Elisabetta Gregoraci: "Non tornerò con Briatore"

Elisabetta Gregoraci confessa, in una lunga intervista al settimanale "Oggi", di non voler tornare con il suo ex Flavio Briatore e di avere solo due priorità: il figlio e il lavoro

Molti avevano sperato in un ritorno di fiamma tra Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore. Le ultime foto della loro vacanza a Capri, a bordo dello yacht dell’imprenditore, avevano alimentato ancora di più i rumors. Anche la recente rottura della showgirl calabrese con il manager pilota Francesco Bettuzzi sembrava portare in questa direzione. Ma a mettere la parola fine ai pettegolezzi è stata lei stessa, Elisabetta Gregoraci, che in un’intervista rilasciata al settimanale "Oggi" ha smentito il riavvicinamento con l’ex compagno.

In un’estate dove i ritorni di fiamma sono all’ordine del giorno (vedi Melissa Satta e Kevin Prince Boateng e Belen Rodriguez e Stefano De Martino), Elisabetta Gregoraci ha invertito la tendenza e ha chiarito la situazione: "Flavio dice di volermi risposare? Lo fa come battuta. È stato difficile scegliere di separarmi, perché sono una donna profondamente cattolica e ho giurato davanti a Dio che saremmo stati insieme per sempre: non è stato possibile, purtroppo, e a marzo, dopo due anni di separazione, abbiamo divorziato. Provo molto rispetto per il papà di Nathan, e insieme facciamo di tutto per avere buoni rapporti e l'armonia che ci consenta di crescere il bambino con serenità. Vogliamo entrambi farlo diventare un uomo di buon senso, ma non tornerò col padre di mio figlio".

Il riavvicinamento era già stato smentito dalla presentatrice al settimanale "Nuovo" settimane fa. In quell'occasione la Gregoraci parlò di un Briatore disposto a tutto pur di riaverla. Lei però oggi afferma che le sue priorità sono altre e nega anche di avere una relazione sentimentale in corso: "Sono una persona concentrata sulle proprie priorità: mio figlio Nathan è l'assoluto che muove tutto, quello che anima il mio cuore sempre e per sempre. E poi il lavoro: è molto importante anche per la mia identità e senza mi sentirei persa".