Mare Jonio è di nuovo in mare: la Ong pronta a sfidare Salvini

La nave di Mediterranea Saving Humans è partita ieri sera da Licata verso le coste della Libia

La Mare Jonio torna in missione. L'Ong Mediterranea Saving Humans ha annunciato sui suoi canali social la partenza di una nuova missione: la 4/2019. La partenza della nave della ong che ha sfidato Matteo Salvini e la politica dei porti chiusi è avvenuta al tramonto del 22 agosto dal porto di Licata. L'obiettivo lo spiega chiaramente la nota di Mediterranea: "Tornare nel Mediterraneo centrale a monitorare e denunciare le violazioni dei diritti umani e, laddove ci siano persone in pericolo, a salvare vite".

La Mare Jonioera stata dissequestrata dalle autorità italiane il 2 agosto scorso con un annuncio della stessa Mediterranea. E adesso, dopo alcuni giorni di sosta nel porto di Licata, è partita dalle coste siciliane in direzione del Mediterraneo centrale, di fronte alle coste libiche. A bordo della nave l'immancabile Luca Casarini, coordinatore della missione e che da tempo grida contro la chiusura dei porti italiani. Insieme a lui, 22 membri dell'equipaggio, Cecilia Sarti Strada e Caterina Bonvicini, scrittrice e anche lei ferma sostenitrice dell'apertura delle frontiere.

Ma Mediterranea questa volta non è sola: segno che la sfida delle ong verso l'Italia ha avuto un "miglioramento" rispetto alle ultime esperienze. Sarà infatti coordinata da un'altra organizzazione non governativa, la ong Lifeline, che si unirà alla missione di Mare Jonio con una barca a vela. Una sfida che rimane anche nelle parole chiarissime di Mediterranea, che non perde occasione per attaccare la politica dell'esecutivo guidato dal dimissionario Giuseppe Conte per quanta riguarda il contrasto all'immigrazione clandestina.

"Alle spalle abbiamo tanti mesi difficili, in cui il dimissionario governo italiano ha messo in campo ogni mezzo per fermarci, e in cui con ogni mezzo abbiamo continuato nella nostra missione". Un segnale chiarissimo di come nell'intento della ong dei centri sociali non ci fosse mai stata volontà di dialogo: lo scontro era quindi inevitabile. E probabilmente lo sarà ancora, visto che la missione 4/2019 arriva in un momento difficilissimo e in cui la crisi di governo potrebbe riattivare tutte le navi delle organizzazioni che, fino a questo momento, avevano trovato nella politica ferrea del Viminale un freno alle proprie attività nel Mediterraneo.

La solidarietà a Ocean Viking

Su Twitter, la Ong Mediterranea ha anche avuto modo di manfiestare la sua solidatrietà nei confronti di Ocean Viking, la nave al centro di un altro scontro con le autroptià italiane. La Mare Jonio ha infatti incrociato l'altra imbarcaizone delle Ong dopo aver preso il mare a sud della Sicilia.

"Stamattina abbiamo incrociato la Ocean Viking da 14 giorni in attesa di un porto sicuro per 356 naufraghi in fuga dalla guerra. Siamo felici di sapere che sbarcheranno in Europa nelle prossime ore, dopo troppe sofferenze. A loro il nostro abbraccio e la nostra solidarietà". Questo il tweet di pochi minuti fa.

La reazione di Salvini

Duro il commento del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sul ritorno in acqua della Mare Jonio. "Dopo due mesi di sequestro, torna incredibilmente in acqua la nave dei centri sociali, con l'ex animatore dell'osteria 'Allo sbirro morto' e compagni! Spero che nessuno pensi a un governo dei porti aperti... Mai col Pd!". Un messaggio rivolto alla missione della nave comandata da Casarini, ma anche un segnale riguardante l'attuale crisi di governo.

Commenti
Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 23/08/2019 - 14:01

Non dovrà sfidare più nessuno. La aspettano i tappeti dorati del PD con tutti i cooperanti pronti all'Accoglienza e i sindacati coi moduli già pronti con nomi di fantasia per il mantenimento.

momomomo

Ven, 23/08/2019 - 14:03

"Open Arms", "Ocean Viking", "Mare Jonio": SOLO CHI NON VUOL CAPIRE NON CAPISCE...

QuasarX

Ven, 23/08/2019 - 14:18

Mi raccomando 19% italiani del pd e 32% italiani di 5s continuate a votarli come continuate a votare leu e piu Europa (con merkel, micron e Sanchez) per il futuro luminoso e radioso dell'Italia che meritiamo...veramente imbarazzante...ridateci almeno Andreotti, Cossiga e Craxi per recuperare almeno un minimo di dignita' in questo paese...

agosvac

Ven, 23/08/2019 - 14:34

Ennesima barzelletta della magistratura: sequestrano le navi ong per fare contenti gli italiani che sono in maggioranza contro i clandestini, poi le dissequestrano per permettere loro di aiutare gli scafisti. E' un giochetto già visto più volte e che non finirà finché qualche magistrato non sarà messo sotto inchiesta. Ovviamente questo non succederà se si dovesse fare un Governo del PD. Succederebbe se si andasse a nuove elezioni!

jaguar

Ven, 23/08/2019 - 15:45

Più che sfidare Salvini stanno sfidando la maggioranza degli italiani. Ma è ancora presto, se nasce il governo giallorosso l'Italia sarà invasa. In un certo senso ci sta bene, ognuno ha ciò che si merita e noi italiani incapaci di reagire e di scendere in piazza ce lo meritiamo.

Giorgio Mandozzi

Ven, 23/08/2019 - 16:50

Più che sfidare Salvini sfiderà gli italiani che sempre più dovrebbero convincersi dell'operazione di sostituzione etnica e nuovo schiavismo perseguita dalle ONG, dalla sinistra e dalla chiesa italiana. Tutto è facilitato dal rendere impossibile e "faticoso" per gli italiani andare al voto. E' più facile organizzare l'intruglio dalle segreterie di partito e da quelle europee.

ectario

Ven, 23/08/2019 - 17:14

La sfida la faranno con la Trenta e Patronaggio... per chi li farà sbarcare prima il loro carico.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 23/08/2019 - 17:22

È una semplice alternanza tra le imbarcazioni: la open arms, con la scusa del sequestro, entra in porto e scarica la "merce" per procedere poi alla revisione e alle riparazioni, e la mare jonio, dissequestrata e completati i lavori ed i rifornimenti, torna in mare per un nuovo carico. Quando arriverà un'altra nave, questa sarà "sequestrata" e la open arms, che intanto sarà stata rimessa in sesto e rifornita, sarà dissequestrata. E così via, alla faccia degli italiani.

cesare caini

Ven, 23/08/2019 - 17:43

Poveri Italiani continuamente sconfitti !

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 23/08/2019 - 18:01

via libera dalla toga trinariciuta evvai....tanto + Pantalone a prenderselo 'ntù .....

19gig50

Ven, 23/08/2019 - 18:51

Speriamo che qualche presunto immigrato butti in mare quel delinquente su quella nave.

laval

Ven, 23/08/2019 - 19:07

UE UE Ue sembra il lamento di un bimbo che ha fame, invece è UE Unione europea che nasce con questi obiettivi: Promuovere la pace, i suoi valori e il benessere dei suoi cittadini. offrire libertà, sicurezza e giustizia, senza frontiere interne. Allora è un proprio un pianto, dove sono finiti gli obiettivi.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 23/08/2019 - 19:43

Vabe' un viaggio e poi tre mesi di fermo ci si puo' stare. Tra l'altro poi magari il dio Nettuno fa il suo dovere.

Maura S.

Ven, 23/08/2019 - 20:08

Questi deficienti oltretutto nuovi negrieri delle Ong non sfidano Salvini solamente il 70% degli Italiani. Chissà come ne sono orgogliosi. Che facciano attenzione poiché questi Italiani sono piuttosto in.cazzati e se veramente si rompono i cosiddetti "cosi ", allora saranno sorci verdi per loro. Come al solito che non tirino in ballo il "fassismo", sono loro che la causa di questo risveglio di "nazionalismo".

VittorioMar

Ven, 23/08/2019 - 21:33

..altri EURO SPRECATI per PESCARE tonni BEN NUTRITI mentre i BAMBINI in AFRICA MUOIONO ..."VERAMENTE"...!!!...ma sempre per scopi "umanitari" e CHI CI CREDE ??

uberalles

Ven, 23/08/2019 - 22:49

Sono nauseato...da vomitare!

Marcolux

Sab, 24/08/2019 - 03:33

Cari negrieri, la pacchia un giorno finirà. Non durerà per sempre! Salvini tornerà, e neanche i patronaggi di turno vi aiuteranno!