Omicidio di Garlasco, respinta l'istanza di revisione del processo

La Corte d'appello di Brescia ha bocciato la richiesta dei legali di Alberto Stasi che sta scontando una condanna definitiva a 16 anni

La Corte d'Appello di Brescia ha messo la parola fine al processo sul delitto di Garlasco.

Come riportato da TgCom24, il tribunale ha infatti respinto, dichiarando non luogo a provvedere, l'istanza di revisione del processo sull'omicidio di Chiara Poggi per il quale l'ex fidanzato Alberto Stasi sta scontando una condanna definitiva a 16 anni. La richiesta era stata depositata dai legali di Stasi nel dicembre scorso e si basava su indagini difensive che avrebbero accertato la presenza del dna di Andrea Sempio, un amico del fratello della vittima, sotto le unghie di Chiara.

All'epoca dei fatti, nel 2007, Andrea aveva 19 anni e pochi giorni dopo l'omicidio di Chiara era stato interrogato ma non aveva fornito particolari "interessanti". Sentito una seconda volta, invece, Andrea aveva portato lo scontrino del parcheggio per dimostarre che il 13 agosto 2007 (giorno in cui è stata uccisa Chiara Poggi, ndr) lui non era Garlasco.

"Conoscevo Chiara - riporta il verbale del 4 ottobre 2008 quando Andrea viene sentito per la seconda volta in commissariato - in quanto frequentavo la sua abitazione. Escludo categoricamente di averla mai frequentata vista la nostra differente età (Chiara Poggi aveva 26 anni all'epoca dei fatti, ndr). Non abbiamo mai avuto amici in comune. Ribadisco che la stessa era conosciuta da me solo perché ero amico del fratello Marco".

Commenti

lavieenrose

Mar, 24/01/2017 - 13:59

che respiro la mamma: adesso nessuno le toglie i soldi di risarcimento (sic!) per la morte della figlia e la giustizia italiana (arisic!) dimostra il suo valore. Alberto Stasi mi sta antipatico, ma troppe cose non tornano e sono convinto che non tutto è andato per il verso giusto in questo processo.

ex d.c.

Mar, 24/01/2017 - 14:32

Se il colpevole è predestinato non ha scampo, anche chi testimonia a favore rischia

agosvac

Mar, 24/01/2017 - 14:40

Uno scontrino di parcheggio potrebbe anche essere stato ritirato da un amico, non dimostra che questo tipo non era a Garlasco!!! Mi sembra che questi magistrati siano troppo pronti a negare ogni prova eventualmente a favorevole di Stasi!!! Del resto l'inchiesta è stata condotta in maniera del tutto da incompetenti. Ormai è difficile ricostruire la reale verità. E' del tutto incomprensibile che, a suo tempo, non si sia indagato approfonditamente sulle frequentazioni della ragazza.

il corsaro nero

Mar, 24/01/2017 - 14:48

C'è qualcuno che potrebbe spiegarmi perchè il DNA di Andrea Sempio si trovasse sotto le unghie di Chiara Poggi? Qualcosa non torna!!!

Trinky

Mar, 24/01/2017 - 14:49

per forza che deve andare così....avete mai visto la magistratura ammettere di poter aver sbagliato? guardate l'inps quanta gente fa morire "per sbaglio" e continua a non pagare i danni che fa!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 24/01/2017 - 14:56

Duri i magistrati ad ammettere di aver gestito prove e quant'altro in modo totalmente deficiente! La casta chiusa a riccio??

vottorio

Mar, 24/01/2017 - 14:56

un procedimento nato male e cresciuto peggio con numerose mancanze e disattenzioni da parte degli investigatori e, dopo due assoluzioni in primo grado e in appello, la cassazione ha fatto ripetere il processo che lo ha condannato. Alberto Stasi era antipatico un po' a tutti e la condanna avrebbe soddisfatto gran parte della pubblica opinione. ma non si può non dare la possibilità di revisione di un processo dopo avere solo oggi preso conoscenza di un indizio rilevantissimo come quello evidenziato dalla difesa che potrebbe addirittura dimostrare l'eventuale innocenza di Stasi oltre ad incriminare il vero eventuale assassino. ma sarebbe davvero dura da digerirsi sia per il PM e per gli avvocati di parte civile sia per i giudici di cassazione e del tribunale che ha emesso la condanna definitiva. i tribunali di tutto il mondo in ossequio al diritto romano osserevano: "in dubio pro reo".

giovanni PERINCIOLO

Mar, 24/01/2017 - 14:59

Sentenze emesse non già "al di là di ogni ragionevole dubbio" bensi emesse "al di là e malgrado un mucchio di dubbi"! alle volte mi chiedo se i magistrati sono stati dotati dal buon Dio di una coscienza oppure se ne sono volutamente stati privati!

Chanel

Mar, 24/01/2017 - 15:43

la vieenrose: la mamma della vittima non prende proprio niente perché stasi ha provveduto a rifiutare l'eredità paterna proprio per apparire nullatenente ed evitare ogni risarcimento . Nel frattempo i suoi avvocati , non credo gratuitamente, continuano a sollevare polveroni per sottrarlo al giudizio e con un cinismo allucinante e privo di ogni garanzia a coinvolgere persone terze che avevano il solo torto di frequentare casa Poggi. Credo che non pubblicherete perché non capisco il perché ma il giornale ha sposato la causa dell'innocenza di stasi

marygio

Mar, 24/01/2017 - 15:50

bisogna essere proprio idioti a pensare che la mamma della povera chiara miri al risarcimento prima di tutto.e fosse la prima volta che leggo simili infami commenti

kingdavid

Mar, 24/01/2017 - 16:15

@Trinky-Non credo si tratti di arroganza dei giudici...e' che lo Stasi non ha sponsors statunitensi che "operano" per lui come li ha avuti la becera criminale Amanda Knox....e' dalla fine della seconda guerra mondiale che gli yankees spadroneggiano nel nostro paese e le nostre istituzioni supinamente subiscono

Raoul Pontalti

Mar, 24/01/2017 - 16:17

Gli avvocati di Stasi non hanno presentato alcuna richiesta formale di revisione del processo bensì semplicemente presentato un esposto alla Procura generale di Milano sollecitando nuove indagini di PG alla luce di quanto emerso dalle indagini difensive. La Corte d'Appello di Brescia ha solo ricevuto le carte dalla Procura ma non la formale istanza da parte di chi era legittimato a proporla. Scontato l'esito negativo, posto che non solo ovviamente la revisione del processo ma anche la ripresa delle indagini in diversa direzione per un caso chiusosi con sentenza definitiva occorrono elementi ben più sostanziosi rispetto a quelli prospettati dalla difesa di Stasi la quale si è limitata a gettare il sasso in piccionaia per vedere la reazione, ma senza esito pratico come si è visto.

paulin57

Mar, 24/01/2017 - 16:34

Un innocente in galera un assassino in liberta'? penso proprio di si. Si poteva e si doveva approfondive e eventualmente avere il coraggo di dire abbiamo sbagliato.Mi auguro che la questione venga portata alla corte europea. Ci sono troppe cose che non tornano.

Klotz1960

Mar, 24/01/2017 - 17:12

Finalmente!!! Il colpevole e' in galera - per chi ha un cervello - ed ha avuto una sentenza fin troppo ridotta.

Klotz1960

Mar, 24/01/2017 - 17:13

Certo, Stasi e' innocente: e' VOLATO sulla scena del delitto ed ha cambiato i pedali della sua bici per moda.

filger

Mar, 24/01/2017 - 17:27

ennesima bruttissima pagina di una giustizia allo sfascio. qui abbiamo un innocente in galera e un colpevole fuori che ora potrà sghignazzare impunito. Come immagine di profilo il soggetto ha una volpe, la sua furbizia e astuzia in effetti lo ha ripagato....

filger

Mar, 24/01/2017 - 17:29

chanel, occupati di profumi, meglio.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 24/01/2017 - 17:36

@ agosvac TI RAMMENTO CHE IL RAGAZZO NON DEVE DIMOSTRARE NULLA. SONO GLI INVESTIGATORI DI STASI CHE DOVEVANO DIMOSTRARE LA SUA COLPEVOLEZZA. SI DEVE DIMOSTRARE LA COLPEVOLEZZA NON L'INNOCENZA. SIATE MENO SUPERFICIALI. UNA DOPPIA PRONUNCIA DI CASSAZIONE HA SANCITO CHE E' COLPEVOLE. E PIANTATELA DI DIFENDERE GLI ASSASSINI !!

filger

Mar, 24/01/2017 - 17:55

è arrivato Klotz sotuttoio.

filger

Mar, 24/01/2017 - 18:03

robocop2000, informati meglio prima di sparare sentenze. Lo Stasi non ha una prova che lo condanni, una. Contro il nuovo indagato ci sono una prova regina (dna) e molti indizi. Poi mi spieghi qual'è il movente di Stasi, mai e ripeto mai specificato??!

giosafat

Mar, 24/01/2017 - 18:57

E qualche buontempone, con sommo sprezzo del ridicolo , afferma che bisogna 'avere fiducia nella magistratura'. Se le prove non sono definitive ed inattaccabili il presunto colpevole va assolto; ma ormai si sentenzia umoralmente e, soprattutto, non si ammettono mai errori. Di questa magistratura bisogna 'avere terrore'.

toninosvizzera

Mar, 24/01/2017 - 19:15

Gli avvocati di Stasi, il settimanale Giallo, e qualche giornalista, hanno detto e scritto solo falsità, così anche il genetista che il DNA (INUTILIZZABILE) appartiene a Sempio. Ma come si fa a analizzare una cosa inutilizzabile. Il DNA è così degradato da non poter essere comparato con nessuno, non si può nemmeno escludere che siano tracce di Stasi. Lo sapevano anche i genetisti di Stasi di allora. Non dimentichiamoci (UN MARESCIALLO DEI CARABINIERI CONDANNATO). Il problema e che Stasi ci deve stare solo sedici anni in carcere e non trenta.

Arrigo d'Armiento

Mar, 24/01/2017 - 20:43

BUFALA - Nessuna parola fine. La corte di Brescia ha solo comunicato che non è stata presentata presso di essa nessuna istanza per la revisione del processo. In realtà i legali di Stati si sono rivolti alla Procura di Milano con una procedura che ritengono più utile.

lavieenrose

Mar, 24/01/2017 - 20:59

marygio e Chanel: non prendetevela con me: è stata la mamma della povera Chiara a sollevare da subito il problema del risarcimento. Io non ho fatto che riprendere quanto da lei detto più volte e per me incomprensibile perchè, per mia fortuna, non ho avuto la sfortuna di simili tragedie, ma da padre e nonno mi ha sconvolto sentire la signora Poggi parlare di soldi in merito alla morte della figlia e me la sono legata al dito, si è vero, me la sono legata al dito e non glielo perdono. Vi sarei grato per la pubblicazione, visto che anime candide si sono sentite offese per le mie parole. Grazie.

Abit

Mar, 24/01/2017 - 21:24

Klotz, ma lei ha un cervello?

Una-mattina-mi-...

Mar, 24/01/2017 - 21:25

l'ITALIA è UNA "repubblica" basata su di un articolo mai scritto: CHI HA DATO, HA DATO, CHI HA AVUTO, HA AVUTO

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 25/01/2017 - 14:15

@ filger IO SONO INFORMATO. L'ASSASSINO STASI E' STATO CONDANNATO E LA CASSAZIONE HA CONFERMATO. QUANTO AL SUO DNA LO HANNO TROVATO ANCHE SUL LAVANDINO OVE SI E' LAVATO LE MANI DOPO IL DELITOO. QUANTO AL MOVENTE CENE PUO' ESSERE A BIZZEFFE. LE CRONACHE SONO PIENE DI FEMMINICIDI OVE MARITI E FIDANZATI AMMAZZANO LE MOGLI. PARE POI CHE IL BIONDINO AVESSE GUSTI SESSUOLI PARTICOLARI E QUESTO E' SOLO UNO DEI MOVENTI. COMUNQUE QUANDO TI CONDANNANO PER OMICIDIO CON PROVE CHE DIMOSTRANO CHE SEI UN ASSASSINO MENE FREGO DEL MOVENTE. GLI ASSASSINI DEVONO MARCIRE IN GALERA. FATE DAVVERO PENA NEANCHE DOPO UNA SENTENZA DEFINITIVA SMETTETE DI DIFENDERE UN VIGLIACCO ASSASSINO CHE HA MASSACRATO UNA RAGAZZA INDIFESA. PENSATE SE FOSSE STATA VOSTRA FIGLIA O SORELLA !!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 25/01/2017 - 14:20

@ filger SE POI VUOI SAPERE IL MOVENTE CHIEDI UN COLLOQUIO E FATTELO SPIEGARE DALL'ASSASSINO QUAL'E' IL MOVENTE !!!