Monza, consigliere Pd critica il nome "fascista" del cane poliziotto

Il consigliere comunale del Pd monzese Marco Lamperti ha richiesto delucidazioni in merito al nome del cane poliziotto in forza al comune. Il riferimento a un noto corpo militare della Repubblica di Salò è stato infatti giudicato di poco gusto

È stato uno spettacolo abbastanza singolare quella visto ieri durante una seduta del consiglio comunale di Monza, quando a finire al centro del dibattito politico sono finiti i presunti orientamenti ideologici di un cane poliziotto. Il consigliere comunale del Partito Democratico Marco Lamperti, attualmente all'opposizione, ha infatti richiesto un'interrogazione allo scopo di chiarire la questione in merito al nome col quale è stato chiamato il cane poliziotto che ormai da qualche tempo fa parte dell’unità cinofila della Polizia locale monzese, con supporto alle attività di contrasto dello spaccio di stupefacenti.

Il cane, come si può leggere in un documento ufficiale dell'assessorato alla Sicurezza, risponde al nome di Narco della Decima Mas. Nome forse inusuale, nel quale però molti potranno cogliere un non troppo velato riferimento alla celebre Decima Flottiglia Mas, il corpo militare della Repubblica Sociale Italiana che dal 1943 al 1945 collaborò attivamente con le forze dell'esercito tedesco presenti nell'Italia settentrionale, come giustamente precisa lo stesso Lamperti durante il suo intervento, affermando: "Di poco gusto il riferimento alla Decima Mas. Forse non tutti sanno o si ricordano cosa ha rappresentato".

Dopo la dura presa di posizione del consigliere dem, a portare un po' di chiarezza in questa bizzarra situazione ci ha pensato proprio l'assessore alla Sicurezza della Lega Nord Federico Arena, che dati alla mano ha spiegato come Decima Mas sia banalmente il nome dell'allevamento cinofilo dal quale proviene il pastore tedesco Narco, ora in forza al comune di Monza. Nella corretta compilazione di un pedigree infatti, il nome dell'allevamento viene apposto a quello del cane come fosse una sorta di cognome, in modo da facilitare di conseguenza il riconoscimento dell'animale e le eventuali analisi genealogiche.

L'assessore leghista ha poi cercato di sdrammatizzare quella che era diventata una grottesca polemica, dichiarando: "Ho un goniometro e posso assicurare che in ogni movimento della sua zampa, Narco non fa il saluto romano. Ma non solo. Abbiamo fatto dei controlli nella sua cuccia e non abbiamo trovato busti di Mussolini." - aggiungendo - "Al Pd conviene informare per tempo l’onorevole Emanuele Fiano mica che presenti un’interrogazione urgente in Parlamento. State tutti tranquilli, non abbiamo un cane fascista”.

Non è peraltro la prima volta che le strade del Pd e quelle dell'allevamento Decima Mas si incrociano all'interno delle aule consiliari italiane. Già nel 2016 il sindaco del comune di Albenga rifiutò, in base a presupposti ideologici, l'arrivo di un cane antidroga nato nel suddetto centro cinofilo, spiegando successivamente le motivazioni del gesto: "Il nome dell’allevamento da cui proverrebbe, ‘Decima Mas’, ha un ruolo nella nostra scelta: è una questione di rispetto per la storia di Albenga. Se dovessimo prendere un cane antidroga, di certo lo faremmo da un altro allevamento e non da uno che porta il nome della milizia anti-partigiana della Repubblica Sociale Italiana".

Commenti

Giorgio5819

Mar, 18/09/2018 - 18:49

"Forse non tutti sanno o si ricordano cosa ha rappresentato"... forse non tutti sanno, o non ricordano, quanto criminale sia stata e sia l'ideologia comunista in Italia...pagliaccio !

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 18/09/2018 - 18:59

pdioti,what else???

Giorgio5819

Mar, 18/09/2018 - 18:59

Solo un comunista poteva partorire una simile bestialità... d'altra parte la natura, con lui, é stata malvagia...!

Aegnor

Mar, 18/09/2018 - 19:45

Queste si che sono iniziative di cui la popolazione sentiva il bisogno

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 18/09/2018 - 20:44

Sicuramente il cane risponderà solo al nome di Mas, perchè se lo deve pronunciare tutto,... e quando lo prende!?

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 18/09/2018 - 21:22

Fascista è un appellativo troppo nobile per essere attribuito ad un cane.

Tms

Mar, 18/09/2018 - 23:17

Marco Lamperti: ti invidio per il tempo libero che hai. Federico Arena: un "a Lampè ...mavaffanculo" era sufficiente come risposta alla "dura presa di posizione".

Adespota

Mer, 19/09/2018 - 05:52

E poi si chiedono come mai perdono consensi elettorali..!! Anche in questo caso..solo fumo, niente arrosto ( tradotto: si parla e si perde tempo sul nome di un cane anziche' cercare di risolvere il problema dello spaccio nelle scuole e tra i giovanissimi.

il sorpasso

Mer, 19/09/2018 - 06:40

Ma questi del PD non hanno altro che pensare? Poi si lamentano che non ricevono più voti dagli italiani.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 19/09/2018 - 07:34

Che bel argomento per una seduta del Comune di Monza!!! Sono proprio caduti in basso.

dagoleo

Mer, 19/09/2018 - 08:15

Se lo avessero chiamato Stalin sarebbe andato bene.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 19/09/2018 - 08:25

ecco deve perdono il tempo,pagato da noi.

donzaucker

Mer, 19/09/2018 - 08:30

Mio padre ha delle audiocassette con gli inni del fascino, fra cui "X MAS" e io quando ero bambino pensavo fosse una canzone di Natale fascista. Ahahah, i fascisti fanno ridere e il PD combatte battaglie inutili.

Calmapiatta

Mer, 19/09/2018 - 09:28

Ah, ah, ah.....siamo proprio alle comiche...ah, ah...

Aegnor

Mer, 19/09/2018 - 10:12

Mi aspetto di vedere le masse ululanti nelle piazze al grido di rassista e fassista e il povero cane accusato di apologia del fassismo condannato a due anni per la gioia di fiano

LuPiFrance

Mer, 19/09/2018 - 10:17

Ogni giorno una nuova pagliacciata del pidiota di turno!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 19/09/2018 - 10:18

Se non mi sbaglio, tutti i "fascisti", facevano la pipi e la popò, come tutti i capi dei partiti politici e tutti noi. """PERCIÒ, POTREMMO DIRE CHE TUTTI SIAMO "FASCISTI"!!! CHE LA SMETTANO DI PROVOCARE QUESTI SABOTTATORI, APPROFITTATORI E LADRI PATENTATI DI SOCIAL-COMUNISTI???

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 19/09/2018 - 11:17

consiglieri stalinisti rimangono col nome disponibili a qualsiasi critica : per fortuna ne conosciamo il nome ed il cognome e sper fortuna siamo in grado di additarli al pubblico ludibrio: per fortuna sono pochi ma non ancora in via di estinzione: duque tempo al tempo!