Milano capitale del crimine, ma in Italia i reati diminuiscono

I dati del rapporto del Censis con Federsicurezza confermano il calo del numero dei reati. Milano è la città con il rapporto più alto fra numero di reati e popolazione, ma soffrono tutte le aree metropolitane dove si percepisce l'insicurezza

Milano capitale italiana del crimine. È questa la triste realtà descritta dal primo Rapporto sulla filiera della sicurezza in Italia realizzato dal Censis con Federsicurezza, presentato oggi a Roma. Il capoluogo lombardo ha infatti il triste primato del numero di reati commessi. E adesso le autorità devono rispondere di questi numeri che, seppure in calo, destano allarme.

Da un punto di vista complessivo, l'Italia registra un calo nel numero dei reati commessi. Il trend è quindi positivo. Come si legge nel comunicato stampa del centro di ricerca, "in Italia i reati sono in calo: nel 2017 sono stati denunciati complessivamente 2.232.552 reati, diminuiti del 10,2% rispetto all'anno precedente. In particolare, gli omicidi si riducono dai 611 del 2008 ai 343 dell'ultimo anno (-43,9%), le rapine passano da 45.857 a 28.612 (-37,6%) e i furti scendono da quasi 1,4 milioni a poco meno di 1,2 milioni (-13,9%)".

Lo stato di salute sembra quindi in miglioramento, ma permangono forti problemi legati in particolare alle aree metropolitane. In queste zone, dove vive il 21,4% della popolazione italiana, si consuma il 30% dei reati. Il rapporto è quindi allarmante.

Milano con i suoi 237.365 reati commessi nel 2016 è l'area metropolitana con il più alto tasso di crimini e rappresenta il 9,5% del totale. Dopo Milano, c'è Roma con 228.856 crimini e un complessivo il 9,2%. Praticamente identico il numero di reati commessi a Torino e Napoli, con il capoluogo piemontese che ha registrato 136.384 reati e quello campano con 136.043, pari al 5.5% dei reati commessi in Italia.

Ma non c'è solo il numero dei reati a dare a Milano il primo posto in questa pessima classifica. Purtroppo, la stessa città resta in vetta alla classifica per il rapporto fra reati e popolazione, con 7,4 reati denunciati ogni 100 abitanti, seguita da Rimini (7,2), Bologna (6,6), Torino e Prato.

Ma come si rapporta la popolazione italiana con il tema della sicurezza? C'è un senso di insicurezza collettivo? Sempre secondo il Censis, il 31,9% delle famiglie italiane ha una percezione di pericolo all'interno della zona in cui vive. Si percepisce il rischio di criminalità. Le percentuali più alte, in questo senso, si registrano al Centro, con il 35,9% delle famiglie che risentono di questo clima di insicurezza, e al Nord-Ovest (33%). Ma per quanto riguarda il rapporto fra metropoli e province, anche in questo caso non c'è paragone: nelle aree metropolitane, il 50,8% dei cittadini si sente insicuro.

Il problema è molto sentito dalla popolazione. Secondo il Rapporto, il 21,5% degli italiani considera la criminalità un problema molto grave, ed è al quarto posto dopo la mancanza di lavoro, l'evasione fiscale e l'eccessiva imposizione fiscale. Le cose cambiano, ovviamente, per le fasce di popolazione con redditi più bassi e che vivono in zone più disagiate. Qui la criminalità diventa il secondo problema più grave del Paese, dopo la mancanza di lavoro. Un segnale inequivocabile anche per la politica.

Commenti
Ritratto di Laura51

Laura51

Mer, 27/06/2018 - 15:00

"in Italia i reati sono in calo". Semplicemente perché denunciarli è solo una perdita di tempo... e di denaro, perché ti tocca poi anche risarcirli.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 27/06/2018 - 15:09

Curioso il titolo quando poi dal testo dell'articolo si evince, a prova di scemo, che l'Italia è oggi un posto più sicuro dell'anno scorso e molto più sicuro di solo 10 anni fa ...

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 27/06/2018 - 15:31

Mah! Sono un po incredulo su questi dati, avrei detto che Napoli Roma Palermo ci sono più criminali e quindi più reati, evidentemente forse sono le pattuglie militari che girano per le strade a far diminuire i crimini.

avogadroran

Mer, 27/06/2018 - 15:37

sicuramente molto meglio l'Italia di paesi come francia germania, uk e usa

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 27/06/2018 - 15:41

Sala il peggior sindaco della storia di Milano. Vuole eliminare i diesel, porta a pranzo i clandestini, se ne frega dei milanesi e degli anziani e non fa pagare il biglietto ATM a nessun straniero, in compenso vuole aumentare il prezzo della corsa a 2 euro. Insomma questo sindaco è una sciagura, venduto ai comunisti.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mer, 27/06/2018 - 15:45

L'unica cosa in calo sono le denunce.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 27/06/2018 - 16:25

Il "politicamente corretto" voluto dalla sinistra e dal pd negli ultimi anni deve negare forzatamente la realtà dei fatti fornendo numeri "distensivi" per quanto riguarda diminuzione di vari tipi di reati in ITA, questo rientra in un piano più esteso che vuole che in Italia siano fatti entrare un numero elevato di clandestini, la cui immagine in teoria non deve disturbare il cittadino italiano, peccato solo che nella pratica la teoria cade miseramente mostrando la realtà dei fatti, cosa accentuata poi dal fatto che a differenza del passato, molti reati non vengono nemmeno più denunciati da parte di chi li ha subiti. In pratica, il pd ha cercato di dire ai cittadini italiani che "il bianco" è "nero" e che "il nero" è "bianco" e che il Sole non sorge più da est ma da ovest, e se lo dice il pd, c'è da credergli. Pazzesco.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 27/06/2018 - 16:27

Mah! Io da Milano non mi muovo, neanche se mi fanno direttore generale..

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 27/06/2018 - 16:32

bimbo , lascia perde i discorsi da grandi, vai a giocare! anche il mio cane credeva che i mafiosi, ndranghetari e camorristi stessero solo al sud e in vece la sua volpina gli ha rivelato che si sono trasferiti tutti al nord dove già avevano la delinquenza autoctona dei colletti bianchi con la "mani sporche"

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 27/06/2018 - 16:33

Sala continua nel negazionismo tipico del PD. Un assessore della Regione ha chiesto al Prefetto di aumentare il numero di militari per presidiare il territorio. Sala ha risposto che non c'è bisogno. Poi si leggono i rapporti del Censis.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 27/06/2018 - 16:41

Cosa c'entra la giunta comunale con la criminalita`? Mi pare che le Forze dell'Ordine siano coordinate a livello di Ministero dell'Interno e Difesa (Polizia e Carabinieri). Rivolgetevi a Salvini. Anche se pare che la sua idea non sia di far funzionare le istituzioni come nei Paesi moderni e democratici, ma di lasciare che i cittadini si armino, come nell'odierno Far West USA.

venco

Mer, 27/06/2018 - 18:17

Milano capitale del crimine tutto importato grazie all'accoglienza e tolleranza.

Giorgio5819

Mer, 27/06/2018 - 18:45

Dio stramaledica i comunisti, sempre ! Questo é il risultato della coxlionata di non votare ! Questa giunta, come la precedente, campa sui voti dei peggiori soggetti...e questo é il risultato.