Mangia sushi il giorno di Pasqua con la famiglia e muore a 33 anni

Una donna di 33 anni è morta dopo 5 giorni di coma a Cesena dopo aver pranzato il giorno di Pasqua con la famiglia in un ristorante di sushi

Avevano deciso di mangiare in un ristorante fast-food asiatico il giorno di Pasqua nel Cesenate ma, al ritorno a casa, hanno iniziato ad avvertire malori di stomaco.

Sia il marito che la moglie, che erano andati al ristorante insieme al figlio di 5 anni che non ha accusato problemi, avevano mangiato principalmente sushi. Ma il dolore allo stomaco era talmente forte che non riuscivano a farlo placare.

Poi lei, una donna di 33 anni, ha iniziato a respirare male. La corsa in ospedale, il coma e la morte dopo cinque giorni nel reparto di Rianimazione del Bufalini di Cesena. La donna soffriva di una frave forma asmatica e sul momento pensava di essere stata colta da un attacco respiratorio.

Sulla vicenda stanno lavorando i carabinieri del Nas mentre la procura ha disposto l'autopsia sul corpo della 33enne. È intanto indagato il legale rappresentante asiatico del ristoranto in cui aveva pranzato la famiglia lo scorso 16 aprile.

Commenti

TitoPullo

Gio, 27/04/2017 - 13:41

Ma perché non si é mangiata un bel piatto di tagliatelle condite con il ragu' alla romagnola ??!!

ORCHIDEABLU

Gio, 27/04/2017 - 13:42

IL PEPE POTREBBE AVERLE CAUSATO UN FORTE ATTACCO CHE NON E' RIUSCITA A DOMARE.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 27/04/2017 - 13:52

Mah....dalla dinamica dei fatti pare evidente che il sushi fosse piuttosto avariato: la donna ha avuto la peggio per i suoi problemi di salute. Forse era meglio la tradizionale cucina pasquale nostrana,del resto la cucina italiana è rinomata in tutto il mondo:perché cercare a tutti i costi l'originalità?

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Gio, 27/04/2017 - 16:39

Mai andare dai cinesi...per nessun motivo!

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 27/04/2017 - 17:22

I sintomi sono tipici dell'ingestione della larva che si trova sotto la pelle dei pesci, che si chiama Anisakis. E questo succede se il pesce non viene congelato adeguatamente prima della sua consumazione.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 27/04/2017 - 17:26

Con il sushi ri-susciti nell'aldilà. Pace all'anima sua e con buona pace per gli illusi della gastronomia etnica.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 27/04/2017 - 17:41

Condivido mina 17e22, infatti io qui da anni mangio il pesce crudo, Marlin o Vela (fatto a carpaccio) ma lo mangio SOLO dal mio amico Maurizio, che lo tiene nel congelatore per almeno 3 giorni prima di utilizarlo!! Saludos

routier

Gio, 27/04/2017 - 17:52

Non sono abbastanza snob per apprezzare la cucina etnica pertanto l'unica indigestione che posso temere è quella derivante della dieta a base di piatti della cucina tradizionale italiana.

rokko

Ven, 28/04/2017 - 06:57

mina2612 a me piuttosto i sintomi sembrano quelli di una reazione allergica, non quelli dell'ingestione di pesce avariato.

umberto nordio

Ven, 28/04/2017 - 08:31

Ha sbagliato tutto.Doveva morire di venerdì e resuscitare a pasqua.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 28/04/2017 - 14:46

@rokko... le trascrivo i sintomi della parassitosi acuta da anisakis : insorge già dopo poche ore dall'ingestione di pesce crudo e si manifesta con intenso dolore addominale, nausea e vomito. Come vede i sintomi sono gli stessi. Si saprà qualcosa in più dopo i dovuti accertamenti.