Intasca la pensione del padre, morto 12 anni prima: denunciato

Per ripianare il debito con lo Stato, le fiamme gialle hanno confiscato conto corrente e una palazzina

Ha incassato per anni la pensione del padre, morto ormai da tempo, ricevendo circa 230 mila euro dall'Inps. La Guardia di finanza di Civitavecchia (Roma), che ha condotto accertamenti nei confronti dell'uomo, lo ha denunciato per il reato di indebita percezione di erogazioni, a danno dello Stato.

Il 62enne, residente a Santa Marinella, si faceva accreditare mensilmente 1.600 euro su un conto corrente cointestato col padre, morto in realtà nel 2006. In dodici anni, l'uomo era riuscito a farsi pagare 230mila euro di pensione, dei quali 153mila erano già stati spesi, mentre 77mila risultavano ancora depositati sul conto.

Le fiamme gialle, accertato il reato, hanno dato esecuzione al provvedimento di sequestro emesso dal gip del tribunale di Civitavecchia, che ha stabilito la confisca del conto corrente, sul quale venivano versati i soldi della pensione, e di un libretto postale. Inoltre, i militari hanno messo i sigilli a una palazzina indipendente, di proprietà dell'indagato, sostitutiva dell'importo già speso. Infatti il valore della villa sarebbe di 350mila euro.

L'operazione della Guardia di finanza si inserisce nell'ambito di un piano di contrasto alle frodi nei confronti dello Stato.

Commenti

titina

Sab, 14/07/2018 - 18:34

ogni decesso dovrebbe essere comunicato all'inps da parte del Comune di residenza.

stefano751

Dom, 15/07/2018 - 13:49

Questo dimostra come funziona male l'INPS, un carrozzone di impiegati che fa acqua da tutte le parti e ci costa una marea di denaro.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 15/07/2018 - 14:40

Ma come può essere? Nel 2018 le amministrazioni pubbliche non sono collegate? Non c'è l'obbligo di comunicare certi dati alla PA? Nessuno ci ha mai pensato prima? Farabutti! Questo è un chiaro segno di menefreghismo da parte dei dirigenti di queste amministrazioni. Spero che il governo tagli pesantemente lo stipendio agli alti dirigenti statali! Se vogliono fare i milionari vadano a lavorare sodo nel settore privato... sempre che ci riescano e sempre che gli diano certi stipendi.