Messina, Ylenia è stata dimessa dall'ospedale: è incinta

La 22enne è stata aggredita dall'ex fidanzato che le avrebbe gettato addosso una bottiglia di benzina incendiata. Lei continua a difenderlo

Ylenia, la ragazza di 22 anni di Messina aggredita dall’ex fidanzato Alessio Mantineo con una bottiglia di benzina incendiata, è stata dimessa dall'ospedale ed è incinta.

A dare la notizia della gravidanza di Ylenia Grazia Bonavera è la Gazzeta del Sud ma non è chiaro se il papà del bambino sia proprio il suo ex compagno, accusato dell'aggresione. Se così fosse si spiegherebbero le continue parole di difesa nei confronti di Alessio.

Perché nonostante ci sia un video che mostra l'ex fidanzato recuperare una bottiglia di plastica, che avrebbe poi riempito con la benzina, proprio la notte dell'aggressione, Ylenia continua a difenderlo sia nelle ospitate televisive sia dal suo profilo Facebook: "Schifosi, stanno perdendo il vero assassino che non è mio marito (fidanzato, ndr). Sanno chi è... lo stanno cercando. Mio marito uscirà presto e vedrete il colpevole. La benzina serviva per il motore, lo vedrete presto e vi farete un bell'esame di coscienza"; è solo una delle frasi che ha scritto sui social.

Di parere opposto Anna Giorgio, la madre della ragazza, che ha dichiarato: "Vivo un incubo. Ho paura. E poi dico la verità, mi vergogno. Perché la posizione di Ylenia è un'offesa per tutte le donne che hanno subito violenza da un uomo e hanno trovato il coraggio di accusarlo".

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Gio, 19/01/2017 - 14:18

----come si cura la sindrome di stoccolma???-----

ceppo

Gio, 19/01/2017 - 20:21

---il kaiz non è bastato!!----