Genova, alla commemorazione delle vittime del Morandi anche i manager di Atlantia e Autostrade

Le delegazioni hanno lasciato la cerimonia in corso a Genova dopo forti contestazioni. Il messaggio di vicinanza ai familiari delle vittime del Presidente Mattarella

Tra le persone che questa mattina hanno preso parte alla commemorazione ufficiale delle 43 vittime del crollo del ponte Morandi a Genova vi è anche l'amministratore delegato di Atlantia Giovanni Castellucci. Quella del manager, però, è una presenza ingombrante e che farà discutere, visto che è uno dei 74 indagati dell'inchiesta per omicidio colposo della procura del capoluogo ligure.

Castellucci da pochi mesi non è più l’Ad di “Autostrade per l'Italia” ma ricopre lo stesso ruolo nella società madre, Atlantia, sempre della stessa famiglia Benetton. I rappresentati di Aspi erano stati invitati alla cerimonia dal sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione, Marco Bucci.

La notizia della presenza alla celebrazione di manager di Aspi e Atlantia era stata diffusa ieri anche se non erano stati resi noti i nomi dei partecipanti. Oltre al discusso Castellucci, a Genova c'è anche Fabio Cerchiai che dal 2010 è presidente sia di “Autostrade per l'Italia” che di Atlantia.

Ma la presenza della delegazione di Autostrade per l'Italia è durata poco. I rappresentanti hanno, infatti, lasciato la cerimonia dopo le forti proteste di alcuni parenti delle vittime.

In ricordo delle persone che hanno perso la vita nel tragico crollo del ponte Morandi sono state organizzate anche altre iniziative. Dall’alba, nei caselli della Liguria e in quelli dei principali snodi italiani è stata affissa una coccarda nera in segno di lutto.

Inoltre, alle 11.36, ora in cui lo scorso anno avvenne il crollo, su tutti i pannelli a messaggio variabile della rete Aspi comparirà per un minuto un messaggio di ricordo per le vittime. Prevista anche la celebrazione di una Santa Messa presso la chiesa dell’Autostrada del Sole, realizzata proprio accanto al tracciato autostradale, alla quale parteciperanno rappresentanti dei lavoratori provenienti da tutte le sedi del territorio e tutti i direttori di tronco.

In questo giorno di dolore, anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, attraverso un messaggio pubblicato sulle pagine del Secolo XIX, ha fatto sentire la sua voce mostrando vicinanza ai parenti delle persone morte.

"Ci separa da quel tragico avvenimento un anno che non è trascorso invano", ha scritto Mattarella. "Un progetto di nuovo ponte, lineare, solido e bellissimo, è pronto e già sono stati avviati lavori per la sua costruzione. Il nuovo ponte sarà in grado di ricucire, anzi, per usare un termine caro a Piano, di 'rammendare' la ferita inferta dal crollo, riconnettendo una città spezzata, non solo materialmente, in due". Rammendare, però, sottolinea con forza il Presidente, "non significa cancellare" perchè il nuovo ponte "ricorderà per sempre quelle vittime innocenti, sepolte dalle macerie di una tragedia, causata dall'uomo, che si poteva e doveva evitare. Nulla può estinguere il dolore di chi ha perso un familiare o un amico a causa dell'incuria, dell'omesso controllo, della colpevole superficialità, della brama di profitto".

In quei drammatici momenti di un anno fa "fu ben chiaro che la tragedia di Genova era la tragedia dell'Italia intera e che tutta l'Italia si stringeva, in un abbraccio ideale, attorno a Genova e ai genovesi", ha ricordato Mattarella.

Essere a Genova il 14 agosto di quest'anno vuol dire "fare memoria, dolorosa e composta, delle quarantatré persone che rimasero uccise" per ribadire "la vicinanza e la solidarietà della Repubblica italiana alle loro famiglie". Ognuna di esse "aveva una sua storia, una sua provenienza geografica, un universo di relazioni e di affetti, un volto, un nome. Nel loro nome dobbiamo pretendere che la giustizia vada fino in fondo, senza remore, svelando responsabilità e sanzionando colpevoli".

La presenza delle più alte istituzioni alla commemorazione delle vittime del ponte Morandi, ha concluso Mattarella, "ha il significato di testimoniare unanime sostegno, non solo a parole, a una città e alla tenacia e al coraggio dei suoi abitanti, che hanno diritto alla rinascita economica e sociale attraverso lo sviluppo di una rete di infrastrutture e servizi capace di accompagnarne ed esaltarne lo spirito imprenditoriale".

Commenti

Capellonero

Mer, 14/08/2019 - 11:18

Non vorrei che qualcuno mi fraintendesse, i contestari non hanno fatto bene a fischiare, perché, se é vero che si sapeva che il ponte non era sicuro, perché ci sono passati?????????????Non si puo' piangere se si va incontro a qualcosa che si sa o per lo meno si tenta di evitarlo,non trovo corretto adesso piangere per iu Benetton, il governo o tominelli se sapeva che il ponte era pericoloso, perché non ha preso provvedimenti PRIMA!!!!!!! W l'Italia!.

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 14/08/2019 - 11:28

Gli "italiani" che hanno subito il lutto, stanno dalla parte di Toninelli per la revoca della concessione. Forse per Salvini questi non sono italiani o italiani di serie B

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 14/08/2019 - 11:55

Hanno fatto BENISSIMO a contestare la presenza dei pezzi da 90 di ASPI:cosa sono andati a fare li? Passerella mostrando un viso contrito (fasullo) quando in realtà delle vittime non gliene frega nulla come non gliene fregava prima? Se avessero operato con coscienza invece di badare solo al profitto, il crollo non ci sarebbe stato e nemmeno 43 morti. Quindi di questi burattini in giacca e cravatta i parenti possono e devono farne volentieri a meno. Senza contare che i dirigenti dovrebbero essere in galera,a cominciare da quelli che il giorno dopo la tragedia festeggiavano Ferragosto a caviar et champagne.

VittorioMar

Mer, 14/08/2019 - 12:28

..sapete dirmi o qualcuno E' INFORMATO DELLA PRESENZA Dell'On.DEL RIO ??

Calmapiatta

Mer, 14/08/2019 - 13:03

Ma ancora nessun indagato......

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Mer, 14/08/2019 - 13:07

Bravo Presidente!

Ritratto di pinox

pinox

Mer, 14/08/2019 - 13:25

al contrario dei nostri vicini svizzeri e austriaci che incassano dagli utenti dell autostrade degli abbordabilissimi ticket annuali o settimanali senza limite di kilometraggio, noi qui incassiamo circa 8-10 euro a veicolo ogni 100 km percorsi e questo vuol dire che in italia non incassiamo una montagna di soldi ma una catena montuosa di soldi rispetto agli altri paesi per gli accessi in autostrada....pero' i ponti cadono qui da noi....e guarda a caso le finanze del gestore vanno talmente bene, che si puo' permette oltre che rinviare di vent'anni le manutenzioni urgenti di acquisire altre autostrade all'estero senza che nessuna autorità faccia alcun controllo....quindi la domanda sorge spontanea: ma noi paghiamo così tanto le autostrade perchè la manutenzione viene fatta e costa molto di piu' che all'estero, oppure paghiamo di piu' perchè è stato deciso che qualcuno deve arricchirsi?....ma arricchirsi a fondo perduto e in cambio di niente?

mifra77

Mer, 14/08/2019 - 15:44

@pipporm, se fosse vero quello che affermi, i gestori del ponte non sarebbero stati chiamati a partecipare alla gestione anche di Alitalia(Ti pare li abbia interpellato Salvini?)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 14/08/2019 - 16:01

@Capellonero - si sapeva negli anni 2007, richiesta poi rifatta nel 2013 e 2017 per la manutenzione. Finita nel vuoto. Chi governava?

Capellonero

Mer, 14/08/2019 - 16:18

A me non interessa chi governava,io dico che non bisogna piangere sempre dopo che il fatto é avvenuto, soprattutto che si sapeva che il ponte non era sicuro capito??? E' il vizio di noi italiani di piangere dopo che si é appurato il soppruso!!!! Caro Leonidas non si deve sempre dire campa cavallo che l'erba cxresce!!! ciao e buon ferragosto! Wl'Italia!.

un_infiltrato

Mer, 14/08/2019 - 17:14

Domanda senza invito.. ma, a un anno data, almeno uno solo dei responsabili è andato in galera?

Capellonero

Mer, 14/08/2019 - 17:32

Per me la prigione non porta a nulla, il rimorso che hanno quella gente fa piu' male della prigione!!!!! W l'Italia!.

caren

Mer, 14/08/2019 - 17:41

Eg. pipporm, mi congratulo con te.

Divoll

Mer, 14/08/2019 - 18:38

Dovevano andarsene strisciando.

Ritratto di prisco

prisco

Mer, 14/08/2019 - 19:33

quei signori volevano partecipare alla funzione, come da invito ricevuto,ma inaspettatamente sono stati allontanati

venco

Mer, 14/08/2019 - 20:22

Certamente che i colpevoli sono i gestori privati di autostrade

Una-mattina-mi-...

Mer, 14/08/2019 - 20:52

FACCIO PRESENTE CHE I BENETTON SONO ANCORA LI' CHE SPARANO PACIFICHE BOIATE, IMPUNITI, TOSCANI INCLUSO...