Olio d'oliva, dall'Italia 20 milioni all'olio del Pakistan: "Discriminati noi italiani"

L'Italia finanzia con 20 milioni lo sviluppo dell'olio in Pakistan. Gli agricoltori: "Per il nostro settore italiano appena 37 milioni"

Non bastava l'olio tunisino. Ora gli agricoltori sono nuovamentein rivolta, per l'ennesima assurdità italiana. Il Belpaese, infatti, per mezzo della Cooperazione italiana allo sviluppo del Ministero degli affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha stanziato ben 20 milioni di euro per dare assistenza tecnica allo sviluppo dell'olivicoltura in Pakistan.

La denuncia degli agricoltori dell'olio

A lanciare l'allarme è stata la Lega della Terra nel suo sito internet. "Mentre le nostre tavole sono invase dall’olio tunisino, marocchino e spagnolo di pessima qualità - si legge nella nota diffusa online - il Governo Italiano, invece di sostenere gli agricoltori italiani, finanzia altre nazioni. Il Pakistan grazie all’Italia investirà della produzione di olio ben 37 milioni di euro, mentre l’Italia per la sua agricoltura arriverà a malapena a 32 milioni". Insomma, i nostri agricoltori sono sommersi dalle tasse, dalle malattie come la Xylella che mettono in ginocchio un intero settore, sono insidiati dalla concorrenza tunisina, e si vedono anche scavalcare dai pakistani.

Per carità: nulla di male ad aiutare un Paese in via di sviluppo a migliorare la sua condizone economica. Ma forse si poteva fare in un altro modo. E si poteva pensare anche ai lavoratori italiani. "Straniero è meglio - fa notare la Lega della Terra - questa la frase che molto probabile si legge e si sente dentro il Ministero dell’Agricoltura. La Lega della Terra si chiede come sia possibile che il Governo Italiano non intervenga a sostegno dell’agricoltura nazionale, in particolare modo nel campo olivicolo".

L'annuncio dell'ambasciatore e l'ostilità dei pakistani

E in effetti, risalendo alle dichiarazioni dell'ambasciatore italiano in Pakistan, Stefano Potecorvo: In Pakistan "vi e’ una nascente olivicoltura (...) - si legge in una intarvista all'Ice - che la nostra Cooperazione sta accompagnando con un progetto di assistenza tecnica di circa 20 milioni di euro, volto a trasferire il nostro know – how, ed i nostri macchinari, verso questo Paese". Senza contare che l'Associazione Nazonale Italia-Pakistan non ha preso bene la notizia, considerando l'investimento un buon modo per buttare via dei soldi. "Grandissimo errore del governo italiano - scrivono in una nota su Facebook - un investimento che poteva essere evitato o dirottato in settori più utili. La popolazione della Repubblica Islamica del Pakistan non ha nel proprio regime alimentare l'utilizzo dell'olio d'oliva, anzi entra in contrasto con la maggior parte dei piatti tradizionali. Far cambiare usanze culinarie a oltre 220 milioni di abitanti sembra difficile...".

Forse il governo Renzi riuscirà anche in questo.

Commenti
Ritratto di hermes29

hermes29

Mar, 14/06/2016 - 15:36

Regalie ad una Repubblica Islamica: vi rendete conto dell'assurdità? Boldrini non ti rivolgi a Renzi, ricordargli che in Pakistan la donna è trattata da schiava? "si vuole misurare il limite della sopportazione umana" Perché non aiutare la Puglia che vive ildramma degli olivi malati?

evuggio

Mar, 14/06/2016 - 15:42

S'ode un richiamo familiare: A TAVOLAAA!

scarface

Mar, 14/06/2016 - 15:53

Saranno sicuramente spesi dal governo pakistano per l'olio... il prodotto tipico per cui il Pakistan è famoso in tutto il mondo.

Rossana Rossi

Mar, 14/06/2016 - 16:04

E lo schifo continua........

Lucky52

Mar, 14/06/2016 - 16:06

A definire quello che è il ns. governo attuale si finirebbe in galera per oltraggio. Lascio immaginare ai lettori tutte le definizioni che si meriterebbero.

Ritratto di powder

powder

Mar, 14/06/2016 - 16:07

Senza parole

Mizar00

Mar, 14/06/2016 - 16:11

Questi o sono idioti o sono criminali. Tertium non datur.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 14/06/2016 - 16:13

GOVERNO DI DEFICIENTI.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 14/06/2016 - 16:34

io compro solo olio Italiano. La differenza la facciamo noi quando andiamo al negozio per fare la spesa.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 14/06/2016 - 16:37

TRADITORI del popolo Italiano sono insediati oggi al governo e alla guida delle istituzioni, urge capovolgere la situazione e assicurare ai lavori forzati a vita questa "classe dirigenziale" di inetti deficienti.

glasnost

Mar, 14/06/2016 - 16:37

Chissà se i contadini fessi continueranno a votare per questo governo, secondo le indicazioni che danno loro i propagandisti ed i sindacati del PD? O magari capiranno anche loro.....

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 14/06/2016 - 16:47

e continua il massacro, l'umiliazione, le mazzate agli italiani. fa parte del piano kalergi ovvero spingere all'estinzione l'italiano

maurizio50

Mar, 14/06/2016 - 16:58

Ormai è assodato . i delinquenti sono quelli che adottano provvedimenti quali quello di cui si parla! E i su.peri.diot.i continuano a votare per il PD e sinistri associati!!!!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 14/06/2016 - 17:15

Il governo Renzi e chi lo sostiene si deve VERGOGNARE !

blackbird

Mar, 14/06/2016 - 17:28

Aiuteremmo l'olivicoltura pakistana? Non fatemi ridere, per favore! Si tratta di stipendiare tecnici della cooperazione italiana e acquistare macchinari italiani per un progetto in Pakistan. Finito il progetto finirà tutto alle ortiche laggiù, ma stipendi e ricavi resteranno in Italia. Una giustificazione per la Corte dei Conti, insomma, come tutti i progetti della cooperazione internazionale.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mar, 14/06/2016 - 17:34

Sono sicuro che anche in questa operazione qualcuno avrà il suo tornaconto. se non fosse così saremmo in mano a dei deficienti, cosa che le inchieste della magistratura (quando arrivano) smentiscono puntualmente.

vince50_19

Mar, 14/06/2016 - 17:39

Uè .. governo, guardate che è buonissimo anche l'olio di Gomito, eh? Quello che manca a voi naturalmente..

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 14/06/2016 - 17:54

Non conosco i dettagli di questa "co-operazione",...mi sembra vengano dati dei soldi,anche per garantirsi la fornitura di macchinari nel settore(quanto il gioco valga la candela,conoscendo le "aquile" dell'ICE,e dei nostri "politicanti",se chiudiamo alla pari,sarà già un lusso...).A parte questo,è mia opinione,che è meglio importare olio da questi Paesi(con i dovuti controlli dei NAS su qualità,e "furbate" varie,.....Coldiretti,sveglia!!!!),che IMPORTARE,Tunisini,Pakistani,Marocchini,con spese e problemi,di gran lunga superiori!!!....(segue)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 14/06/2016 - 17:55

segue)Il discorso della concorrenza "globale" su tutti i prodotti(agricoli e non),è lungo e complicato,come quello dei "sussidi",che spesso coprono il mantenimento di inefficienze,e/o privilegi "settoriali"(voti),a discapito del consumatore finale,che dovrebbe essere l'unico a decidere,se tenere in vita,una certa attività "autoctona",anche con costi unitari superiori,a vantaggio,di "settori",strutturalmente antieconomici,per la protezione di certi "valori",di certe "condizioni" ambientali,utilizzando però al 100% "risorse" locali(non come ora neri sottopagati,con tutte le spese,e collaterali a carico del SISTEMA),per il vantaggio personale di tizio e caio!Si decida una volta per tutte,come e se,per il SISTEMA ITALIA,convenga pagare un pò di più certi prodotti,a vantaggio del lavoro,ed identità ITALIANA!!

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mar, 14/06/2016 - 17:58

Ottobre ragazzi tutti uniti x mandare a casa il gaglioffo fiorentino lui e 37 dei suoi parenti serpenti.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 14/06/2016 - 18:05

Siete mai stati in Pakistan? La pulizia e l'igiene non sanno che cosa è ? Pensate cosa può essere passato sotto l'olio, mosche, ragni, vermi e ogni altro scarafaggio.

killkoms

Mar, 14/06/2016 - 18:12

così i pakkistani invieranno gente in Italia per pagarci le pensioni..!

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 14/06/2016 - 18:12

IDIOTI LAVORATORI E PRODUTTORI DI OLIO CHE VOTATE SINISTRA L'UNICO MODO PER DIRVI CHE SIETE DEGNI TRADITORI E VENDUTI. HERMES 29 PARLI DEI PUGLIESI? SI MERITANO QUELLO CHE HANNO DI PEGGIO QUESTO E' NIENTE. HANNO VOTATO VENDOLA HANNO VOTATO SINDACI DI SINISTRA E DI SEL LA PRENDONO IN QUEL PSTO SCEMI PUGLIESI E DOVETE STARVI ZITTI E SENTIRE SENZA FIATARE CON ACQUA IN BOCCA QUELLO CHE VI DICO CHE E' POCO UOMINI DI MEZZO SOLDO BUCATO

il sorpasso

Mar, 14/06/2016 - 18:39

Governo: fai schifo vergogna!!! Consumatelo voi l'olio pakistano io uso quello della mia zona genuino al 100%!!!

risorgimento2015

Mar, 14/06/2016 - 18:41

Non lo comprate , e olio per motori?!?!

audace

Mar, 14/06/2016 - 19:14

Ma da quando Pakistan, Marocco, Tunisia, Libia, Egitto e paesi orientali e africani in genere, sono diventati Stati Europei? Perché, e a quale scopo, questi fondi a popoli stranieri, extracomunitari e islamici? Distruggiamo, e non aiutiamo, le colture italiane e diamo fondi, a fondo perduto, pagati con tasse italiane, a questi popoli ingrati, arroganti e che ci odiano fino al midollo? Davvero stiamo regalando il nostro mondo, civiltà e cultura a questi islamici? Dobbiamo ritenere l'occidente alla fine dei suoi giorni?

aldoroma

Mar, 14/06/2016 - 19:46

MA QUANDO CACCIAMO VIA TUTTI DA QUESTO PAESE AD INIZIARE DAI POLITICI

unosolo

Mar, 14/06/2016 - 19:59

se vendono tutta la Nazione , importano tutto uccidendo le nostre produzioni , maledizione , manca il lavoro , le tasse distruggono stipendi e pensioni , il governo gira il mondo senza spendere un centesimo ma in mano a che persone siamo finiti , pora ITALIA.

alexbardi

Mar, 14/06/2016 - 20:35

tutti che pensano che renzi possa o non possa fare, non l'avete ancora capito che SINO A QUANDO SAREMO DENTRO MAASTRICHT E LISBONA COMANDERANNO LORO? è inutile lamentarsi di renzi, la sovranità è già stata tolta all'italia, l'unico modo per riaverla è USCIRE DALLA UE SVEGLIA!

rossini

Mar, 14/06/2016 - 20:48

Andatelo a dire a quegli imbecilli dei produttori di olio pugliesi che hanno votato in massa alle elezioni regionali per il Pidiota Emiliano.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 14/06/2016 - 21:03

URGE LA GHIGLIOTTINA POPOLO DI MxxxA Molice Linyi Shandong China

obregia

Mar, 14/06/2016 - 22:12

come estrema ratio.un giudice che dispone una perizia psichiatra per questa banda di incapaci non è in organico alla magistratura?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 15/06/2016 - 00:38

Bisognerà vedere se queste operazioni poco trasparenti, considerando che i pachistani non consumano olio d'oliva, servono invece ad alimentare carrozzoni politici. Ci saranno trinariciuti che avranno bisogno di uffici, personale e strutture per gestire l'operazione. COSÌ, AD UN ALTRO GRUPPETTO DI PARASSITI POLITICI ROSSI VERRÀ FORNITA UNA MANGIATOIA A NOSTRE SPESE.

claudioarmc

Mer, 15/06/2016 - 07:18

Scemo e più scemo al governo, ma chi li ha votati?

swiller

Mer, 15/06/2016 - 07:23

Che volete governano i criminali di sinistra.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 15/06/2016 - 08:07

Se dobbiamo importare preparati alimentari da paesi dove l`IGENE, """NON ESISTE""", e nel nostro paese vengono messi in vendita, senza controlli, perchè gli Italiani devono sottostare ai controlli interni??? Sembra che ci sia un abuso di potere dei nostri dirigenti???

rossini

Mer, 15/06/2016 - 08:17

Caro obregia, ma quale giudice che dispone una perizia psichiatrica per questa banda di incapaci? I primi a dover essere sottoposti a perizia psichiatrica, e anzi alla camicia di forza, sono proprio i nostri Magistrati.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/06/2016 - 10:02

non avete ancora capito che in Italia ci sono politici che hanno interessi a distruggere la Italia.A fare terra bruciata prima di lasciare questo governo...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/06/2016 - 10:05

mi meraviglio dei militiari ma evidentemente sono pagati bene.

Giorgio5819

Mer, 15/06/2016 - 10:52

Queste sono le maialate di un governo di traditori dell'Italia . Per quale ragione dovremmo sovvenzionare l'industria pakistana? Sicuramente qualcosa entra in tasche sbagliate.