Mifsud, "scovato" il nascondiglio nelle Marche

Joseph Mifsud, il docente maltese al centro dell'indagine del Procuratore Durham, si è rifugiato in un paesino nelle Marche, dall'ottobre al dicembre 2017, nell'appartamento del compagno di Vanna Fadini (Gem)

La versione dell'avvocato svizzero Stephan Roh sulla sparizione di Joseph Mifsud, il docente maltese al centro del Russiagate e dell'intrigro internazionale ai danni della Campagna di Donald Trump che coinvolge anche l'Italia, trova le prime conferme. "I miei amici e colleghi a Roma hanno deciso di suggerirmi di lasciare immediatamente Roma e trovare un posto, hanno offerto un luogo fuori mano dove potessi stare" riportava la trascrizione della deposizione del professore consegnata al procuratore John Durham che indaga sulle origini del Russiagate e riportata dall'Adnkronos. Il posto “fuori mano” di cui parla Mifsud nel nastro, sostiene Roh, sarebbe una casa in un paese delle Marche, Matelica, nella quale il professore maltese si nascose o “venne fatto nascondere” a partire dal 31 ottobre del 2017. L'avvocato ha spiegato che Mifsud era nella casa di un amico dentista di Vanna Fadini, amministratore della Global education management (Gem), la società di gestione della Link Campus Università. Fadini, interpellata dall'Adnkronos, aveva negato di aver ospitato il professore e aveva spiegato "di non avere nessuna casa a Matelica", né tantomeno un amico dentista.

La Verità è andata a fondo dell'intrigo e ha scoperto che il docente maltese è stato ospite nella dimora di Alessandro Zampini, medico chirurgo specializzato in odontostomatatologia, che si trova a 6 chilometri da Matelica, a Esanatoglia, paesino di appena 1945 in provincia di Macerata, uno dei borghi più belli d'Italia. Zampini non sarebbe, secondo quanto ricostruito dalla Verità, un "amico" di Vanna Fadini ma il suo compagno. Il dentista abita a Roma ma torna spesso nella piccola borgata marchigiana, dove vive sua madre Luciana. Il nome di Alessandro Zampini, fino a qualche tempo fa, figurava peraltro anche tra i membri del cda della Link Campus.

Colpito dal sisma devastante del 2016, Esanatoglia è il luogo perfetto dove trovare rifugio e stare lontano dai riflettori. Come spiega lo stesso Joseph Mifsud nella deposizione consegnata a John Durham: "Sono rimasto lì per oltre due mesi – spiega – Ho trascorso questi due mesi a pensare a come recuperare la mia salute, che era una delle cose più importanti, e anche tempo per raccogliere le mie idee e punti di vista su cosa era effettivamente accaduto". Le testimonianze raccolte dalla Verità confermerebbero il soggiorno del professore a Esanatoglia, nella casa di Zampini. "Joseph Mifsud? Sì l'abbiamo conosciuto. L'ho visto un paio di sere. È amico di un amico che conosco da tanti anni (Zampini, ndr)". A parlare è la vicina di casa, Rosangela Calisti. Mifsud, racconta la signora, "è una persona simpaticissima. Ci siamo incontrati in un bar. Io l'ho conosciuto come John. Passava davanti a casa mia e sentiva i profumi. Una sera si è fermato a parlare e poi siamo usciti a bere qualcosa insieme. C'era anche Zampini". Era la Vigilia di Natale del 2017.

Che ci faceva Mifsud nelle Marche? Ai vicini di casa di Zampini spiegava di amare le poesie e di essere lì per scrivere un libro. Sappiamo che la realtà è molto diversa. E ora sono in molti a dover dare delle spiegazioni.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 13/11/2019 - 11:49

La chiosa è soprattutto interessante: chi saranno quei molti?