I due motociclisti travolti Ecco il video dell'incidente

Ecco la sequenza dell'incidente in Val Susa costato la vita ad Elisa Ferrero che si trovava a bordo di una moto in compagnia del fidanzato Andrea Penna

Immgini che fanno riflettere. Ecco la sequenza dell'incidente in Val Susa costato la vita ad Elisa Ferrero che si trovava a bordo di una moto in compagnia del fidanzato Andrea Penna. Nelle immagini è possibile vedere il furgone alla cui guida c'è Maurizio De Giulio, avvicinarsi alla moto per poi travolgerla alla rotonda. La moto di fatto viene letteralmente trascinata via dal van che la travolge il pieno. E così adesso gli investigatori avranno un quadro più chiaro sulla dinamica dell'incidente. Di fatto a scatenare la reazione di De Giulio sarebbe stato un diverbio per una precedenza avuto proprio col ragazzo alla guida della moto. De Giulio subito dopo la lite avrebbe inseguito i due ragazzi colpendoli poi con il Transit. De Giulio in questo momento è accusato di omicidio volontario. Andrea Penna intanto prosegue il suo percorso di recupero dopo le ferite gravi riportate per l'incidente. Le sue condizioni al momento restano gravi. Nulla da fare per la ragazza che è morta sul colpo. (Clicca qui per guardare il video dell'incidente)

Commenti

accanove

Gio, 27/07/2017 - 09:14

omicidio preterintenzionale, tentato omicidio, recidività.....non c'è molto da discutere nonostante i blateramenti dell'accusato e della compagna, forse l'ergastolo è anche poco per questa gente, mine vaganti, killer a timer, è al pari di un terrorista.

dare 54

Gio, 27/07/2017 - 09:37

Guida pericolosa in stato di ebbrezza; lesioni; tentato omicidio ed omicidio, aggravati dallo stato psicofisico deliberatamente alterato da alcol e droghe, e con precedenti comportamenti pericolosi dello stesso genere. E buttate la chiave!

Marzio00

Gio, 27/07/2017 - 09:44

In cella a pane e acqua per tutta la vita in modo che si ricordi ogni giorno della sua vita cosa ha fatto.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 27/07/2017 - 10:03

Ha usato il furgone come un'arma. Omicidio volontario, ergastolo secco. Poteva uccidere entrambi. Indifendibile!

Blueray

Gio, 27/07/2017 - 11:07

Ergastolo.

giannide

Gio, 27/07/2017 - 11:18

...Perchè lo chiamate incidente...

sukram

Gio, 27/07/2017 - 11:35

Una cosa orribile. Mi pare di essere a Honduras, ove vige la più alta quota di omicidi al mondo. Questo, perchè dopo du anni di galera escono dal carcere per buona condotta o quant'altro. Per un omicidio del genere darei l'egastolo e lavoro forzati a vita, e vedrete che ci pensano prima di ammazzare una persona in questo modo.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Gio, 27/07/2017 - 11:47

Non c'è rimedio per uno così, è irrecuperabile e sarà sempre un grave pericolo per la società: ergastolo!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 27/07/2017 - 12:11

Pena di morte...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 27/07/2017 - 12:42

Omicidio volontario con l'aggravante dei futili motivi , considerando che il conducente del furgone aveva a bordo compagna e figlioletto, ritengo che sia una persona pericolosa per la società senza possibilità di recupero.

fedeverità

Gio, 27/07/2017 - 12:47

ERGASTOLO!!!!!!!!!!!!

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 27/07/2017 - 13:45

....Almeno 20 anni... Ma che lo siano veramente, cosicchè possa "meditare" per bene.

Ritratto di Muk

Muk

Gio, 27/07/2017 - 13:54

Non è un incidente è un omicidio. Penso al dolore del dott. Ferrero, il papà, un grandissimo medico e professore preferito di mia figlia (sua studente). Non credo di aver mai letto parole più profonde sulla morte di una figlia: "Elisa, tu sei speciale, quando una ragazza ci lascia improvvisamente e in un modo così tragico e perché ha concluso il suo percorso terreno e va ricoprirne un altro, è inutile chiedersi perché sia successo". Sono rarissime le persone cosi "consapevoli" della Vita.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 27/07/2017 - 17:30

buttare la chiave, il tipo DEVE MORIRE in GALERA ! PS soffrendo le pene dell'Inferno !

Ernestinho

Ven, 28/07/2017 - 09:14

Come si fa a negare la volontarietà del gesto questo è un mistero!

Ernestinho

Ven, 28/07/2017 - 10:02

E ci sono pure avvocati "azzeccagarbugli" che lo difendono!