Malore per Paolini durante uno spettacolo erotico in discoteca

Il noto disturbatore tv è stato poi trasportato in ospedale, per i medici si è trattato di un malore dovuto ad un forte stato ansioso

Era stato invitato come ospite nella discoteca "Nuovo Blu Vicenza" di Torri di Quartirolo. Ma la serata si è conclusa in ospedale. Gabriele Paolini, il famoso disturbatore tv, sotto processo a Roma per pedofilia, libero da pochi giorni dopo quasi due anni di arresti domiciliari, ha avuto un malore durante l'ospitata nel locale notturno. Una serata un po' particolare di esibizioni erotiche organizzata da Federico De Vincenzo, ex manager della showgirl e pornostar Sara Tommasi.

"Al termine dell'esibizione di Giustina Rosy Maggiulli, ex del Grande Fratello 11 - ha riferito De Vincenzo - lei ha invitato Paolini sul palco e gli ha dato un bacio. Lui è andato in confusione, ha cominciato a dire "Rosy Maggiulli mi ha cambiato la vita", poi è caduto a terra, battendo la testa. C'erano più di mille persone in sala, siamo rimasti di sasso. Abbiamo provato a rianimarlo con acqua fresca, poi abbiamo chiamato il 118". Paolini è stato poi trasportato in ospedale dove è rimasto fino alle sei di mattina. Per i medici si è trattato di un malore dovuto ad un forte stato ansioso.

Paolini non è certo nuovo all'ambiete dell'eros. Insieme all'attività di disturbatore, ha anche girato film pornografici. Nel novembre 2013 è stato arrestato a Roma per sfruttamento della prostituzione minorile: l'accusa era aver pagato dei ragazzi minorenni per avere rapporti sessuali con lui.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 28/02/2016 - 01:16

Cribbio, fra poco in televisione, visti i programmi che propugnano gli "editori", oltre che al solito disturbatore ingaggiato per innalzare l'indice di ascolto vi ingaggeranno un masturbatore mediatico. Ho una fiducia sconsiderata nel mezzo di diffusione via TV: me lo posso spegnere senza patemi d'animo e ascoltarmi della rilassante musica riscattandomi dalle visioni psichedeliche della realtà che ti provoca lo schermo.