"Fossi morta sarei più credibile?". La lettera della ragazza stuprata al giudice che ha assolto il branco

In primo grado i sei imputati condannati a 4 anni e mezzo, poi l'assoluzione della Corte d'Appello. La giovane: "Spero che la giustizia prima o poi funzionerà"

"Vorrei riuscire a scrivere qualcosa che abbia un senso ma non posso perché un senso, questa vicenda, non ce l’ha. Sono io la ragazza dello stupro della fortezza, sono io". Non ha un nome e un cognome. Per lo meno, noi non li sappiamo. È la ragazza della Fortezza dal Basso. Qualche giorno fa la Corte d'Appello ha deciso, a sorpresa, di assolvere i sei ragazzi accusati di averla stuprata nel 2008. Per i giudici la giovane, all'epoca 23enne, avrebbe denunciato il rapporto sessuale per "rimuovere" un suo "discutibile momento di debolezza e fragilità". E, comunque, i ragazzi possano aver "mal interpretato" la disponibilità della ragazza.

A questi giudici la ragazza ha voluto rispondere. Lo ha fatto con una lettera pubblicata sul blog Abbatto i muri: "Come potete immaginare che io mi senta adesso? Non riesco a descriverlo nemmeno io. La cosa più amara e dolorosa di questa vicenda é vedere come ogni volta che cerco con le mani e i denti di recuperare la mia vita, di reagire, di andare avanti, c’é sempre qualcosa che ritorna a ricordarmi che sì, sono stata stuprata e non sarò mai piú la stessa". Lo ha fatto per ribadire alla Corte d'Appello che lei, nonostante la violenza sessuale, esiste ancora. "Esisto - scrive la ragazza - nonostante abbia vissuto anni sotto shock, sia stata imbottita di psicofarmaci, abbia convissuto con attacchi di panico e incubi ricorrenti, abbia tentato il suicidio più e più volte, abbia dovuto ricostruir a stenti briciola dopo briciola, frammento dopo frammento, la mia vita distrutta, maciullata dalla violenza: la violenza che mi é stata arrecata quella notte, la violenza dei mille interrogatori della polizia, la violenza di 19 ore di processo in cui é stata dissezionata la mia vita dal tipo di mutande che porto al perché mi ritengo bisessuale". Per l'avvocata Lisa Parrini che ha difeso la vittima si tratta di una sentenza impregnata di moralismo dal momento che è stata portata avanti indagando sulle abitudini sessuali della donna violentata per stabilire se davvero si è trattato di stupro. "Ogni maledetta volta dopo aver lavorato su me stessa, cercato di elaborare il trauma, espulso da me i sensi di colpa introiettati, il fatto di sentirmi sbagliata, sporca, colpevole - scrive la ragazza - dopo aver cercato di trasformare il dolore, la paura, il pianto in forza, in arte, ecco un altro articolo che parla di me. E io mi ritrovo catapultata di nuovo in quella strada, nel centro antiviolenza, nell‘aula di tribunale".

"Abbiamo perso tutti - condanna la ragazza - non hanno vinto loro, gli stupratori, la loro arroganza, il loro fumo negli occhi, le loro vite vincenti". E, dopo che i giudici di appello hanno clamorosamente ribaltato la sentenza del primo processo che condannava i sei ragazzi del branco, arriva addirittura a pensare che, forse, tornando indietro non denuncerebbe le violenze subite. "Che se anche la giustizia con me non funziona prima o poi funzionerà - è l'auspicio - cambierà, dio santo, certo che cambierà". "Ebbene sì - conclude - se per essere creduta e credibile come vittima di uno stupro non bastano referti medici, psichiatrici, mille testimonianze oltre alla tua, le prove del dna, ma conta solo il numero di persone con cui sei andata a letto prima che succedesse, o che tipo di biancheria porti, se usi i tacchi, se hai mai baciato una ragazza, se giri film o fai teatro, se hai fatto della body art, se non sei un tipo casa e chiesa e non ti periti di scendere in piazza e lottare per i tuoi diritti, se insomma sei una donna non conforme, non puoi essere creduta".

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 21/07/2015 - 09:02

Se fosse stata la figlia della toga sarebbe finita così?????????????????

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 21/07/2015 - 09:05

dice costei di sperare che "la giustizia un giorno funzionerà"....Ma quale giustizia? quella che vorrebbe lei? Un tribunale ha emesso una sentenza, valutato fatti e circostanze, condotto indagini....E allora di quale giustizia si va cianciando? Eh sì, perché la "giustizia" che costei vorrebbe mi sembra soltanto una vendetta!

Solist

Mar, 21/07/2015 - 09:06

ora si capisce perchè la delinquenza e non solo dilaga, sanno gia che non saranno condannati! paese di mmmmm

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 21/07/2015 - 09:18

Senza parole. Qualcuno di questi ragazzi deve ben ammanigliato all'interno del tribunale, non si spiega diversamente la sentenza contro il buon senso da parte dei giudici. Vergogna

epc

Mar, 21/07/2015 - 09:20

Ma come si permette questa ragazza? Non lo sa che le sentenze si applicano, non si commentano? Guarda che mo' arrivano Saviano, Gad Lerner, Travaglio ecc.......

elalca

Mar, 21/07/2015 - 09:24

cosa ci si deve aspettare da persone che ogni giorno stuprano la legge perchè incapaci di pensare.

Ritratto di sailor61

sailor61

Mar, 21/07/2015 - 09:34

Doamnda: la signora Boldrini pronta a difendere immigrati extracomunitari diritti delle donne ecc, cosa dice? ah è in vacanza povere quindi non sa! Cosa si vuol dimostrare mettendo in piazza le abitudini sessuali e I pregressi? quindi una prostitute può essere violentata? abbiamo fatto quindi una scala di valore non la difesa della dignità umana a prescindere! Direi che I giudici hanno preso una bella cantonata e gli auguro di continuare a vivere, loro ed I loro familiari, sotto protezione, così potranno continuare ad illudersi di vivere in un mondo che solo loro vedono!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Mar, 21/07/2015 - 09:38

e le femministe cosa dicono dell'assoluzione?

gian65

Mar, 21/07/2015 - 09:43

Demolire la vittima di un reato per non renderla credibile dovrebbe essere esclusiva della difesa dell'accusato, peraltro molto scorretta. Dall'articolo emerge che un processo di appello, quindi con giudici di grande professionalità, sia fallato. Se così fosse che dire del nostro paese? Che la percezione è sempre più quella che il cittadino onesto normale che fa il suo dovere, etc etc non ha diritti quando, per sua disgrazia, intercetta un delinquente. Il delinquente, se non è proprio sfortunato, troverà il bravo avvocato, la brava associazione, il bravo servitore dello stato che, per difenderlo o, nel caso sia malauguratamente colpevole, di redimerlo, ne farà da carnefice un eroe e la vittima del reato (supposto, come del caso) il vero colpevole. Questo non è il mio paese

Regista ambidestro

Mar, 21/07/2015 - 10:00

> giuseppe zanandrea. Ma lei l'ha letto fino in fondo l'articolo ? Sopratutto ha capito di che si parla ? Nel caso affermativo, allora merita un consiglio: " Lei ha bisogno urgente di un consulto con medico specialista della "DEMENZA SENILE". Mi stia bene.

roliboni258

Mar, 21/07/2015 - 10:13

se avessero stuprato la moglie del PM minimo 6 o 7 anni di carcere gli avrebbero dato

sacrivalori

Mar, 21/07/2015 - 10:15

@gianniverde..... PIENAMENTE D'ACCORDO!

RobertRolla

Mar, 21/07/2015 - 10:20

Quattro contro una. Ma non è violenza, Già, stando ai signori giudici, l'Italia è una paese di saanti, navigatori e gran puttane. Quindi ...

poitelodico

Mar, 21/07/2015 - 10:21

@giuseppe zanandrea: Scommetto che voti PD, non può essere diversamente visto il tuo commento delirante!

tbcmrz

Mar, 21/07/2015 - 10:27

Giuseppe Zanandrea, come abbiamo fatto finora a sopravvivere senza le tue perle di saggezza?

zadina

Mar, 21/07/2015 - 10:30

Se la stessa sorte fosse toccata alle figlie o alle moglie o pure a loro stessi avrebbero dato lo stesso parere di verdetto ?...... ne dubito molto, sono risultati che fanno perdere la fiducia nella giustizia, forse l'obbiettivo finale è proprio questo, che DELUSIONE da questo modo di giudicare, la mia fiducia si è persa.......non importa se ci saranno altri gradi di giudizio che possono ribaltare quel verdetto, quella macchia rimane indelebile,nelle aule dei tribunali in alto campeggia la scritta ( LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI ) manca un particolare ( FORSE )

Rossana Rossi

Mar, 21/07/2015 - 10:39

Altra dimostrazione di questa povera italietta a targa pd..........la vergogna non ha limite, il regime impera sovrano e gli italioti se lo pigliano........e poi il male di tutto era Berlusconi. Arriverete finalmente a rimpiangerlo...........

magnum357

Mar, 21/07/2015 - 10:41

Ricorra in Cassazione e vediamo se gli ermellini hanno il coraggio di accettare lo stupro del branco come semplice divertimento alternativo perchè se cosi' fosse vuol dire che tutte ma proprio tutte le istituzioni sono marce proprio a partire dalle più alte cariche dello Stato !!!

chiara 2

Mar, 21/07/2015 - 11:02

PER ZANANDREA...per te non ci sono termini che defiscano la tua pochezza. Sei un infimo essere. Ho detto tutto

restinga84

Mar, 21/07/2015 - 11:04

giuseppe zanandrea,09:05.Buongiorno.Non riesco a capire il senso del Suo post.Non voglio pormi a difesa della ragazza,non e` il mio compito, ma,se in primo grado i 6 imputati vengono condannati a 4 anni e mezzo e poi la Corte d`Appello li assolve annullando la sentenza del primo grado, non crede che,da qualche parte ci siano delle gravi crepe, sia nella condanna che nella assoluzione al fatto criminoso? La giustizia italiana e`,e sara`,sempre,un rebus per tutti noi.Mai imbattersi nella giustizia italiana,mi diceva, un amico avvocato civilista,anche se da testimone.Pensi un po`!!!.

Ritratto di il.corsaro.nero

il.corsaro.nero

Mar, 21/07/2015 - 11:08

Resti lì in terra come un cencio vecchio. le risate del tuo aguzzino s’imprimono nella memoria, e poi, con un volto truce ti minaccia di non parlare, ti dice che tornerà a trovarti se solo farai menzione dell'accaduto. Resti sola, ti rannicchi, chiudi un attimo gli occhi e senti freddo, un tremito senti salire dalle gambe su per il corpo e le labbra ti si seccano, pensi, cerchi di non pensare e poi guardi quello che ti circonda e vedi solo immondizia vedi solo terrore e i tuoi abiti a brandelli... ti alzi, appoggi le spalle al muro e cerchi di prendere fiato, cerchi di prendere te stessa di rientrare nel mondo, ma, un senso di disgusto ti assale e senti il tuo corpo come coperto da qualcosa che ti da un senso di schifo corri a lavarti sotto la doccia, sfreghi ogni centimetro della tua pelle ma non c'è sapone o acqua che può levarti quel senso di sporco che senti sulla tua pelle… senti sul tuo corpo e che per assurdo… senti dentro di te. il tuo NO non ha valore....

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 21/07/2015 - 11:10

Le sinistre toghe avranno voluto proteggere qualche "figlio di papà sessantottino" all'interno del branco, che schifo di paese.

elgar

Mar, 21/07/2015 - 11:36

Se erano in sei suppongo che si sia trattato di violenza carnale o stupro che dir si voglia che la legge punisce. Non lo è se e solo se la ragazza è conseziente. Anche se ha avuto altri amanti in precedenza se si stupra una ragazza contro la sua volontà si commette reato. E la giustizia non può non punire. Se invece è stato un momento di debolezza da parte della ragazza che comunque in quel momento era conseziente ah be allora... è diverso. Non è ben chiaro. L'articolo parla sia di stupro sia di momento di debolezza della ragazza.

clamor

Mar, 21/07/2015 - 11:41

#giuseppe zanandrea# probabilmente lei non ha avuto mai a che fare con la nostra “efficiente” giustizia. Le auguro di cuore di non trovarsi a che fare con le nostrane toghe, visti i tantissimi casi di malagiustizia che, oltre che mala, è anche lenta. Forse ricorderà il caso di un vip: Gigi Sabani arrestato e disonorato per poi essere scagionato. Certo, la giustizia ha fatto il suo corso, è stato scagionato, ma lui ci ha rimesso le penne ! Vede sing. Giuseppe, se l’Italia sta andando a rotoli, penso che indirettamente la causa di ciò siano gli elettori come lei che credono ancora che i bimbi li porta la cicogna. Saluti !

arin

Mar, 21/07/2015 - 12:04

restinga84, sui giudici la penso come lei... alcuni sono pericolosi perchè rovinano le persone senza che questi abbiano fatto nulla di male, ma solo per teoremi e per far carriera con qualche partito politico dietro... d'accordissimo con questo, al 1000%... mi permetta di dirle però, che si sta usando un esempio infelice in questo caso particolare, perchè si dà per scontato una donna che denunci dica la verità a priori e non mi sembra democrazia questa

brunicione

Mar, 21/07/2015 - 12:27

Chissà perché, la giustizia Italiana è considerata corrotta e di infima categoria....con Giudici scandalosamente incapaci e una corte suprema fatta di vetusti parrucconi, comunque tutti che pensano ai soldi, ai privilegi e alle ferie

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 21/07/2015 - 12:46

Ragazza mia, non sei figlia di un giudice o di un politicante del pd. Purtroppo per te non ci sara giustizia, se eri loro figlia allora le cose sarebbero andate diversamente.

agosvac

Mar, 21/07/2015 - 13:01

Questi magistrati che hanno assolto i delinquenti colpevoli di stupro con la giustificazione che "non avevano ben interpretato la disponibilità" della ragazza, andrebbero messi in galera direttamente e senza processo. Uno stupro è solo un maledetto stupro e l'ebbrezza della ragazza è, semmai, un aggravante non una giustificazione. Purtroppo in Italia quella che non funziona non è la Giustizia, ma la magistratura che applica le leggi secondo le proprie convinzioni, spesso sbagliate!!!

Ettore41

Mar, 21/07/2015 - 13:42

Carissima, se questo potra' consolarti sappi che hai la solidarieta' di tutti coloro che con un briciolo di intelligenza hanno seguito il tuo calvario. Tu non sei stata violentata solo fisicamente, psicologicamente e mentalmente, tu sei anche stata violentata soprattutto da uno Stato attraverso una magistratura che dovrebbe essere mandata a casa in blocco; che non giudica in base a prove ma giudica ideologicamente su convinzioni pre-concette. Sicuramente ROUL PONTALTI avra' da commentare la tua lettera, ignoralo.

Tarasco

Mar, 21/07/2015 - 13:57

difficile commentare una sentenza senza avere seguito i processi. La ragazza potrebbe essere stata stuprata oppure era consenziente e poi si è "pentita". quello che fa specie e mette in ombra la magistratura sono i metodi di giudizio estremamente opposti. Lo abbiamo già visto anche in altri processi "famosi"; in un processo condanna dura e nell'altro assoluzione piena... o viceversa. Qualcosa non torna, se le leggi sono scritte chiare e la legge è uguale per tutti non dovrebbero esserci giudizi completamente opposti. E se ci sono qualcuno deve pagare in quanto o sono incompetenti i giudici di primo grado o quelli di appello. E quelli incompetenti vanno mandati a casa...

Accademico

Mar, 21/07/2015 - 14:08

Se incontrassi per strada il giudice che ha assolto il branco, GLI VOMITEREI ADDOSSO.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 21/07/2015 - 14:17

Tarasco - Concordo e sottoscrivo il Suo commento. In assenza di elementi è davvero impossibile commentare.

Ettore41

Mar, 21/07/2015 - 15:05

@TARASCO..... No, non e' affatto difficile commentare questa sentenza. Una ragazza ubriaca non e' capace, ne' mentalmente ne' fisicamente di opporsi. Sei persone che abusano di lei sono dei violentatori a prescindere, delle bestie che vanno punite. Nel Sistema Giudiziario Britannico, cosi' come in quello USA, 12 giudici popolari avrebbero emesso la sentenza ed il giudice avrebbe comminato la pena. Stai sicuro che i sei animali starebbero tutti in galera. Se poi hai letto i precedenti articoli sul caso, ricorderai che le motivazioni della Corte di Appello sono tutte basate su ipotesi e non su fatti concreti e dimostrati. Una serie di "potrebbe"... "e' possibile"... etc etc. Cerchiamo di non difendere l'indifendibile. La Riforma della Giustizia? Non fatemi ridere.

thelonesomewolf97

Mar, 21/07/2015 - 15:53

ma ke ka..o di giudici?!!

linoalo1

Mar, 21/07/2015 - 17:27

Non prendertela,mia cara,la colpa è delle Leggi che,purtroppo,non sono mai chiare,ma sempre interpretabili!!!Infatti,un PM del Nord,per uno stesso caso,emette una sentenza completamente diversa da un PM del Sud!Perchè??Non certo per colpa del P:M,ma,sicuramente,colpa della interpetrabilità della Legge!!Tutti chiedono,a gran voce,La Certezza della Pena!!Per farlo,bisogna rivedere e riscrivere quasi tutte le Leggi!!!Lavoro Ciclopico che nessuno ha la forza ed il coraggio di intraprendere!!!!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 21/07/2015 - 18:18

Ettore41 - Debbo dissentire, bisogna innanzitutto vedere il grado di ebbrezza della ragazza (si ricordi che in vino veritas...). Quanto al sistema britannico fa acqua da tutte le parti, per non parlare di quello statunitense dove da poco hanno rilasciato un poveraccio che è stato sbattuto dentro per 29 anni per stupro ed invece era solo un errore di persona. Ho già scritto, ma non è stato pubblicato, che non abbiamo elementi a sufficienza per commentare. Può aver ragione la ragazza come no però.

lento

Mar, 21/07/2015 - 19:29

Quando tra i giudici ci sono gli stupratori cosa uno si deve aspettare? "I giudici sono fatti di carne e ossa anche loro..."

Ettore41

Mar, 21/07/2015 - 19:31

@ITALIA NOSTRA. Il grado di ebbrezza???? Qui siamo ancora agli anni in cui la ragazza stuprata da 6 animali se non e' ninfomane e' una txxxa. Per quanto attiene poi agli USA ed agli errori della giustizia noi non siamo da meno. Ricorderei solo un caso: "Tortora" ed allora io credo che sia molto meglio essere giudicato da una giuria di miei pari (12 cittadini), piuttosto che da un terna di giudici che probabilmente mi condanneranno solo perche' ho idee di destra.

titina

Mar, 21/07/2015 - 19:35

Al posto della ragazza nel blog racconterei tranquillamente l'accaduto, senza accusare, ma dicendo i nomi dei sei.

Ettore41

Mar, 21/07/2015 - 19:38

Senza parlare poi delle capacita' investigative. Ma lei vuole paragonare la nostra scentifica con quella USA o UK? Noi ancora dobbiamo scoprire chi ha ucciso Meredith Susanna Cara Kercher. Si e' vero un povero negro sta in galera ma con prove solamente indiziarie. Io capisco che Britannici e Americani possano rimanere antipatici (a me stanno antipatici i comunisti ad esempio) ma dare a Cesare quell che e' di Cesare, e' solo quistione di onesta' intellettuale.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 21/07/2015 - 20:12

La solita schifezza di una magistratura bacata: froci all'altare e stupratori liberi. Aboliamo la magistratura, torniamo al linciaggio.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 21/07/2015 - 20:25

no! non sarebbe credibile perche certe toghe disprezzano la giustizia e meriterebbero solo di godere in famiglia di quelli che giudicano privilegi offerti da certi ragazzi a donne immeritevoli di giustizia e pietà.

Ritratto di federalhst

federalhst

Mar, 21/07/2015 - 20:28

Le sentenze per forza scontentano sempre una delle parti, la cosa stupefacente è che comunque vada per il giornale la colpa è in ogni caso dei giudici.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 21/07/2015 - 22:30

Io credo che una ragazza ubriaca, in quanto tale, non può essere né consenziente né dissenziente. ...in quanto incapace di intendere e volere....quindi di cosa stiamo parlando? Parlare di cattiva interpretazione della disponibilità della ragazza non ha senso.Rimane il fatto che la ragazza è stata stuprata da sei ragazzi che , anzi, hanno trovato una preda più facile, come se avessero abusato di un disabile (casi già avvenuti)il che è ancora più grave.Questa sentenza sottintende l'equazione ubriaca=puttana. Aberrante.

mariolino50

Mar, 21/07/2015 - 23:30

Ettore41 Non guardiamo troppi film americani, le giurie cosidette popolari sono molto più forcaiole di giudici professionisti, che almeno la legge la dovrebbero sapere, 12 incompetenti allo sbaraglio, facciamoci anche operare da gente presa a caso senza arte ne parte. In America grazie anche a questo sistema ci sono oltre due milioni di carcerati, in gran parte poveri cristi senza avvocati "veri", caso unico al mondo, hanno più galeotti delle peggiori dittature, al minimo sospetto buttano via la chiave.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 21/07/2015 - 23:30

Ettore41 - Se non le piacciono i comunisti, ottimo perché li detesto per io. Questo non mi impedisce di vedere le cose con una certa ottica critica. Non sono affatto d'accordo su quello che dice in merito alle ns. forze dell'ordine. Le faccio presente che un terrorista dell'attentato di Londra nel 2005 scappò agli inglesi e lo catturarono i Carabinieri a Fiumicino ancora prima che entrasse nel territorio italiano - grazie ad una grandissima capacità e tempestività investigativa (poi prontamente estradato negli UK). I servizi italiani il 10 Settembre 2001 inviarono un'informativa a Washington con l'avviso di attacco imminente (cosa che suoi fantomatici americani ignorarono - and the rest is history) e a seguito di quegli attacchi c'erano i ns. carabinieri dell'antiterrorismo a fare il briefing all'FBI in America. Hanno le tecniche ma non sanno collegare i punti molto spesso. Ma veniamo a noi (Segue)

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 21/07/2015 - 23:31

Ettore42 - Le riporto delle frasi tratte dalla sentenza poi giudichi Lei. I giudici d’Appello scrivono in merito alla ragazza: ...il suo comportamento fa “supporre che, se anche non sobria fosse comunque “presente a se stessa...“ e continuano dicendo che sono “molte le contraddizioni nel suo racconto" infatti la sua versione è ritenuta “vacillante” ed è smentita “clamorosamente” dai riscontri. I giudici si riferiscono anche ad una “iniziativa di gruppo comunque non ostacolata dalla ragazza” e ritengono poi che i ragazzi possano aver “interpretato male la disponibilità della ragazza", ma una volta iniziato l'atto poi non vi sia stata “alcuna cesura apprezzabile tra il precedente consenso e il presunto dissenso della ragazza, che era poi rimasta ‘in balia' del gruppo”.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 21/07/2015 - 23:31

Ettore43 - Le ricordo che la giovane non è nuova a 'cosette' di questo tipo infatti i giudici menzionano che “ha avuto due rapporti occasionali, un rapporto di convivenza e uno omosessuale”. Veda lei...

Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Mar, 21/07/2015 - 23:33

"Fossi morta sarei credibile?" Lettera della ragazza stuprata alla toga che assolve il branco Ma in che schifo di paese viviamo !?!?!? Al giudice ricordo la massima di Sant'Agostino : «Quod tibi non vis fieri, noli alteri facere». Cara ragazza,ti siamo vicini...

Ettore41

Mer, 22/07/2015 - 00:05

@mariolino50.... Il punto e' che io convivo con il Sistema giuridico Britannico quindi, se mi permette, parlo con ragion di causa. Ripeto preferisco essere giudicato da una giuria di miei pari che da giudici ideologizzati.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/07/2015 - 00:07

RIPROVO!!! Questa "storia" mi ricorda quella di qualche mese fa,dove al Parolisi non è stato riconosciuto l'ACCANIMENTO, perche aveva dato SOLO 35 coltellate alla moglie. Qui siamo allo stesso livello, ovvero sei DELINQUENTI si approfittano di una ragazza,ma non viene riconosciuto dalla "giustizia" Italiana l'aggravante di essere in SEI contro UNA!!!! Se questo è il "livello" della nostra giustizia, meno male che ho deciso 15 anni fa di venire a vivere in un paese del terzo mondo. Dove sei MAIALI come questi non verrebbero neanche arrestati, MA LASCIATI NELLE MANI DEI PARENTI DELLA RAGAZZA. Hasta mañana dal Leghista Monzese

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 22/07/2015 - 08:06

insomma siete tutti convinti della "malagiustizia"? tutti convinti che la ragazza sia una Santamariagoretti? che i giudici siano degli spietati maschilisti' che la deriva femminista che da vent'anni impera nel paese sia il giusto metro di valutazione del maschio colpevole a prescindere? che i sei ragazzi nelle mani della giustizia da 8 annni siano da crocifiggere sulla base di una -dico una- denuncia di parte? Beh allora dico AVETE RAGIONE VOI!..... ma se volete la crociata antimaschilista non credete che proprio qui tutti i giorni e sotto i vostri occhi si compiano misfatti ben più gravi di questo da parte di fedeli di religioni bestiali nei confronti delle donne? Sì parlo degli islamici e degli indiani....provate a chiedere a loro se si sentono di condividere la vostra condanna !

Ettore41

Mer, 22/07/2015 - 08:24

@mariolino50......inoltre, avendo fatto parte di una giuria popolare posso affermare che il verdetto di colpevolezza deve essere unanime. Il giudice successivamente emette la sentenza e commina la pena. Quindi, carissimo mariolino50, chi vede troppi film americani e' proprio lei che parla a vanvera e non sa quello che dice quando afferma che le giurie sono piu' forcaiole.

curatola

Mer, 22/07/2015 - 08:43

Non conosco la vicenda ma lo stupro femminile sta andando di moda e non solo fra le minori. Forse i tempi cambiano e vale la legge del contrappasso. Quanto ai maschietti stiano attenti alle nuove femmine piene di rancore e voglia di rivalsa, spesso bisessuali e alla ricerca di una nuova parità.

Tuthankamon

Mer, 22/07/2015 - 09:15

Purtroppo la giustizia in Italia e' fallimentare. Non si puo' lasciare impunito un fatto del genere dove il gruppo ha approfittato di una poveretta che non era in grado di difendersi. Bella gente per il futuro. In questi casi, piaccia o non piaccia, riconosco alla ragazza e alla sua famiglia il diritto di far qualcosa. Quando la certezza del diritto (ma dove?) viene a mancare non vedo alternative.

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 22/07/2015 - 09:37

Italia nostra...una sentenza non si può e non si deve basare sui comportamenti sessuali pregressi di una persona. io ho avuto rapporti occasionali e rapporti all'interno di una coppia stabile. quindi secondo lei sono una txxxa o una vaxxa come dice Pontalti? Avete una visione del sesso come quella dei giudici, cioè dal mio punto di vista molto bigotta e maschilista. ovviamente se fosse un maschio che si fa 6 femmine in una sera tutto tacerebbe vero? Se la ragazza era ubriaca non poteva esprimere alcun consenso e per Pontalti una donna molto passionale che ami molto il sesso può avere problemi di coscienza ma il più delle volte no, se le piace lo fa considerandola cosa buona e giusta, come nel mio caso. ringraziamenti vivissimi per avermi dato qui o altrove della scrofa. ma vede..io vivo benissimo la mia sessualità e ne sono felice, lei - da quel che scrive - non mi sembra

Ritratto di kikina69

kikina69

Mer, 22/07/2015 - 09:40

e poi esatto come dice Hernando45 già l'essere in sei contro una mi pare qualifichi l'atto come violenza.

GiulioP

Mer, 22/07/2015 - 10:06

Tutto rientra nella smania di protagonismo di certi magistrati che invece che applicare la legge la interpretano nel modo a cui a loro fa più comodo pensare sia giusto ... Andava solo giudicato se la ragazza fosse consenziente o meno, se lei, in quel momento, avesse esternato la sua volontà a subire quello che ha subito ... non certo era da fare un processo alla sua condotta di vita ... per quella ci sono altri giudici.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 22/07/2015 - 14:18

kikina69 - Io non distinguo tra maschio o femmina a riguardo del sesso e le dirò di più, una donna che non è passionale non mi interessa neppure (sessualmente parlando). Quindi non mi lancio in nessun appellativo di alcuna sorta. Dico solo che è difficile commentare in quanto gli elementi a ns. disposizione sono limitati. Detto ciò, ho postato un commento su IL GIORNALE basato su frasi tratte direttamente dalla sentenza che può leggere qui: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/fossi-morta-sarei-pi-credibile-lettera-ragazza-stuprata-giud-1153821.html#comment-5731709 - Non ne faccio una questione etico-morale ma piuttosto mi chiedo se la ragazza stia dicendo tutta la verità oppure menta. Certo non si può cambiare idea la mattina dopo e far diventare 6 ragazzi dei criminali solo perché tutto ad un tratto l'amplesso è diventato stupro. Questo proprio no.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 22/07/2015 - 14:21

kikina69 Mer, 22/07/2015 - 09:40 - 6 contro una non implica violenza necessariamente. Le faccio un nome Annabel Chong (250 uomini se la sono fatta). E pensi che non l'hanno neppure pagata per farlo. Si guardi 'The Annabel Chong Story' il documentario che ha fatto scalpore. E finiamola con i moralismi ....?

timoty martin

Mer, 22/07/2015 - 15:44

Magistrati vergognosi, senza pal....e per condannare i colpevoli. Magistrati vigliacchi, senza pietà per quella ragazza alla quale va tanta comprensione e solidarietà.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 27/09/2016 - 11:50

La tua unica e fondamentale colpa è che sei cittadina italiana.