulla scalinata di Trinità dei Monti e usiamo la fontana della Barcaccia per lavarci i piedi?

ziobeppe1951

Dom, 05/08/2018 - 12:50

pasquinomaicontento....sempre belli i tuoi commenti...deliziaci sempre

Ritratto di Arduino2009

Anonimo (non verificato)

pier1960

Dom, 05/08/2018 - 13:16

lo sapete quanti miliardi ci costa lo stato del vaticano? ad esempio tutte le utenze le paghiamo noi fessi italiani...e quindi lasciate perdere questo tasto, altrimenti arriva un ulteriore stanziamento per sistemare anche san pietro a spese nostre, perchè quegli schifosi per il loro stato sovrano soldi non ne scuciono!

giovanni235

Dom, 05/08/2018 - 13:30

Finalmente vedremo un Papa fare salti di gioia per aver ridotto il Vaticano ad una cloaca maxima.Bravo Bergoglio,continua così per la felicità dei pezzenti di tutto il mondo!!!

Cheyenne

Dom, 05/08/2018 - 14:03

le vere vergogne sono il papazzo e la sindachessa

Ritratto di Laura51

Laura51

Dom, 05/08/2018 - 14:15

Roma Caput mundi... una volta. Ma adesso il pampero sarà contento con tutte queste risorse boldriniane. I turisti (che PORTANO i soldi, invece di prenderli) un po' meno. Di questi tempi, andare in vacanza, non solo a Roma, ma in tutta Italia, si rischia di passare vacanze da incubo. L'Italia era il Paese più bello del mondo, ora, per sicurezza, è meglio andare altrove.

QuebecAlfa

Dom, 05/08/2018 - 14:24

Punteggio per il degrado 7,5/10. Il colonnato dovrebbe essere già territorio Vaticano. Dunque se non interviene la severissima gendarmeria vaticana, questo cosiddetto degrado è accettato pacificamente.

claudio faleri

Dom, 05/08/2018 - 15:03

il degrado fa felice franceschino che vuol farsi vedere così buono da essere nauseante

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 05/08/2018 - 15:09

il proprietario è un comunista, quindi dove ci sono loro regna il degrado e la schifezza.

Savoiardo

Dom, 05/08/2018 - 15:43

Il mondo secondo don Bergolio e i suoi cari (Bonino,Boldrini,Martina,Maduro,Soros,Junker,ecc...).

samdecket

Dom, 05/08/2018 - 15:53

dalla chiesa di michelangelo a quello degli zoticoni bergogliani! zotico chiama zotico.

Antonio Chichierchia

Dom, 05/08/2018 - 16:05

L'Afrika prossima ventura è dietro l'angolo, o meglio, dietro il colonnato del Bernini.

tormalinaner

Dom, 05/08/2018 - 16:07

L'accoglienza disordinanta e indiscriminata crea solo problemi, a chi assiste e a chi viene assistito

nordcorea

Dom, 05/08/2018 - 16:26

MANDATE I PRETI PEDOFILI A PULIRE!!!!!!.... ..hai visto mai?.....

Drprocton

Dom, 05/08/2018 - 17:01

Chiunque va a s.pietro e costeggia le mura vaticane non può fare finta di non vedere il degrado che c'è attorno al cuore della Chiesa cattolica, dimora di tutti i successori di Pietro. Anche questo è un segno inequivocabile della decadenza di una chiesa ormai che ha abbandonato il Vangelo come punto di riferimento del cristianesimo per trasformarsi nella chiesa universale per i diritti umani. E questo papa ne è il principale sponsor per un mondo globale in cui si dovrebbe vivere in un mix di religioni shakerate tra loro ma con i muslim un gradino sopra tutti. Peccato però che i prelati e famiglia cristiana attaccano salvini ma si dimenticano del degrado attorno a loro

Malacappa

Dom, 05/08/2018 - 17:07

Li serve un raid notturno l'esrcito del vaticano intervenga noi chiudiamo la salita il resto tocca a voi date un bel sonnifero a Francesco e il domani sara' splendido

Anonimo (non verificato)

baronemanfredri...

Dom, 05/08/2018 - 18:09

L'ASSORDANTE SILENZIO DI DON CICCIO L'ARGENTINO CHE NON PUO' SBRAITARE CONTRO GLI ITALIANI E SCRIVERE VERGOGNATEVI IN QUANTO ORA E' SUA TUTTA COLPEVOLE RESPONSABILITA' DI NON ACCOGLIERLI A CASA SUA. AVVENIRE COME PUOI STARE ZITTO DAVANTI A TANTA VALLE DI LACRIME PERCHE' DON CICCIO E GIORNALI DI DON CICCIO NON SCRIVETE DI CHI E' LA COLPA? E' VOSTRA?

baronemanfredri...

Dom, 05/08/2018 - 18:14

PASQUINOMAICONTENTO NON ERANO I TEMPI DE ROMA DE PINELLI CHE LA IMMORTALO', FORSE LEI PARLE DI ROMA FINO META' ANNI 50? ROMA CHE MIA MADRE NON ROMANA SI RICORDA BENISSIMO E DOPO MOLTE O TANTISSIME VOLTE E' RITORNATA A ROMA LA VEDEVA SEMPRE PEGGIO, ORA PIANGE E NON SI DA PACE NEL VEDERE ROMA IN TELEVISIONE COME E' RIDOTTA. SOTTOLINEO CHE MIA MADRE NON E' ROMANA EX SICILIANA CHE VIVE A MILANO. DICE QUANTO MI PIACEVA ROMA QUANDO HA INIZIATO A CANTARE CLAUDIO VILLA, ECCO LA ROMA CHE SI RICORDA, FINO AL 1972 POI BASTA. CHE DIREBBE PINELLI?

Scirocco

Dom, 05/08/2018 - 19:02

Al Papa piacciono e se non erro aveva messo su anche le docce per loro quindi chi è causa del suo mal pianga se stesso. Ci penseranno le Guardie Svizzere a sgomberarli visto che è un problema dello Stato del Vaticano e non nostro che ne abbiamo già fin troppi nelle nostre strade.

Vince03

Dom, 05/08/2018 - 19:09

il caro Papa Francesco ne sarà orgoglioso !

Vostradamus

Dom, 05/08/2018 - 20:07

I thopi, sono i vostri frattheli...

opinione-critica

Dom, 05/08/2018 - 22:14

I fratelli di Bergoglio bussano alla porta ma Franceschiello non apre. Dice a noi di accogliere mentre lui "riflette" guardandosi allo specchio. Problemi di famiglia....