Milano, le case popolari cadono a pezzi ma il Comune aumenta l'affitto

I residenti abbandonati nel degrado sono esasperati: "Qua viene giù tutto e ci alzano il canone…". La rabbia contro Sala

Milano, Piazza Abbiategrasso. Un condominio di case popolari di proprietà del Comune è stato messo in mano a MM-Metropolitana Milanese. Sul sito del Comune di Milano, alla sezione "Case popolari-servizi agli inquilini", si legge: "Punto di riferimento per tutti gli assegnatari e gli aspiranti inquilini delle case popolari è Metropolitana Milanese Spa, alla quale è affidata la gestione del patrimonio immobiliare pubblico di proprietà del Comune di Milano". Di servizi in via Ulisse Dini – al civico 14/2 – però non se ne vedono proprio. Di disservizi, invece, se ne contano fin troppi e le centocinquanta famiglie che ci vivono ci fanno i conti tutti i giorni. Da anni.

Dalle cantine che si allagano agli alberi che cadono in giardino, dai portoni rotti alle luci fuori uso negli androni, dalle infiltrazioni d'acqua alla muffa alle pareti e ai cumuli di rifiuti, passando per quella che forse è la beffa più indigesta per chi ci abita: gli ascensori fuori servizio. E qui, peraltro, il Comune sembra prenderli bellamente in giro con questo volantino di avviso: "Abiti in una casa popolare di proprietà del Comune di Milano? L'ascensore non funziona e hai difficoltà a fare le scale? Chiama il numero verde e sarai aiutato a fare le scale da volontari". Ma lo scherno continua così: "Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18:30". Insomma, come se nel weekend o di sera, anziani, donne incinta, disabili e condòmini con le buste della spesa non avessero bisogno degli elevatori. Qui dove ci sono due scale da sette piani e due da dodici.

A luglio un incendio nel vano spazzatura: quando i pompieri sono arrivati, hanno trovato sulle scale le manichette antincendio senza acqua per spegnere le fiamme, arrivate fino al terzo piano. Solo per "fortuna" non è successa una tragedia.

A fronte di tutto questo, dulcis in fundo, gli affitti aumentano. E le centocinquanta famiglie si sentono prese in giro e abbandonate delle istituzioni, dal sindaco Giuseppe Sala a da Metropolitana Milanese. Che, di fatto, li snobbano, facendo finta che non esistano. Come fossero fantasmi, immeritevoli di qualsiasi aiuto.

Roberto, un condomino, ci racconta: "Siamo passati da Romeo ad Aler, dunque a MM, che si sta confermando essere la peggior gestione di sempre: il palazzo è in totale abbandono. Nella mia scala un ascensore è rotto da mesi e l'altro funziona un giorno sì e l’altro no. Siamo pieni di infiltrazioni, i pluviali perdono e appena apriranno il riscaldamento, le cantine si allargheranno: le tubature hanno perdite da anni e sono un colabrodo".

Facciamo un salto giù in cantina e per terra non ci sono semplice pozze, ma acqua alta per qualche centimetro. E dal soffitto fanno capolino tubazioni rattoppate alle bell'e meglio e cavi della corrente a vista. Fabrizio, un altro abitante del palazzo, si sfoga: “Ditemi voi se è possibile una situazione del genere, come possiamo vivere così? E quando chiami l'impresa per intervenire, se ti rispondono, vengono dopo giorni a mettere una toppa su uno dei tanti buchi, poi se ne vanno. Quando ho chiamato perché non mi andava il riscaldamento e mi pioveva in casa, mi hanno lasciato al freddo per giorni e giorni con mia figlia appena nata, dicendomi di tenere aperto l'ombrello…se questa non è una presa in giro, che cos'è?”.

I disabili dimenticati

In cortile avviciniamo un signore con le stampelle: "Io sono disabile e mi hanno assegnato la casa al quinto piano: quando l'ascensore non va, come faccio a uscire di casa o a ritornarci? È una vergogna". E questo signore non è l'unico invalido di questo condominio dimenticato da tutti.

"I rapporti col pubblico vengono tenuti per via telefonica oppure su appuntamento", si legge sempre in quella pagina del sito Comune di Milano. Peccato però che i residenti ci raccontano che quando chiamano per richiedere interventi urgente manutenzione, si vedono rispondere in ritardo e gli addetti si presentano giorni dopo.

L'unica cosa che è puntuale è il pagamento dell'affitto mensile a MM: "Quando la gente sente parlare di case popolari crede che i canoni siano di qualche decina di euro, ma qui ci sono affitti che arrivano anche ai cinquecento-seicento euro. Ci fanno pagare, ma ci fanno vivere nel degrado: non è giusto. Viene voglia di fare i furbi, come quella metà di inquilini morosa da anni. Però qui c'è tanta gente onesta che lavora, paga le tasse e paga l'affitto, sempre e comunque, nonostante tutto questo schifo. Ma, cavolo, questa è la ricompensa?".

Commenti

tremendo2

Mer, 09/10/2019 - 08:37

perché il comune affida la gestione degli immobili a società esterne? Perché affidando la gestione ad altre società il comunese ne lava le mani e in questo gioco di scatole cinesi non se ne verrà mai a capo. Oltretutto la gestione degli immobili è sempre una gestione in perdita, ecco perché il comune se ne lava le mani. Poi dentro c'è gente che non ne ha il diritto, abusivi, gente che non paga l'affitto e le bollette, che non ha cura dell'appartamento, ecc. E' una gestione che non potrà mai funzionare.

hectorre

Mer, 09/10/2019 - 08:42

occupiamoci del giretto sulla moto d’acqua, politicamente utile ai sinistri per attaccare Salvini!!...se 150 famiglie e chissà quante altre, vivono nel degrado nella ricca Milano, non fa notizia, anzi è cattiva pubblicità per il sindaco sala!!!...troveremo questo articolo su repubblica o il corriere???...i pennivendoli prezzolati e zerbinati al pd, tengono famiglia!!!...con i miliardi del business migranti,regalati alle coop, era possibile ristrutturare tutte le case popolari d’italia!!!...da 7 anni il pd foraggia gli amici, con una stima approssimativa di 40 miliardi!!!!....ma gli elettori sinistri sono troppo inquadrati e ofuscati da un’ideologia farlocca e un odio viscerale per capirlo!!!

tremendo2

Mer, 09/10/2019 - 08:43

a motivo del lavoro che facevo, ho visto di tutto e sono convinto che in Italia le cose non potranno mai funzionare. Tutti hanno diritti e nessuno doveri. E' già un miracolo dove la sanità funziona. Non si può costruire se c'è gente che sistematicamente distrugge e guarda SOLO al suo interesse. Provate voi a governare in una situazione del genere.

flip

Mer, 09/10/2019 - 08:59

VOTATE PD/PC! (amche 5 stalle) "il futuro raggiante e con "il sol dell'avvenire" e nellr vostre mani"!

epc

Mer, 09/10/2019 - 09:01

Il bello è che se il proprietario fosse un privato sarebbe obbligato a fare immediatamente tutti i lavori necessari ed a sue spese. Quando invece il proprietario è il pubblico/parapubblico, specie se gestito dalla sinistra, allora beh......

epc

Mer, 09/10/2019 - 09:01

Il bello è che se il proprietario fosse un privato sarebbe obbligato a fare immediatamente tutti i lavori necessari ed a sue spese. Quando invece il proprietario è il pubblico/parapubblico, specie se gestito dalla sinistra, allora beh.........

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 09/10/2019 - 09:05

sbaglio, o i milanesi hanno votato per la sinistra? e allora perché lamentarsi? :-) se la sono cercata.... così come anche per i romani, che si lamentano del M5S, ma continuano ad applaudire per il taglio delle poltrone...:-)

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/10/2019 - 09:29

Ma quanti ceffoni dovete prendere per capire,una volta per tutte,cosa è la SINISTRA? In tutto il mondo ha dimostrato lo schifo che è e voi,con le bende sugli occhi,continuate a votarla. Prendete atto che la sinistra,con la sua marcia ideologia,ma soprattutto IPOCRISIA,è solo un prendere in giro la povera gente per assicurarsi solide e remunerative poltrone. Altro che difesa del proletariato:difesa di poltrone e privilegi. Nient'altro che FALSITÀ al cubo. SVEGLIATEVI,porca miseria!!!!!

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 09/10/2019 - 09:42

Difatti dovrebbero cambiare nel testo della costituzione "l'Italia che è una fondato sul cemento e calcestruzzo" hihihihihihihi

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 09/10/2019 - 09:44

I miei lo hanno acquistato un appartamento di una casa popolare,ed ora pago più io di IMU che loro di affitto. Come la sanità, chi paga i contributi deve pagare le visite e gli altri tutti a sbafo. Ma è possibile che in 30anni lagente non si sia dato da fare per acquistare un alloggio? Poi li vedo in auto a girare a zonzo.

titina

Mer, 09/10/2019 - 09:48

Pagano un affitto molto molto basso, per esprimere un giudizio bisogna sapere quanto pagavano e di quanto è aumentato l'affitto.

Ernestinho

Mer, 09/10/2019 - 09:49

Ed ieri ho visto un articolo dove si vedono ROM con case principesche, villini, ecc. Abusivi, naturalmente. Ed il Comune non se ne interessa! Per non parlare delle auto lussuose!

Ritratto di Artù007

Artù007

Mer, 09/10/2019 - 10:21

Io fossi in loro mi farei dare una cittadinanza straniera a scelta...forse avrebbero più diritti!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 09/10/2019 - 10:39

@titina....quello che dice è giusto,ma lei ci abiterebbe in una casa che sta cadendo a pezzi,malsana e umida,pur pagando poco? Questo aumento potrebbe avere un senso se come contropartita le case venissero ristrutturate,ma sinceramente sono pessimista.....

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 09/10/2019 - 11:10

Arrangiatevi

hectorre

Mer, 09/10/2019 - 11:16

titina, ma non ti vergogni a scrivere simili fesserie????...chi vive nelle case popolari non naviga nell’oro!!!....l’aumento è ingiustificato in un palazzo dove la manutenzione è inesistente!!...perché quando si tratta di italiani, tutto diventa più complicato??... intere famiglie che vivono nel degrado più assoluto sono politicamente scomode, meglio il buonismo pro immigrati a 35€ al giorno!!!!...mi vergogno di questo paese e di chi non si rende conto della deriva antitaliana che ha preso.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 09/10/2019 - 11:16

Non capisco come si hanno così tante infiltrazioni in un paese dal clima prevalentemente mito, mentre altre nazioni che hanno climi più torridi e le loro palazzine hanno meno problemi delle nostre. Sarà una repubblica fondata sul cemento e dai cementifici?

Alessandro.Pisan

Mer, 09/10/2019 - 11:41

Scusate la pignoleria ma è ben noto che le manutenzioni (non straordinarie) spettano agli inquilini non alla proprietà: se l'ascensore non viene riparato è perché gli inquilini non ci hanno voluto mettere i soldi. Stesso per muffe, piccole perdite nei tubi, manutenzione e riparazione riscaldamento, impianto antincendio ecc.

scorpione2

Mer, 09/10/2019 - 13:30

aler = governo. pozzo senza fondo, perche' non spiegano i 20 mila appartamenti sfitti? perche' non spiegano perche' le banche non fanno piu' crediti e come hanno fatto a raccimolare 800 miloni di debito? perche' elargire milioni a mantovani ex sindaco di arconate? stanno sopportanto gli abusivi e morosi per coprire le loro ruberie, se il comune non dice nulla la regione lombardia tace e chi comanda in regione lombardia? DA TANTI ANNI LA LEGA.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 10/10/2019 - 01:02

Lasciatemi dire ciò che so. L'umidità in quegli alloggi, è solo perchè cucinano facendo tanto vapore e siccome accendono i termosifoni al minimo, o quasi per nulla e non aprono le finestre per non peggiorare il clima che non è caldo in casa, allora si formano le muffe e poi si sgretola tutto. Mentre io sistemavo le persiane e poi li veniciavo, loro le lasciavano marcire.