"Non paghiamo la Tari": commercianti in rivolta

Da Milano a Cremona, artigiani e lavoratori non ce la faranno a pagare l'acconto della nuova tassa: "Siamo al collasso"

Sciopero fiscale. Commercianti e artigiani non ne possono più. Le tasse continuano a flagellare il paese e l'ultima arrivata, la Tari, colpisce soprattutto loro. A Cremona, come racconta Libero, hanno annunciato un vero e proprio sciopero fiscale, rifiutandosi di pagare i bollettini entro la scadenza del 16 settembre e spegnendo le vetrine in segno di protesta. Questo perché le imprese cremonesi hanno visto lievitare la tassa fino al 600%. Ma la protesta si allarga a macchia d'olio, soprattutto al Nord. A Milano, dove il Comune ha ridotto al minimo l'intervallo di di tempo tra il pagamento dell'acconto (16 settembre) e quello del saldo (30 novembre), gli imprenditori meneghini dovranno uscire 289 milioni di euro per pagare il nuovo balzello. Le associazioni di commercianti e artigiani hanno già avvertito che molte imprese non ce la faranno a pagare la Tari prevedendo un'evasione fiscale obbligata. Come se tutto ciò non bastasse, c'è poi il caos dei bollettini. Infatti, un quarto dei contribuenti milanesi non ha ancora ricevuto i moduli con il calcolo dell'importo esatto da versare entro martedì 16 settembre. E mancano tre giorni...

Commenti
Ritratto di MIKI59

MIKI59

Sab, 13/09/2014 - 13:26

Ormai stanno accaparrando tutto ciò che è possibile. Sanno che siamo alla fine della cuccagna.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 13/09/2014 - 13:33

il fatto che ci siano queste proteste, dimostra che i PSICOSINISTRONZI non capiscono niente! hanno votato la sinistra che NON ha mai promesso di ridurre le tasse!!! solo berlusconi ha promesso! la sinistra fa danni! ma voi, coglioni beoti e figli di puttana, votate solo per chi vuole incularvi....

luigi.muzzi

Sab, 13/09/2014 - 14:18

ma smettiamo di pagare qualsiasi tassa o balzella ! vediamo quando gli uffici statali saranno invasi da milioni di cartelle non pagate ! la vera rivoluzione si puó fare con la carta, non con i bastoni !

Duka

Sab, 13/09/2014 - 15:00

E' più semplice di quanto si pensi: SE TUTTI NESSUNO ESCLUSO si rifiutasse di pagare l'ingiusta quanto inutile tassa, il problema si risolverebbe alla svelta, avrebbe la stesa forza di un referendum.

piertrim

Sab, 13/09/2014 - 16:11

Quante tasse pagano gli immigrati clandestini? Nessuna, ma gli Italioti (per non dire fessacchiotti) come sempre pagano per tutti.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 13/09/2014 - 16:18

Cari pecoroni, quando vi deciderete a cessare di pagare il pizzo mafioso ??? ... (Sopra le Fabbriche che chiudono, sopra la pelle dei Lavoratori senza lavoro, sopra i Giovani senza futuro che si costringono ad abbassare la testa per passare le porte della delinquenza e poi innocenti a subire la repressione carceraria e la brutalitá poliziesca di mezzo milione di agenti, tanti quanti non esistono in tutti gli Stati Uniti) ... Cosa aspettate ??? ... Il nulla osta di un partito che appartiene allo stato parassita e che faccia i vostri interessi di coglioni pecoroni ???

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 13/09/2014 - 16:32

ERA ORA, AL SUD FANNO LO SCIOPERO FISCALE OGNI ANNO, E SIAMO STUFI DI MANTENERE I TERRONI E I CLANDESTINI. IL GOVERNO SPENDE UN MARE DI SOLDI PER MARE NOSTRUM QUANDO INVECE POTREBBE RIDURRE LE TASSE. RENZI E' UN RAZZISTA FISCALE, A QUELLI CHE GIA' LAVORANO HA REGALATO 80 EURO, AI PENSIONATI E ALLE VECCHIETTE CHE PRENDONO 500 EURO AL MESE GLI HA REGALATO 2 DITA NEGLI OCCHI, SE QUESTO NON E' RAZZISMO FISCALE.

gio 42

Sab, 13/09/2014 - 16:39

E invece non è semplice. Chi comincia? chi ci garantisce chi lo dice a parole poi lo fa? La cosa deve cominciare nelle piazze e senza incidenti volontariamente, dove tutti portano le cartelle cosi si è sicuri che nessuno paga. Le rivoluzioni cruente non servono a niente e oggi nonostante la CARTA, nemmeno il voto, perché? non ci fanno più votare.

titina

Sab, 13/09/2014 - 17:13

La tari è la tariffa rifiuti, quindi i commercianti l'hanno sempre pagata, come tutti noi. E' ingiusto l'aumento sulla tariffa, le tasse devono essere più basse per tutti. A me l'hanno aumentata di 80 euro, non se ne può più.