Lettera di Ratzinger "tagliata": si dimette monsignor Viganò

Polemiche sulle omissioni nella missiva del Papa Emerito, lascia il capo della segreteria della comunicazione vaticana

Monsignor Dario Edoardo Viganò si è dimesso. Papa Bergoglio ha infatti accettato la rinuncia del Prefetto per la Segreteria della Comunicazione. Il nome del monsignore era finito al centro delle cronache per via della lettera di Joseph Ratzinger sui dieci "piccoli volumi" riguardanti La teologia di Papa Francesco.

Viganò, durante la presentazione dell'iniziativa editoriale, aveva letto una missiva inviatagli dal papa emerito. Numerose polemiche, poi, erano state sollevate in virtù della scoperta di passaggi mancanti. Le critiche dei giorni successivi, quindi, potrebbero aver portato a questa decisione. Alcuni siti e blog tradizionalisti, dopo la diffusione dell'intero testo del teologo tedesco, avevano chiesto la pubblicazione di altre due lettere: quella che Viganò avrebbe inviato a Benedetto XVI per chiedergli una "breve e intensa pagina teologica" e quella relativa alle sue dimissioni. Il Segretariato del dicastero, in attesa di una nuova nomina, verrà affidato a monsignor Lucio Adriàn Ruiz. La novità è stata comunicata dal portavoce della Santa Sede, Greg Burke.

Lascia, così, uno degli uomini centrali per la comunicazione vaticana. Tra le ultime iniziative annunciate dal suo dicastero, quella di un film non sul papa, ma con il papa, scritto e diretto dal celebre regista Win Wenders.

La vicenda della lettera di Ratzinger, a cui il comunicato del Vaticano non fa tuttavia riferimento, è stata al centro delle polemiche per una intera settimana: Viganò avrebbe letto solo una parte di un testo che, con ogni probabilità, sarebbe dovuto rimanere "riservato e personale". Le parti "omesse" erano relative alle motivazioni per cui il papa emerito, in realtà, aveva comunciato di non poter introdurre i libri che gli erano stati donati: ragioni fisiche, impegni pregressi e, presumibilmente, la presenza tra gli autori di un teologo anti-Ratzingeriano. Un'esigenza di "riservatezza" sarebbe stata all'origine di queste "omissioni".

La foto della lettera che era stata "diffusa", poi, secondo quanto rivelato da un anonimo all'Associated Press, sarebbe stata "manipolata". Le parti più "sensibili", insomma, sarebbero state in qualche modo oscurate. La Santa Sede, in riferimento a quest'ultimo fatto, ha specificato che nessuna manipolazione è avvenuta sulla fotografia, che sarebbe invece il frutto di un'opera "artistica". Viganò, intanto, ha lasciato il dicastero che guidava.

Papa Francesco ha specificato di aver accettato le dimissioni "non senza qualche fatica". "A seguito dei nostri ultimi incontri e dopo aver a lungo riflettuto e attentamente ponderate le motivazioni della sua richiesta a compiere 'un passo indietrò nella responsabilita diretta del dicastero per le comunicazioni' - ha sottolineato il pontefice argentino - rispetto la sua decisione e accolgo, non senza qualche fatica, le dimissioni da prefetto". Bergoglio ha comunque chiesto a Viganò di restare all'interno del dicastero per la comunicazione come assessore per continuare il lavoro iniziato.

L'ex prefetto per la Segreteria della Comunicazione ha espresso la volontà di farsi da parte attraverso una lettera: "Padre Santo - si legge nella missiva - in questi ultimi giorni si sono sollevate molte polemiche circa il mio operato che, al di li delle intenzioni, destabilizza il complesso e grande lavoro di riforma che Lei mi ha affidato nel giugno del 2015 e che vede ora, grazie al contributo di moltissime persone a partire dal personale, compiere il tratto finale...". Troppe critiche, insomma, le stesse che avrebbero potuto in qualche modo ostacolare l'opera di riforma intrapresa da papa Francesco.

Commenti
Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mer, 21/03/2018 - 12:34

Ogni tanto una buona notizia.

PaolodC

Mer, 21/03/2018 - 12:35

Era il minimo che poteva fare. Che vergogna, mentire così spudoratamente. Sarebbe questo il nuovo corso di papa Francesco?

daniel66

Mer, 21/03/2018 - 12:57

FUORI UNO! MEGLIO DI NIENTE.

salvatore40

Mer, 21/03/2018 - 13:10

Il potere è una macina che stritola e logora in primis quelli che stanno nelle sue vicinanze !

greg

Mer, 21/03/2018 - 13:16

Questa chiesa bergogliana assomiglia sempre più ad una casa per appuntamenti. e le baldracche che vi abitano sono tutti vestiti di rosso cardinalizio, con un portiere vestito di bianco che non fa altro che ridere, ridere, ridere, sempre alla ricerca di una telecamera e di un microfono

Happy1937

Mer, 21/03/2018 - 13:17

Io penso che come al solito volino gli stracci. Probabilmente Mons. Vigano`altro non è che un servo obbediente a ordini superiori.

glasnost

Mer, 21/03/2018 - 13:20

Ma non sarebbe meglio per tutti se questa chiesa la smettesse di creare FAKE NEWS per poter apparire come brava e degna di ammirazione? Ma si limitasse a predicare il Vangelo, secondo la sua missione? Il nuovo corso di Francesco sarà mica indicato da Soros?

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mer, 21/03/2018 - 13:24

Mi sa tanto che da queste parti (VATICANO) siano messi peggio di noi.

diesonne

Mer, 21/03/2018 - 13:31

diesonne VIGANO CHIEDA SCUSA A PAPA BENEDETTO OER LA GRAVE OFESA

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 21/03/2018 - 13:32

Ha avuto la dignità di togliersi di torno, però la brutta immagine creata sarà molto difficile dimenticarla.

un_infiltrato

Mer, 21/03/2018 - 13:33

@PaolodC (Mer, 21/03/2018 - 12:35) - Con tutto il rispetto... temo che Ella non abbia CAPITO come si sono svolti i fatti. Nel Web c'è una lunga pagina in riferimento che Le sarebbe utile... confutare. Con tutto il rispetto, mi creda.

Tarantasio

Mer, 21/03/2018 - 13:37

si è fatto sentire il diretto interessato... così si spiegano le dimissioni obbligate...

Ritratto di Terenzio-Plauto

Terenzio-Plauto

Mer, 21/03/2018 - 13:46

troppo furrrbo!

dagoleo

Mer, 21/03/2018 - 13:54

Ratzinger ha detto la sua opinione in merito senza infingimenti e senza ipocrisie. Ipocriti sono stati in Vaticano nell'aver cercato di camuffare e nascondere il reale contenuto della lettera per attribuirle una legittimazione che in realtà da parte di Ratzinger non c'è stata. Bene ha fatto Viganò a dimettersi ed ora bene farebbe anche Bergoglio a dimettersi. Tornatene a pascolare armenti nella pampa, pastore di pecore e non di anime.

Ritratto di italiota

italiota

Mer, 21/03/2018 - 14:04

ma un emerito " 'sticazzi " non ce lo mette nessuno ?

soltantolaverita'

Mer, 21/03/2018 - 14:49

CI hanno illusi per duemila anni... soltanto la verita'

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Mer, 21/03/2018 - 15:16

forse e' meglio rivedere il concilio vaticano secondo

Luprotts70

Mer, 21/03/2018 - 15:24

Il Vaticano sta diventando come il PD...

PaoloPan

Mer, 21/03/2018 - 15:33

Bergolio e i suoi fanatici servitori stanno umiliando la Chiesa di Cristo. Vergognatevi

PaoloPan

Mer, 21/03/2018 - 15:36

Bergolio vergognati!

accanove

Mer, 21/03/2018 - 15:36

....un burdel, fortuna che dovrebbero essere i pastori della verità.....

Ritratto di elio2

elio2

Mer, 21/03/2018 - 16:33

Purtroppo questo vergognoso monsignore, che fa parte della chiesa voluta dell'imam d'oltre Tevere, non tornerà mai a fare il parroco, verrà destinato ad altro incarico e magari pure promosso a fare altre porcate da un seggio più alto, e senza scusarsi con il nostro Papa Benedetto XVI.

Triatec

Mer, 21/03/2018 - 16:36

Sono gli stessi che chiedono serietà alla politica. Guardare un attimo in casa propria non sarebbe poi così male invece di lamentarsi, come ha fatto mons. Galantino, per i cattolici che non hanno mostrato una sensibilità politica adeguata.

Ritratto di scaligero

scaligero

Mer, 21/03/2018 - 16:48

Maledetti manipolatori di lettere e di Vangeli,....la paghereta !

Anonimo (non verificato)

Godric_Gryffindor

Mer, 21/03/2018 - 17:24

Chissenefrega se Mons. Viganò se ne è andato a far danni da qualche altra parte Chi dovrebbe togliersi dalle scatole sta qualche gradino sopra quel pennivendolo.

Nonmimandanessuno

Mer, 21/03/2018 - 17:41

Certo un colpevole bisognava trovarlo, ma chi lo aveva istruito? E se non cifossero persone serie che hanno dimostrato il falso, che idee inesatte si potevano fare le persone semplici, sia di Bergoglio che di Ratzinger?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 21/03/2018 - 18:09

Un parassita in meno....speriamo che altre teste cadano.

apostata

Mer, 21/03/2018 - 18:46

Per chi crede l’ironia di guzzanti, può essere eccessiva, ma anche chi crede deve ammettere che le feroci dissacrazioni, godibili per l’estro, l’inventiva, l’intelligenza, partano da presupposti veri, siano giuste nell’evidenziare nefandezze della chiesa. Le condanne proclamate anche platealmente da francesco, non hanno effetto. L’elenco sarebbe lungo. L’immobilismo crea dubbi sulla volontà di affrontare i problemi e giustifica il sarcasmo. Recentemente l’attore ha toccato il sospetto di tutti che il papa non abbia alcun potere, che il potere all’interno del vaticano sia nelle mani di un forte, spregiudicato apparato burocratico impegnato per assicurarsi continuità (cfr. youtube: propaganda live - corrado guzzanti - il ritorno del monsignor florestano pizzarro).

Vostradamus

Mer, 21/03/2018 - 20:53

Il pampampero, se non fosse un pagliaccio, dovrebbe dimettersi

moichiodi

Mer, 21/03/2018 - 21:10

Ah! Ah! Ah! Il pontefice argentino in grassetto. Ormai al giornale sono attaccati a qualche canna.....

sparviero51

Mer, 21/03/2018 - 21:27

CRISTO ,SE CI SEI BATTI UN COLPO !!!

ilrompiballe

Mer, 21/03/2018 - 22:17

Quando si trasforma la religione in un circo mediatico (apparire più che essere) le conseguenze si vedono. E la Chiesa da troppo tempo sembra più un circo che un luogo di preghiera. Troppo rumore, troppe chiacchiere, pochi pensieri.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/03/2018 - 01:08

Lettere tagliate? Sistema politburo sovietico?

abocca55

Gio, 22/03/2018 - 08:54

Con tutti i veri problemi che ci sono nel mondo stiamo a perdere tempo su queste stupidate.

abocca55

Gio, 22/03/2018 - 08:58

Sono CAshmire duri...

tosco1

Gio, 22/03/2018 - 09:07

Io avevo gia' detto la mia, pero', ripensandoci bene, io penso che non sia punibile, come non e' punibile il sottoposto che rispetta gli ordini superiori.E allora.? Aspettiamo. Qualche fulmine e' gia' caduto sulla cupola di San Pietro.