La gazebata della Lega: "Chiedo asilo anch'io"

La Lega Nord scatena in tutta Italia i suoi gazebi e invita i cittadini a firmare per richiedere l'asilo politico e lo status di rifugiato. Cresce l'attesa per l'arrivo di Matteo Salvini a Milano, domani

La Lega Nord mette in campo un'iniziativa dai toni alquanto provocatori, invitando i cittadini a chiedere asilo politico. Una "gazebata" nazionale prevista per oggi e domani in tutta Italia. Record a Milano dove i gazebi sono sparsi per tutte le piazze e i mercati: undici in totale. Militanti leghisti sguinzagliati per tutta Italia con l'obiettivo di raccogliere firme, blu su bianco, attraverso un apposito modulo. Un foglio semplice che il cittadino è chiamato a compilare in tutte le sue parti: nome, cognome, data di nascita, domicilio e contatto. La firma prevede la rinuncia alla cittadinanza italiana, pertanto il cittadino fa richiesta di asilo e di status di rifugiato. Pare che l'iniziativa stia avendo successo, per esempio il gazebo di Piazzale Lagosta, a Milano, ha ricevuto ben 40 firme solo nella mattinata.

"Sono firme di giovani, pensionati, operai, disoccupati, mamme" - dicono i simpatizzanti, firme che non hanno età né status sociale ben definito. Pur essendo una provocazione, l'iniziativa sta dando risultati tanto soddisfacenti quanto preoccupanti. La percezione del rifugiato politico non è ben chiara nella testa della gente, di fatto c'è una rabbia generale che spinge addirittura ad accettare la provocazione leghista. "I profughi vengono ospitati negli hotel, ricevono soldi, vengono curati, coccolati e mantenuti. Chiediamo solo di avere gli stessi diritti e di essere trattati alla pari" - sbotta un cittadino. E nella situazione in cui sono gli italiani forse, tutto sommato, richiedere asilo politico conviene. I numeri lanciati dal segretario della Lega Nord Matteo Salvini sono chiari: nel 2014 sono sbarcati oltre 170.000 immigrati, quattro volte quelli del 2013. Sempre secondo i dati di Salvini solo 1 su 10 ottiene lo status di rifugiato politico, il 92% è di sesso maschile e il 94% sono maggiorenni. "Mille euro al mese per ogni clandestino con tanto di accoglienza gratuita in hotel" - ribadiscono dal gazebo i militanti leghisti. La gente si avvicina e mette la firma. Intanto domani alle 10:30 Matteo Salvini in persona sarà al quartiere Giambellino di Milano per dar seguito alla gazebata e alla raccolta firme, anche se, sia chiaro, questo rimane un gioco per sondare il pensiero dei cittadini.

L'occasione si rivela d'oro anche per diventare tesserati della Lega, in più in omaggio ci sono i nuovissimi adesivi con impresso il nome di Salvini, un gadget che i collezionisti non possono perdere. L'iniziativa prosegue in tutta Italia fino a domani sera, la mappa completa dei gazebi si può trovare sul sito www.chiedoasilo.org.

Commenti
Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 11/04/2015 - 23:21

Asilo politico a dei PORTATORI DI UN CREDO FOMENTATORE DI AGGRESSIVITÀ E ANNIENTATORE DELLA RAGIONE E, PERCIÒ, INCOMPATIBILE CON LE CIVILTÀ OCCIDENTALI? >>> UN, DUE, TRE, FORA DAI BAL CHE TE CONVIENE!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 12/04/2015 - 00:32

Ottima iniziativa. Così mettiamo in evidenza a tutti i cittadini cosa significa farsi governare da sepolcri imbiancati. Ipocriti che privilegiano gli aiuti in favore di tutti gli sfigati del mondo a scapito dei cittadini italiani.

IsmaeleRognoni

Dom, 12/04/2015 - 00:58

Sono stufo di vedere che i miei soldi e i soldi degli italiani siano destinati a mantenere il primo che arriva qui con un barcone! Ho firmato e ne sono fiero!

dragoberto

Dom, 12/04/2015 - 04:55

La giornalista dovrebbe essere più precisa. Dovrebbe citare la fonte dei DATI forniti da Salvini. Altrimenti qualcuno potrebbe pensare, leggendo l'articolo, che siano dati della Lega Nord. Invece la fonte è il Viminale.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 10/05/2015 - 19:07

dragoberto però bisognerebbe indicare anche il numero di quelli che poi dall'Italia se ne vanno. Altrimenti sarebbe come dire che tutti i passeggeri che sbarcano all'aeroporto di Fioumicino vanno e rimangono a Roma!