Napoli, si dà fuoco per protesta nell'ufficio del sindaco: morto in ospedale

Cosparsosi di liquido infiammabile e avvolto dalle fiamme, si è gettato dalla finestra. È morto in ospedale

Il titolare di un negozio di fiori di Ercolano si è dato fuoco nell'ufficio del primo cittadino del paese, dopo avere costretto tutti i presenti a lasciare la sala e averli minacciati con un coltello. L'uomo, 58enne, si è cosparso di liquido infiammabile e si è lanciato dalla finestra.

Ricoverato in condizioni disperate all'ospedale all'ospedale Cardarelli di Napoli, il negoziante, identificato come Antonio Formicola, è morto per le gravissime ustioni riportate. Un passante è rimasto leggermente contuso da un estintore lanciato dall'ufficio del primo cittadino, nel tentativo di spegnere il rogo. Un poliziotto che ha tentato di fermare il fioraio ha riportato alcune escoriazioni.

Il negoziante avrebbe compiuto il gesto per non avere ottenuto un permesso di stallo, ovvero un posto riservato alla sua auto davanti all'esercizio di cui è proprietario. Dopo il suo gesto, il Comune è stato assediato da una folla di quattrocento persone, che ha contestato duramente il sindaco di Ercolano, che non si trovava però nel palazzo.

Molti degli esercenti che hanno il negozio vicino al municipio hanno abbassato in segno di protesta le saracinesche. Gli esercizi di via Resina accusano le autorità di averli abbandonati e di non tenere conto delle loro problematiche.

Commenti

herbavoliox

Lun, 10/06/2013 - 12:20

Quanta gente dovrà amcora morire prima che il governo si decida a fare qualcosa? Non sappiamo che farcene di un governo che non sa fare nulla e rimanda qualsiasi decisione. Abbiamo bisogno adesso di decisioni importanti e non tra 18 mesi. Ci danno l'impressione di una marmaglia di gente che vivacchia sul "tira a campare" riempiendosi le tasche facendo melina sulle nostre vite. No non ci siamo proprio! Devono fare poche cosa: dimezzare il numero dei parlamentari, no finanziamento pubblico (è stato abolito nel '93 e vogliamo pure gli interessi di ritorno come Equitalia pretende da noi). Ridurre tasse su pensioni e stipendi. Incrementare lavoro. I saggi possono tornarsene a casa, ci seve gente comune di buon senso e basta!

schiacciarayban

Lun, 10/06/2013 - 12:46

Bisognerebbe saperne di più, ma di pazzi è pieno il mondo. Come si fa ad ammazzarsi per non avere il posto macchina davanti al negozio? Evidentemente questo non era normale.

Ritratto di VT52na

VT52na

Lun, 10/06/2013 - 12:46

... «politici» ed «istituzioni pubbliche» ? ... NON VEDONO, NON SENTONO (la voce del Popolo) ... ma questo "loro" atteggiamento fino a quando gli sarà «concesso» ???

chiara 2

Lun, 10/06/2013 - 12:47

Era del colore sbagliato...

kayak65

Lun, 10/06/2013 - 13:02

concordo con herbavoliox ed aggiungo che questo governo a proposito dell'aumento dell'iva ha deciso di posticiparla e non di annullarla! quindi ci stanno solo prendendo in giro e distruggendo economicamente e moralmente. l'italia e' diventato proprio un paese di m...a

dinumby

Lun, 10/06/2013 - 13:09

Caro amico chi ti ha detto che il governo non stia facendo nulla?Secondo te mantenere per se' e per tutti coloro, che grazie a questo sistema che il governo e il Parlamento non smantellano,sono sempre beneficiari di privilegi non significa governare

lorenzo464

Lun, 10/06/2013 - 13:24

uno si suicida perchè non gli consentono di tenere l'auto davanti al chiosco..credo che dovrebbe esprimersi la psichiatria, non il governo

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 10/06/2013 - 13:37

come mai non dicono di che partito è il sindaco e la sua giunta?

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Lun, 10/06/2013 - 13:40

tutta colpa di pigiapa che ha tolto i militari ghiotti di gelato dalle strade!

gazzifam

Lun, 10/06/2013 - 13:43

Solo follia pura. I manicomi non esistono più e questi sono i risultati. Altro che posto macchina......

gazzifam

Lun, 10/06/2013 - 13:43

Solo follia pura. I manicomi non esistono più e questi sono i risultati. Altro che posto macchina......

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 10/06/2013 - 13:55

Gesto estremo , il vero perche, non lo sapremo mai.Ma si riconferma cio che si sapeva.Le autorita che ci comandano non sono all ´altezza , ne in piccoli paesi cosi come nella grande politica.Che schifo.

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Lun, 10/06/2013 - 14:10

NON E' CINISMO,e nemmeno bigotteria, ma questa sta diventando una moda, un via di scampo per persone che si lasciano influenzare da stampa, tv e politici incoscienti.. che evidenziano in maniera eccessiva ed ossessiva tali fatti di cronaca!..ilCORAGGIO e' tirarsi su le maniche ed andare avanti, credere che la VITA E' UN DONO SACRO, che ci sono sentimenti e 'cose' che anche da poveri si possono avere e gioire. Gli Italiani che emigravano e soffrivano come e piu' di oggi trovavano una soluzione ai loro problemi. Questa societa- superficiale e SENZA valori morali , piena di materialismo, droga e depravazione...hanno reso certi umani labili ed egoisti. Guardare in su al cielo, entrare in una Chiesa e pregare...cose che l'umano ha ormai scordato qui da noi.

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Lun, 10/06/2013 - 14:12

@ gazzifam...lo dici in maniera dira, ma e' una delle realta' piu' probabili!!!

odifrep

Lun, 10/06/2013 - 14:24

ersola, il sinonimo a Roma è "il bidone". Dunque, perché non dicono di che partito è il sindaco e la giunta?. Credo che risieda da Roma in su, altrimenti non avresti fatto questa domanda. Io, invece, sono meridionale, nato in una località distante circa 20 kilometri da Ercolano. Non importa se il sindaco e la giunta siano di destra, di centro o di sinistra. Manca la cultura del rispetto della persona e non per colpa della gente (vittima) ma della politica di governo. Siamo difronte ad un'altra "Repubblica" purtroppo sprovvista -anche- del Capo dello Stato.

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 10/06/2013 - 14:40

primo commento che leggo, herbavoliox, un'altro ancora a dire che il governo qua il governo la. Il governo nulla centra con la crisi che e' internazionale, e proveniente dagli stati uiniti, e ben poco puo fare, schiacciato da vincoli quali pareggio in bilancio, debito, attese UE. In questo momento la piu grossa colpa e' dei media, che fomentano disperazione ogni gionro, ripetendo la parola "crisi e regressione" in tutte le salse, a tutte le ore, tanto che anche chi un tetto e un piatto di minestra ce l'ha puo suicidarsi lo stesso. Suicidarsi per una concessione non ricevuta e' una scelta, che onestamente non approvo. Ma i media aiutano a togliere ongi orizzonte di reazione ai cittadini.

gigiowind

Lun, 10/06/2013 - 14:41

mmmm....di solito il giornale non fa paginate di queste tragedie......ricerca con google.....il sindaco è del PD.....ahhhh, ecco!!!!

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 10/06/2013 - 14:42

E lasciamo lavorare in pace sto governo, che forse ci sono piu brave persone li che tra i cittadini.

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 10/06/2013 - 14:46

15 commenti e Berlusconi non e' ancora stato tirato in ballo: ma che succede, state diventando normali?

Sacchi

Lun, 10/06/2013 - 14:47

In Tunisia quando si è suicidato un venditore ambulante c'è stata la rivoluzione, nessuno si è chiesto se l'ambulante era sano di mente. In Italia no, siccome è il paese degli acchiappa citrulli le vittime sono da condannare, mentre i furbi, i potenti, i ladri sono da premiare. Il sindaco di Ercolano dovrebbe essere PD, perché quando le notizie sono brutte e riguardano una giunta di destra si mette il nome del partito PDL in grande ben in evidenza.

fisis

Lun, 10/06/2013 - 15:03

Gli artigiani. gli imprenditori, i lavoratori onesti disperati si suicidano, perchè oberati dalle troppe tasse e dalla burocrazia soffocante. Gli immigrati, magari clandestini, continuano invece a vendere liberamente le loro mercanzie nelle città italiane, ormai diventate dei suk a cielo aperto. Per completare la distruzione dell'Italia, avanti con lo ius soli, così l'Italia si dovrà anche sobbarcare le cure delle partorienti che arriverebbero a milioni dal nordafrica.

Ritratto di romy

romy

Lun, 10/06/2013 - 15:14

Penso che la giunta sia di centro-sinistra,ma questo significa zero o nulla,la crisi è tutta iscrivibile all'essere umano,specialmente quando questi diventa un politico,indossa il vestito del potere e del menefreghismo.Il popolo,specialmente il più debole,l'anonimo,senza amicizie che contano è lasciato solo con i suoi problemi,da quì a tali gesti,la strada è corta,ci vuole dignità anche per ammazzarsi in modo plateale al Sud,cio' avviene non quando sei un pazzo,bensì,quando sei stanco di sopravvivere ed ingoiare bocconi amari tutti i giorni,quando la tua dignità non riesce più a convivere con la tua impotenza.Non è un segreto che il vivere umano,oggi,somiglia sempre più ad una latrina a cielo aperto,dove ruberie di ogni genere la fanno da padrone,dove le persone per bene diventano trasparenti,ectoplasmi e si vedono costrette ad essere gli ultimi della fila.Ho figli e nipoti su questa terra,ho molto sofferto per loro ed ancora soffro,più passano gli anni e più si peggiorerà,quindi una fine del mondo o qualcosa del genere,penso sia una soluzione oltre che matura,anche equa.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Lun, 10/06/2013 - 15:22

@scappato. berlsuconi chi?

Boxster65

Lun, 10/06/2013 - 15:26

Vabbé se la motivazione è davvero quella indicata nell'articolo siamo alla frutta!! Adesso quando rientro a casa in treno da Lodi a Milano perché la mia azienda preferisce che io faccia il pendolare invece di trovarmi un posto a Milano (che c'è) mi do fuoco dentro una carrozza di Trenord (così almeno disinfetto un po' i fetidi sedili!!)

io-sono-io

Lun, 10/06/2013 - 15:54

In una terra di camorra di malcostume di infiltrazioni mafiose di scandali politici continui e chi di piu´ne ha di piu´ ne metta,un amministratore pubblico rifiuta un normale permesso per un attivita´legale?Bisognerebbe bruciare vivo il sindaco e poi lanciarlo dalla finestra.Ma da quelle parti la vergogna non esiste?

francesco de gaetano

Lun, 10/06/2013 - 16:07

Rimango basito di alcuni commenti sul caso Formicola che tirano in ballo i politici locali e nazionali.Se ho letto bene la notizia data da Lucio Di Marzio si afferma che il signore in questione aveva minacciato tutti i presenti a lasciare la stanza e successivamente si è dato fuoco lanciandosi dal balcone.In questa vicenda c'è da stabilire se il signor Formicola,avanzando quella richiesta gli era dovuta per qualche minoranza fisica,in questa eveninza il sindaco ha sbagliato se così non fosse si presuppone che il suicida soffriva di problemi mentali.Nel nostro Paese si ha il vezzo di esprimere giudizi frettolosi senza accertarsi dei fatti realmente accaduti.Me ne dispiaccio per il povero Formicola.Quando si applica una legge sia locale che Nazionale vale per tutti nessuno escluso.

guidode.zolt

Lun, 10/06/2013 - 17:52

E' certo che il fioraio in questione abbia sopravvalutato la situazione, accreditandole una valenza esagerata...credo che ci sia sempre lo spazio per esporre le proprie ragioni, ma è pur certo che è stato perso pure il senno da parte delle amministrazioni locali per le quali siamo soltanto ormai dei numeri ... e qui la politica non c'entra una mazza!

titina

Lun, 10/06/2013 - 18:59

prima di giudicare bisogna vedere il motivo per cui al fioraio non è stato concesso di stazionare con il suo furgone lì dove voleva lui.

fedele50

Lun, 10/06/2013 - 19:26

mi dispiace x lui, ha finito di soffrire, ma quel gesto doveva farlo abbracciato a giggino o flop, condoglianze alla disgraziata famiglia.

Gius1

Lun, 10/06/2013 - 19:27

Ma se le leggi sono quelle , e´inutile darsi fuoco o uccidersi. Tanto non ottieni nulla, anzi...peggiori la tua situazione.

Gius1

Lun, 10/06/2013 - 19:27

Ma se le leggi sono quelle , e´inutile darsi fuoco o uccidersi. Tanto non ottieni nulla, anzi...peggiori la tua situazione.

Roberto C

Lun, 10/06/2013 - 22:41

Sarà anche vero che non c'era tutto con la testa e che ha esagerato, però è vero che spesso e volentieri se si chiedono permessi o concessioni alle amministrazioni comunali ci si scontra assai spesso con un muro di gomma, e con quanta inflessibilità e quale sottile piacere ti dicono "no" - a richieste legittime e che a volte possono fare la differenza fra la possibilità di restare aperto e il dover chiudere, allargano le braccia dicono le 4 paroline magiche ("non dipende da noi"), se chiedi di parlare con la persona da cui dipende non ti dicono chi è per motivi di privacy o perchè non lo sanno neppure loro, e comunque il regolamento parla chiaro quindi perchè scomodare qualche pezzo grosso? Certo è molto facile dire che era uno squilibrato, invitare a rimboccarsi le maniche e magari a andare in chiesa a pregare (magari dall'alto di un bel posto fisso con stipendio assicurato alla fine di ogni mese, ferie e malattia pagate, Tfr, ammortizzatori sociali e se per caso ti mettono un giorno in cassa integrazione si può sempre inscenare una bella protesta di piazza, occupare binari, fare proteste "pacifiche" ecc.), però sarebbe ora che negli uffici pubblici, a tutti i livelli, dal comune alla regione allo stato, si cominciasse a capire che chi lavora e da lavoro, finchè paga le tasse, è un benemerito e va in ogni modo aiutato, e se uno ti chiede un permesso per parcheggiare il furgone di fronte al suo negozio glielo dai, punto; non ti sta chiedendo la licenza di uccidere. A proposito, leggo che il fioraio era di una famiglia di pregiudicati e anche lui forse aveva dei precedenti. E ora vendeva fiori e faceva piccole opere d'arte floreali. Ah, qualcuno al comune di Ercolano sarebbe andato a dormire sereno stanotte, sapendo di avere forse rimandato questa persona fra le braccia della criminalità, ehhh ma vuoi mettere venire meno su un divieto di sosta? Invece non è tornato a una vita nella criminalità, si è solo tolto la vita. Non ce l'ha fatta. Non conosco la sua storia al completo, ma per quanto mi riguarda tutto il rispetto e la compassione verso di lui e i suoi familiari, e una gran rabbia verso le istituzioni. Ma poi domani o fra un mese il sindaco di Ercolano magari sfilerà in qualche marcia contro la camorra, perchè quello si nota bene, se invece avesse concesso un permesso chi mai lo avrebbe notato? Mica valeva la pena...

cangurino

Mar, 11/06/2013 - 04:36

I politici hanno grandi responsabilità nella crisi in cui ci troviamo, ma non tutte. Siamo stato cicale per decenni, ora la festa e' finita. Il fioraio aveva qualche problema psichico, evidentemente. Così pure l'impiegato del comune che ha lanciato un estintore in strada, colpendo un passante che stava soccorrendo il suicida.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 11/06/2013 - 10:13

32, commenti e nessuno sá in che condizioni un negoziante e costretto a vendere la sua merce a Ercolano, per gli ignoranti di questo, io che ho abitato a san Giovanni a teduccio pochi KM da Ercolano, posso dire che a Ercolano se non hai un posto Auto puoi crepare prima di trovare un parcheggio, e se un fioraio non puo avere un posto Auto Cosa deve fare scaricare i suoi fiori e piante? fare chilometri a piedi per scaricare la merce nel suo negozio? e facile criticare questa persona, ma per chi si trova nelle sue condizioni giudicherá i commenti di chi non sá questo,come dei commenti che sono commenti ottusi e cretini!.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Mar, 11/06/2013 - 11:47

pasquale.esposito. ma tu non stavi in germania?