Grosseto, spara e ferisce ladro. Tam tam online: "Poeti sindaco subito"

Una pagina su facebook ha già raccolto qualche migliaio di adesioni. L'avvocato: "È sereno, ha ricostruito tutto"

Quando ha visto i ladri che cercavano di entrargli in casa, nel suo podere a Querciolo, frazione non lontana da Grosseto, Bruno Poeti ha aperto il fuoco. I rapinatori sono scappati e uno di loro, il 38enne Nicolai Farcas, è stato portato dai complici in ospedale, ferito alla schiena e operato d'urgenza.

Poeti, ex poliziotto di 64 anni, ora agricoltore, è stato fermato ieri, accusato di tentato omicidio per avere sparato. Una decisione, quella degli inquirenti, che non tutti hanno condiviso, tanto che online comincia a diffondersi un certo malcontento, veicolato su una pagina a sostegno dell'uomo.

"Bravo Bruno Poeti facciamolo sindaco", scrivono in molti su una pagina facebook (Io sto con Bruno Poeti), che finora ha raccolto qualche migliaio di adesioni. Intanto a parlare è il suo legale, Adriano Galli. "E' tranquillo e sereno - dice -, ha ricostruito tutto quello che è successo: ha sparato solo tre colpi, uno verso il basso e due in aria".

"I rapinatori lo hanno quasi aggredito - aggiunge l'avvocato, ricostruendo la vicenda -. Uno gli ha lanciato addosso un faretto lampeggiante e un altro brandiva una spranga". E a questo punto l'ex poliziotto avrebbe aperto il fuoco.

Commenti

petrustorino

Gio, 11/02/2016 - 15:15

poeti subito non solo sindaco ma presidente della Repubblica

petrustorino

Gio, 11/02/2016 - 15:16

poeti non solo sindaco subito ma subito presidente del Consiglio o presidente della Repubblica