Abu Omar, ex imam di viale Jenner, condannato a sei anni di carcere

L'accusa è di associazione a delinquere con finalità di terrorismo

Abu Omar, l'ex imam della moschea milanese di viale Jenner, è stato condannato dal gup Stefania Donadeo a sei anni di reclusione, con l'accusa di associazione per delinquere con finalità di terrorismo internazionale.

Una condanna che arriva al termine di un processo celebrato con rito abbreviato in contumacia, perché l'imam si trova in Egitto. Abu Omar, che undici anni fa fu prelevato da uomini della Cia, in una "extraordinary rendition" che secondo l'accusa fu portata a termine con la complicità del Sismi, era sotto indagine in un'inchiesta della Digos.

Sequestrato il 17 febbraio 2003, Abu Omar fu portato in Egitto, dove subì anche torture. Dal Cairo non è mai arrivata una risposta al mandato di catura internazionale ottenuto nel 2005. L'ex imam e altri tredici stranieri avrebbero creato tra il 2000 e il 2003 un'associazione con "lo scopo di compiere atti di violenza con finalità di terrorismo in Italia e all'estero", che riferiva alla sigla Ansar al Islam.

Per il sequestro di cui Abu Omar fu vittima sono state emesse 33 condanne. 23 di queste, per agenti della Cia, sono definitive. Il 16 dicembre si terrà in Cassazione l'udienza per gli ex vertici del Sismi Nicolò Pollari e Marco Mancini, condannati a 10 e 9 anni di reclusione.

L'ex imam di viale Jenner ha commentato la condanna all'Aki-Adnkronos International, definendola utile "solo a giustificare la grazia concessa all'agente della Cia", Joseph L. Romano III.

Maurizio Gasparri (Forza Italia) ha chiesto "pubbliche scuse" per i servizi segreti, che hanno "agito nell'interesse della Nazioni e a fini di sicurezza".

Commenti

Roberto Casnati

Ven, 06/12/2013 - 11:30

Evviva! Forse qualche magistrato ha ancora le palle!

ClaudioB

Ven, 06/12/2013 - 11:40

Io a quelli della CIA e ai nostri servizi avrei dato una medaglia per averci liberato da questo terrorista. Altro che condanna....

DIAPASON

Ven, 06/12/2013 - 12:01

Una faccia cosi' non dovrebbe neanche circolare in un paese serio. In italia abbiamo una poltrona per la rappresentante dei clandestini, che con chiacchiere eversive li vorrebbe massificare. ORRORE

peuceta

Ven, 06/12/2013 - 12:21

I nostri agenti condannati tra i nove ed i dieci anni di carcere e questo terrorista schifoso condannato (in contumacia, rectius: non si farà nemmeno un minuto di prigione) a sei anni?????? Continuiamo, continuiamo con questa "Giustizia" del cavolo....vergogna!

nonnoaldo

Ven, 06/12/2013 - 12:25

Abu Omar, per terrorismo, condannato a sei anni. I capi del Sismi a dieci. Qualcosa non quadra.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 06/12/2013 - 12:33

Il colmo della stupidità!!! Vi lamentate per una condanna al cavaliere che ha avuto tutte le possibilità di difendersi e non vi indignate per la condanna a una persona a cui è stata impedita ogni difesa causa una deportazione illegale!

alberto_his

Ven, 06/12/2013 - 12:54

Ora si darebbero medaglie anche a chi delinque, a chi, pur dovendo rappresentare la legge, ne agisce in pieno spregio. Questo giusto per tacere del rispetto della sovranità nazionale violatà al momento della rendition illegale. I tribunali si sono espressi secondo la legge, in un caso e nell'altro. Di certo nessun atlantista concederà la grazia in questo caso.

electric

Ven, 06/12/2013 - 13:02

Non c'è qualche altro scemetto di turno che definisce Berlusconi 'pregiudicato'?

Ritratto di Senior

Senior

Ven, 06/12/2013 - 13:51

E "certa gente", seguendo l'ordine di scuderia, fece tanto baccano, quando fu arrestato in italia da CIA e "Servizi segreti" italiani. Questo tanto per andare contro l'America, come se avessero arrestato un sant'uomo. senior

CALISESI MAURO

Ven, 06/12/2013 - 13:56

Quindi in contumacia, quindi libero sicuramente, chi ci ha rimesso sono i nostri dei servizi. Bel colpo:))

Sapere Aude

Ven, 06/12/2013 - 14:12

# Omar El Mukhtar. Da cosa doveva difendersi? Le sue erano chiacchere di portatore di morte. Non abbiamo bisogno di gente che la pensano come lui. E neppure di te (fuori dalle balle), se fai paragoni idioti – sempre tu non sia un italiano dal nick islamizzato. Passi, se ti attrae la religione. Mi fa imbestialire invece se la scelta è di remare a favore del terrorismo (avere la lingua biforcuta). Ti schiafferei agli arresti per sempre!

jeanlage

Ven, 06/12/2013 - 14:19

Associazione a delinquesre con finalità di terrorismo internazionale: 6 anni Una telefonata alla quastura per rilasciare Ruby: 7 anni. Vi sembra normale?

Antonio43

Ven, 06/12/2013 - 14:30

Un terrorista è avvantaggiato dal fatto che chi lo persegue lo deve fare secondo la legge, questo è risaputo e per questo certi servizi di polizia possono agire diciamo con un certa libertà. Lo scopo è quello di evitare di far correre rischi gravi a persone innocenti, perchè i terroristi questo fanno, colpiscono volutamente come e dove la loro azione risulti maggiormente clamorosa. Certo colpisce il fatto che è arrivata molto prima la condanna ai nostri agenti e più pesante di quella di questo farabutto imam il quale non credo che in Egitto sia rinchiuso da qualche parte e non credo che abbia chiesto di tornare da noi per discolparsi. Per cui bene ha fatto alla fine questo magistrato ad emettere una condanna, finalmente, con buona pace di chi ancora tenta di difenderlo o approva la condanna ai nostri agenti perchè non si sono attenuti alla legge.

steacanessa

Ven, 06/12/2013 - 14:34

Ma non era un santo perseguitato dai torvi servizi occidentali?

maxaureli

Ven, 06/12/2013 - 14:36

Questo giudice si fa' le canne con crack se ha condannato omar. Non e' giustizia tipica italiana.... LOL LOL

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Ven, 06/12/2013 - 14:58

Prima si lasciano scappare i buoi e solo dopo si chiudono i cancelli. Come siamo conciati!!!

Ritratto di chris_7

chris_7

Ven, 06/12/2013 - 15:03

@omar el mucktar quei simpaticoni della CIA avevano fatto solo il loro dovere arrestando un terrorista, e "noi" poveri tonti li abbiamo condannati. cmq abbiamo ancora un giudice che non si preoccupa del politicamente corretto, cmq di anni gliene servivano almeno 20.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/12/2013 - 15:21

@Senior: forse le sfugge la definizione di "Stato di diritto": non devono essere i servizi a decidere chi è colpevole e chi no! abbiamo i tribunali e come vede hanno fatto il loro dovere

SPQP

Ven, 06/12/2013 - 15:23

Chi ha sconfessato a suo tempo sia la CIA che il nostro SISMI? La procura di Milano! giudici conniventi col terrorismo internazionale come dimostrano oggi i fatti. E Pollari pagherà il conto. Che schifo questa magistratura=dittatura che rema contro sempre.

angelomaria

Ven, 06/12/2013 - 15:33

nella sua patria!!

angelomaria

Ven, 06/12/2013 - 15:36

bassof l'illuso del giorno lowin

Raoul Pontalti

Ven, 06/12/2013 - 15:45

E' uno spasso leggere gli sragionamenti dei bananas! La CIA avrebbe fatto bene, con la complicità degli schiavetti italiani, a rapire il terrorista Abu Omar: bravi bananas! Assumendo per comodità di ragionamento come scontata l'ipotesi (perché avvalorata dalla condanna del gup, in contumacia e senza dibattimento) di Abu Omar terrorista, mi spiegate o bananas in che cosa consisterebbe la bravura degli scimuniti dei nostri servizi e dei cowboys della CIA? Gli scimuniti e i cowboys andarono a sottrarre alla magistratura milanese il barbuto imam chiacchierone, millantatore, truffatore e al servizio di vari servizi (tra cui la stessa CIA a quanto pare) che era già nel mirino della polizia meneghina per portarlo clandestinamente (e maldestramente) in dispregio alla legge in Egitto nell'ambito di una extraordinary rendition per farlo colà torturare dai servizi segreti di Mubarak. Con la tortura egiziana si appurò che con il terrorismo Abu Omar non aveva nulla a che fare (più precisamente: con il terrorismo che infastidisce gli Yankees, perché quello che infastidisce Iran, Siria e Russia ha invece la benedizione della CIA con relativi foraggiamenti) e quindi fu rimesso in libertà. Siffatta operazione però interruppe prima e poi quindi ritardò l'inchiesta milanese conclusasi solo ora (quanto correttamente lo vedremo, ma ciò esula dal presente commento)e ditemi quindi o bananas come sia stata utile quella stupida extraordinary rendition che fu compiuta maldestramente con conseguente sputtanamento mondiale degli autori, si concluse con il giudizio di non pericolosità di Abu Omar ritardando un'inchiesta che alla fine invece ha concluso l'esatto contrario, ossia che Abu Omar è complice del terrorismo. Forse sarebbe stato meglio dal vostro stesso punto di vista di cacciatori di terroristi islamici alla Renato Farina (alias agente Betulla) soprassedere a risibili e illegali rapimenti e lasciar fare sin d'allora ai giudici che voi chiamate ora con le palle.

Massimo Bocci

Ven, 06/12/2013 - 15:50

Ma il regime degli azzecca garbugli COMUNISTI!!! Non hanno condannato già i galantuomini che lo avevano accertato, già ma non erano affiliati comunisti di regime come loro e questo è incostituzionale se non è una cricca comunista che detta le regole del regime dei LADRI!!!!

igiulp

Ven, 06/12/2013 - 15:58

Un terrorista che, grazie alla nostra magistratura, è stato indennizzato per il "rapimento" con 1 milione di euro (lui) e 500 mila euro (la moglie), viene ora condannato in quanto tale. Misteri della nostra (in)giustizia.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 06/12/2013 - 16:21

... Il suo sequestro e l'immediata consegna agli egiziani, fu una "grande perdita" per il nostro Paese, tant'è che i responsabili, anziché essere premiati, sono stati processati. Noi siamo fatti così, che ci volete fare! E' una delle tante stranezze delle istituzioni del nostro Paese, che non capiamo.

Massimo Bocci

Ven, 06/12/2013 - 16:30

x igiulp,........Gentilissimo si è scordato l'aggettivo QUALIFICATIVO , dopo (in) giustizia....di REGIME DI LADRI!!! COMUNISTI!!!

blackbird

Ven, 06/12/2013 - 17:01

@ bassfox: forse le sfugge ilsignificato di "Stato di diritto". Semplicemente significa che nelle controversie legali tra lo Stao e il Cittadino, entrambi hanno gli stessi diritti. Quello che lei ed altri invocano come "Stato di diritto" è invece il "diritto alla difesa", che non sempre viene applicato quando non si vogliono ascoltare tutti i testi a discolpa o non si vogliono esaminare, o richiedere a Paesi stranieri la trasmissione della copia, o si fanno processi in contumacia. Nel caso in questione, forse la CIA temeva che Abu Omar, in Italia, facesse la stessa fine di Abu Abbas: agevolato a scappare!

fedele50

Ven, 06/12/2013 - 17:20

raoulle vomitalto, ancora co sta banana , imbecillone parolaio , , usa bene quella banana di platano , che è molto dura , ma usala bene, centra e infilatela , mi raccomando, bovaro.

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 06/12/2013 - 17:23

A questo delinquente i servizi segreti avrebbero dovuto fare l'operazione completa.

clamajo

Ven, 06/12/2013 - 17:30

@Raul Pontali...allora è certo...anche tu sei un pò bananas...

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Ven, 06/12/2013 - 17:48

@ Raoul Pontalti Ven, 06/12/2013 - 15:45 __ Piantala di definire BANANAS che non la pensa come te. Tu NON hai la verità acquisita per nascita. Hai solo il pensiero unico partitico. Complimenti!

maurizio50

Ven, 06/12/2013 - 17:52

A star a sentire i vari Raoul Pontalti, Omar Muktar ed associati della Sinistra filosalafita, dovremmo lamentarci perchè i servizi ci hanno liberato di facinorosi terroristi come il predetto Abu Omar!Io prego il cielo che i servizi ci tolgano di torno anche gli elementi come Raoul Pontalti ed Omar Muktar e loro compagni di sventure (per l'Italia)!

Antonio43

Ven, 06/12/2013 - 20:01

Abu Omar è amico stretto, fraterno si può dire, di Raoul Pontalti e tutto quello che dice Raoul è perciò di fonte diretta. Ci dobbiamo credere, scusiamoci tutti ed esprimiamo solidarietà a questo fottuto imam. Speriamo solo che uno di questi esaltati per sbaglio non faccia esplodere mai dalle parti del suddetto Raoul qualche petardo. Sta di fatto che tra un terrorista in essere e i nostri servizi, si doveva privilegiare l'interesse nazionale e se l'azione dei nostri agenti fosse risultata fuori misura, si poteva intervenire in modo da non sputtanarci davanti a tutto il mondo. Ma su queste cose noi siamo specialisti e quindi abbiamo visto come è finita.

lupo.rex

Ven, 06/12/2013 - 20:14

Qualcuno si meraviglia: 6 anni al musulmano terrorista e 10 anni ai nostri migliori uomini? Non capisco la meraviglia perché il musulmano terrorista sia considerato più degno di rispetto dei nostri uomini, a meno che non siate convinti che abbiamo una magistratura normale come altri Paesi e che Magistratura Democratica sia un club con scopi filantropici.

Maura S.

Ven, 06/12/2013 - 21:01

dobbiamo ancora sopportare le caxxate di quel Abou Omar e di Raoul Pontalti....... se la pensano come si esprimono, allora che vadino a raggiungere i loro amici, con tanto vaffa da parte nostra

Ritratto di niki 75

niki 75

Ven, 06/12/2013 - 22:26

Interessante, un anno in meno di quel "più grande TERRORISTA" di Berlusconi. Signori magistrati,(con la lettera minuscola) il compianto Totò avrebbe a buon diritto detto > ecc....ecc..!!!!!!

angelovf

Ven, 06/12/2013 - 22:56

Questo bandito viene trattato meglio di Berlusconi , chissà questo marciume andrà via dall'Italia , guardate la Polonia come ci ha trattati, a dire che quei poliziotti sono cresciuti col nostro pane e la nostra tolleranza quando stavano ancora in fasce, per certe istituzioni la tendenza è sempre di odore sovietico ma non quello attuale, la vecchia, i grandi dirigenti non sparirono, ma si adeguarono al nuovo andazzo, comunque vada l'Italia deve mostrare il muso duro con tutto il mondo, deve guardare in casa propria come fanno tuttie e ci guadagnano, Alla Polonia gli abbiamo dato tutto il nostro affetto,ma nessun politico e capace di dire questo alle autorità polacche,sanno solo parlare di stronzate, piuttosto obbligate la Polonia ad entrare nella moneta unica, come da accordo, è comodo assorbire solo miliardi per farli ingrassare, ma in cambio di che cosa? Se potete andateci in Polonia, vi accorgerete che i pezzenti siamo noi, oggi venerdì, non trovate un tavolo libero bar e ristoranti, ma devono continuare a sfruttarci, e ci devono anche offendere? Non è giusto stare in Europa senza moneta unica e sfruttare la situazione.

FRANCO1

Sab, 07/12/2013 - 01:39

Pollari e Mancini condannati a 10 anni,a quell'altro gli hanno dato un monte di soldi e 6 anni che non farà mai....occorrerebbe conoscere bene i fatti e pubblicate le sentenze su i giornali... in altri tempi penso che non importava portarlo in egitto per farlo "cantare", di sicuro non veniva neanche in Italia a fare il comodo suo.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 07/12/2013 - 01:46

Nella gran babele di una magistratura irresponsabile, che è arrivata a vanificare il segreto di stato e l'azione dei servizi segreti, spicca per fortuna UN VERO MAGISTRATO CHE FA IL SUO DOVERE. Complimenti a Stefania Donadeo. (con la speranza che non sia rossa)

paci.augusto

Sab, 07/12/2013 - 08:57

Purtroppo, questa è la più evidente conferma che, da Togliatti in poi, il comunismo italiano, conforme dettato leninista ' 1° infiltrare propri elementi nei gangli vitali dello Stato', ha infilatrato decine e decine di migliaia di propri elementi in magistratura e in TUTTI i posti chiave dei pubblici poteri. Addirittura hanno suscitato le critiche della Boccassini e di Violante!!!

nino47

Sab, 07/12/2013 - 10:10

Ce l'avevate qua, il signor Omar! L'avete mollato ed ora la signora giudice l'ha "condannato in contumacia"...tanto lui è in Egitto e là rimane nè ha alcuna voglia di venire qua! Tutti contenti: il giudice fa il coraggioso tanto non rischia niente, gli investigatori fanno bella figura e i "cattivi" che l'avevano (a ragione) arrestato passano per tali. Qualcuno scontento?...beh! forse sì: noi del popolo bue che per l'ennesima volta ci sentiamo presi per il c.....!

Mobius

Sab, 07/12/2013 - 11:36

Per indagare e giudicare sul terrorismo internazionale e sull'operato dei Servizi Segreti ci vorrebbe un Tribunale apposito, indipendente dalla magistratura ordinaria, politicizzata, pasticciona e più portata al piccolo cabotaggio. La sicurezza dello Stato non può essere affidata al pretore di Cuvio.