Napoli, omicido dopo la lite in discoteca: fermati due giovani, uno è minorenne

Emesso fermo di indiziato di delitto nei confronti di un 17enne e di un 19enne del Pallonetto di Santa Lucia.

Foto d'archivio

Ha 17 anni uno dei giovani accusati dell’omicidio del 28enne avvenuto all’alba di martedì a Napoli. L'altro ieri sera la Squadra Mobile di Napoli ha eseguito nei suoi confronti un fermo di indiziato di delitto. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura presso il tribunale per i minorenni di Napoli.

L’indagato ha legami di parentela con elementi di spicco della criminalità organizzata attiva nel Pallonetto di Santa Lucia, zona dove risiede anche l’altro ragazzo ritenuto responsabile del delitto, un 19enne, Francesco Esposito, già noto alle forze dell’ordine, nei cui confronti è stato eseguito un fermo di indiziato di delitto, disposto dalla Procura di Napoli, da parte dei carabinieri della compagnia di Bagnoli.

Entrambi devono rispondere dell’omicidio di Agostino Di Fiore, 28enne di Scampia, ucciso martedì poco dopo le 5 in via Discesa Coroglio in seguito a una lite in discoteca. Fondamentale per incriminare i due indagati è stato l’apporto fornito da un poliziotto libero dal servizio che ha fermato il maggiorenne mentre, armato di pistola, si stava allontanando dal luogo del delitto.

Commenti

venco

Mer, 13/06/2018 - 10:37

Napoli ogni giorno con queste notizie.