Da Expo ad AstroSamanta, tutti i possibili temi per la maturità

Cosa uscirà per lo scritto? I bookmakers puntano molto sull'attualità. E per l'analisi Dante non è da scartare

Con l'esame di maturità alle porte, inizia come ogni anno il tradizionale toto-tracce, nella speranza di azzeccare almeno uno dei possibili argomenti che usciranno e con cui dovranno cimentarsi gli studenti di quinta superiore.

In primo piano ci sono molti dei temi che stanno dominando la cronaca di questi giorni e che lo hanno fatto nell'ultimo anno, dall'immigrazione e le sue problematiche al terrorismo, che mai come in questi dodici mesi è stato sulle prime pagine di tutti i giornali.

Accanto a questi possibili temi, anche Samantha Cristoforetti potrebbe conquistarsi una traccia, con la sua lunga avventura sulla Stazione spaziale internazionale. C'è anche chi è pronto a giurare che tra i temi ce ne sarà uno sull'Expo milanese. Sono altre due possibilità su cui scommettono i bookmakers.

Per quanto riguarda l'analisi del testo, in pole position c'è Alessandro Manzoni e poi Pirandello. Ma la possibilità che esca Dante, a 750 anni dalla sua nascita, non è poi da trascurare. Scarse chance per Ungaretti. Qualcuna in più per Pasolini e Verga, ma non eccessive.

Gli argomenti storici che potrebbero uscire sono la Prima guerra mondiale, la fondazione dell'Onu e la morte di Giovanni Paolo II, ma c'è anche chi fa notare che ricorre il decimo anniversario dalla fondazione di YouTube.

Commenti

Roberto Casnati

Mar, 16/06/2015 - 22:29

Un tempo la "MATURITA'" era l'esame della vita, l'esame degli esami, per giungervi si dovevano superare molti altri esami: il primo in terza elementare, poi in quinta, poi il terribile esame di ammissione alle medie inferiori, poi quello di terza media e, quindi quello di quinta ginnasio. Titti quegli esami erano estremamente selettivi eppure l'esame di maturità, che comportava il programma completo degli ultimi tre anni, era davvero un incubo che davvero metteva in luce le vere capacità. Non invidio gli studenti d'oggi che chiamano maturità una specie di recita a soggetto, uno stupido pro forma del tutto inutile.

Linucs

Mer, 17/06/2015 - 07:51

Spero "migranti", perché a scuola sicuramente non si è mai parlato d'altro. Migranti e gender. O il gender dei migranti. E l'oppressione. E la Memoria. E il razzismo, pure quello.