Francavilla, l'ultima telefonata di Marina Angrilli prima di precipitare dal balcone

L'ultima chiamata di Marina Angrilli a un'amica: "Sono fiera di Ludovica". Poi la morte, poco prima che il marito si gettasse insieme alla figlia da un cavalcavia

"Sono fiera di Ludovica". Sarebbero queste le ultime parole pronunciate da Marina Angrilli in una telefonata a una sua amica alle 10,38 di domenica mattina, un'ora e mezza prima di precipitare dal balcone al secondo piano di una casa in cui peraltro non viveva.

La donna racconta la chiamata al quotidiano locale il Centro: "Ho parlato con Marina un bel po’, sono sconvolta, non riesco a crederci", dice, "Mi ha parlato per tutto il tempo di Ludovica, raccontandomi del concorso canoro a Caramanico a cui aveva partecipato venerdì con la scuola. Mi ha detto che era fiera di Ludovica, che aveva cantato benissimo, ma soprattutto perché aveva vissuto la gara in maniera sportiva, senza competizione, tanto che subito dopo l’esibizione era andata a giocare con gli amici. Sono fiera di lei, mi ha ripetuto Marina, ha cantato bene, con qualche esitazione, ma si è ricordata tutte le parole".

"Il marito era una persona eccezionale, simpatica, al matrimonio fecero una grande festa", racconta ancora l'amica. "Lei era molto precisa, ligia al dovere, lavorava tantissimo. Una persona corretta", aggiunge una collega della Angrilli, docente di lettere al liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Pescara.