"Non ce la faccio, mi ammazzo", bambino trovato morto a Fiumicino

Il corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio in un canale nei pressi di Maccarese. Inutili i soccorsi

Il corpo di un bambino di 11 anni è stato trovato ieri pomeriggio intorno alle 16 in un corso d'acqua nella località di Maccarese, nei pressi di Fiumicino.

Secondo le prime ricostruzioni il bimbo era tornato dalla scuola verso l'una e aveva pranzato a casa della nonna, tra le villette e i giardini del comprensorio di via Campo Salino, a due passi dal castello della cittadina. Dopo pranzo il ragazzino sarebbe andato a giocare con i suoi amici. "I bambini giocano sempre insieme qui nel cortile, vanno in bici, ma mai al fosso", racconta il signor Eraldo, uno dei testimoni della tragedia. Non vedendolo tornare, la nonna si è iniziata a preoccupare ed è andata a cercare il nipote.

A trovare il corpo è stato Christian Piccinini, un agente del commissariato di Ostia, che nonostante si sia gettato nelle acque torbide del canale non è risciuto a salvarlo. La polizia di Fiumicimo ha iniziato a indagare sul decesso ma alcuni dettagli emersi mostrano dei punti oscuri della vicenda.

I genitori del bimbo sono separati da tempo e svolgevano lavori saltuari. "I miei genitori si drogano", avrebbe detto il bimbo alle assistenzi sociali da cui era seguito a scuola. Gli ex coniugi sono stati immediatamente portati in commissariato per ricostruire la dinamica dei fatti. La famiglia, stando alle prime indagini, presentava alcune criticità. Il piccolo, che frequentava la prima media, era stato seguito a scuola da un insegnante di sostegno e dall’assistente educatrice culturale, figura assegnata ad alunni con problemi di ogni genere, dalla disabilità a disturbi cognitivi.

La diagnosi del bimbo non era chiara. Le stesse operatrici però lo scorso marzo avevano segnalato alla scuola e ai servizi sociali una situazione familiare difficile. Quel giorno lo studente, in uno dei tanti momenti di particolare agitazione, aveva detto piangendo frasi strazianti, angosciose, inconciliabili con i suoi 11 anni: "Non ce la faccio più, ora mi ammazzo". Aveva detto alle assistenti di un clima familiare duro da sopportare e delle violenze subite: gli investigatori stanno appurando se si trattasse di maltrattamenti. Il piccolo aveva chiesto aiuto, disperatamente e a lungo.

Commenti
Ritratto di wciano

wciano

Mar, 04/10/2016 - 10:23

La famiglia è sacra, meglio genitori così che una coppia gay. Dio è felice ora.

Gianluca_Pozzoli

Mar, 04/10/2016 - 10:49

povero bambino, che dolore la sua storia

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 04/10/2016 - 10:52

La "società",sempre più deteriorata,non riesce a "gestire" queste situazioni!!!Povero bambino,povero "VERO" disperato(non le milionate che l'italia va a prendere e mantenere)!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 04/10/2016 - 10:56

@wciano:...non scriva fesserie!!Ci sono alternative EFFICACI sia a questi "genitori" sballati,che a "coppie" gay!!!(altrettanto sballate)

giovauriem

Mar, 04/10/2016 - 10:56

nessuno deve procreare senza che una commissione medica psicofisica abbia accertato la capacità a crescere i figli , se non idonei sterillizzare entrambi o chi dei due non lo è .

27Adriano

Mar, 04/10/2016 - 11:03

Non ho parole. La Famiglia è Sacra. ...Riposa in pace lassù. ... Mi chiedo cosa serve andare a cercare i problemi extracomunitari quando non siamo in grado di risolvere o gestire i nostri (mi associo al Lettore Zagovian).

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 04/10/2016 - 11:17

E' una storia tragicamente triste, non oso immaginare cosa abbia passato quel bimbo. Mi chiedo come i servizi sociali, così zelanti quando devono dare in adozione un bambino, non siano stati più attenti e non si siano mossi con azioni prudenziali per tutelare il piccolo?

Ritratto di marapontello

marapontello

Mar, 04/10/2016 - 11:22

Wciano se intende la sacra famiglia cristiana è una perla rara ormai. Se intende la famiglia tradizionale, ah beh, si aprono scenari inquietanti.

Ritratto di wciano

wciano

Mar, 04/10/2016 - 11:52

Giovanardi sarebbe fiero di questi genitori, tutto il mio rispetto.

Trifus

Mar, 04/10/2016 - 12:59

@giuvariem: Non è per niente originale, sono capaci tutti di copiare da Mein Kampf.

chebarba

Mar, 04/10/2016 - 13:52

wciano, sempre a cavalcare l'onda eh!!! genitori separati e drogati, questo alla base del dolore del ragazzo, i gay invece non si separano e non si drogano tutte monachelle perfettine. i problemi che noi genitori per il nostro egoismo, superficialità, ignoranza ed edonismo, possiamo causare ai nostri figli sono innumerevoli a prescindere (e non è che i gay siano migliori)per questo si spera che gli elementi destabilizzanti la serenità e la crescita di bimbi e ragazzi (viste le disgrazie che già capitano)siano limitati dalla razionalità e dall'amore generoso dei genitori.

manfredog

Mar, 04/10/2016 - 14:27

Speculare su di un fatto drammatico come questo per buttare fango sulla famiglia per così dire tradizionale (questa poi lo era!?) per esaltare una famiglia gay con bambini !! è da ixioti, secondo me, e mi auguro di non essere solo. mg.

Efesto

Mar, 04/10/2016 - 16:33

@wciano - Solo un idiota può esprimersi come te e come tanti che di un caso disgraziato, generato da una società che liberalizza droga e teorie gender, ne fanno riferimento di continuità. Mettiti in testa che l'essere omosessuale è un errore della natura che ti fornisce cariche ormoniche diverse dalla configurazione organica. L'essere antisociale, delinquente, irresponsabile, incapace di sentimenti verso i figli o verso i "cuccioli" della propria specie non dipende dal sesso o dalla malattia ormonica: dipende solo da se stessi.

Fab73

Mar, 04/10/2016 - 16:57

Efesto l'essere omosessuale è un errore della natura che ti fornisce cariche ormoniche diverse dalla configurazione organica"????? Non riesco a smettere di ridere!!! Davvero credi a ste scemenze!!??! fantastico! Ma dove hai studiato? In una scuola coranica?

Efesto

Mar, 04/10/2016 - 18:06

@Fab73 - Continua pure a ridere e come i latini "in ore stultorum" (tradotto in bocca agli stolti). Probabilmente sei tu quello che non ha studiato perchè le disarmonie non sono regola di natura ma lembi esterni della curva di gauss che rappresenta la normalità. E non è questione di corano (libro di regole religiose inventate, irrazionali, e radicali) ma di conoscenza galileiana.

Pinozzo

Mar, 04/10/2016 - 18:42

Certo che se avesse vissuto con due bucioni sani e con un lavoro non sarebbe accaduto.