"Il personale di Ryanair voleva che mi trascinassi fino all'aereo"

La denuncia di un uomo in sedia a rotelle: "Non ho le gambe ma Ryanair voleva che mi trascinassi fino all'aereo". Ma la compagnia: "Abbiamo seguito il normale protocollo riservato alle persone con mobilità ridotta"

L'attacco è pesantissimo. Un uomo si è scagliato contro Ryanair. La compagnia irlandese è accusata di averlo costretto a trascinarsi fino all'aereo impedendogli di utilizzare la sedia a rotelle. Al Manchester Evening News Matthew Parkes ha affidato il racconto della disavventura che lo ha colpito mentre tornava dalle vacanze a Malaga e che adesso sta facendo il giro del mondo.

Parkes non ha le gambe. Gli sono state amputate. Quando è iniziato l'imbarco all'aeroporto di Malaga, il personale della Ryanair ha presteso che l'uomo arrivasse all'aereo senza la sedia a rotelle percorrendo una scala e la pista con la sola forza delle braccia. Ovviamente Parkes si è opposto alla soluzione prospettata. Gli steward gli hanno quindi messo a disposizione una barella con cui lo hanno trasportato fino all'aereo. "Continuavano a colpire la gente che stava salendo sulla scaletta - ha raccontato l'uomo al Manchester Evening News - mi hanno fatto sentire un cittadino di serie B".

In realtà la Ryanair ha rigettato ogni accusa spiegando di aver seguito il normale protocollo riservato alle persone con mobilità ridotta. Parkes, che viaggiava con la moglie e la figlia di quattro anni, si è, però, detto pronto a denunciare la compagnia irlandese. "Ryanair - ha raccontato - mi ha umiliato e sembrava che a loro non importasse la mia condizione".

Commenti

AndreaT50

Lun, 28/03/2016 - 16:43

"Abbiamo seguito il normale protocollo riservato alle persone con mobilità ridotta" dice la Ryanair. Benissimo, però mi chiedo se a qualcuno non viene in mente di modificare un protocollo demenziale?

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 28/03/2016 - 17:03

Non volero' mai con Rayanair.

BiBi39

Lun, 28/03/2016 - 17:56

Mi sembra tutto poco chiaro. In tutti gli aereoporti si usano le sedie a rotelle. In questo caso perche' una barella persltro molto piu' complicata? Ci sara' una spiegazione.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 28/03/2016 - 17:59

Non si puo volare LOW COST e pretendere il servizio dei voli NO LOW COST!!! Se vedum.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 28/03/2016 - 19:08

Leggendo il titolo per un attimo ho pensato che l'avessero veramente costretto a trascinarsi all'aereo strisciando per terra a mo di lumaca.....bbbrrrrr.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 28/03/2016 - 20:06

@BiBi39:.....certo,la faccenda è poco chiara.

lorenzovan

Lun, 28/03/2016 - 20:16

tutto cio' mi suona nuovo e strano..la ryan air ha certamente tanti difetti...io ci volo regolarmente da anni...ma mai avuto problemi...anzi...cosi' ho visto gente con mobilita' ridotta andare con la seggiola a rotelle sino alla scaletta d'imbarco...non capisco proprio cosa sia succcesso in questo caso

GIANBAIT

Lun, 28/03/2016 - 20:39

conosco benissimo l'aeroporto di Malaga come in tutti gli aeroporti c'e' un servizio di accompagnamento con personale specializzato sino al posto prenotato gestito dall'aeroporto e non da Ryanair - basta chiederlo per tempo - Questo passeggero avrà voluto fare tutto da solo poi incolpa gli altri per non aver richiesto il servizio

rokko

Lun, 28/03/2016 - 23:34

hernando45 stavolta hai scritto una cazzata. Ci sono dei livelli minimi di servizio che devono essere garantiti anche dalle low cost, altrimenti perderebbero il diritto di occupare degli slot presso gli aeroporti civili e sarebbero costretti a farsi degli scali di proprietà con tutti i costi annessi e connessi. Comunque, non credo che le cose siano andate come sembra dall"articolo, ho volato spesso con Ryanair ed il servizio è spartano ma assolutamente in linea con gli standard minimi.

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Mar, 29/03/2016 - 00:06

Non sono socio di Ryanair e non credo ad una virgola di quello che racconta quest'uomo.Questo cerca di racimolare un po di soldi, speculando sulla sua menomazione fisica. E comunque irlandesi e inglesi forse non si amano alla pazzia !

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 29/03/2016 - 00:22

ho volato con Ryanair, dipende tutto dal personale. A volte comprende e non applica alla lettera i regolamenti (assurdi e demenziali). Peró a volte, ci sono delle funzionarie che ti fanno uscire dai gangheri. E non é vero che si paga poco: il prezzo iniziale é ad es. 39,99 e sorridi, poi tra una cosa e l'altra il prezzo arriva a 100 e oltre e tiri giú quattro moccoli Perció preferisco pagare 30 o 40 euri in piú e volo con una cmpagnia normale dove ho un posto riservato.

Lorenzo1508

Mar, 29/03/2016 - 00:37

Non credo ad una sola parola di quanto è scritto nell'articolo. Solo chi non ha mai viaggiato, vero siredicorinto?, può condividere una stupidaggine di tale portata. Il servizio di accompagnamento all'aeromobile per persone con mobilità ridotta avviene da parte del personale dell'aeroporto e non della compagnia aerea; qualsiasi essa sia! Low cost o non low cost! Ryanair non è sicuramente tra le top compagnie, ma non centra con quanto accaduto...se accaduto per davvero!

Ritratto di RubinRomario

RubinRomario

Mar, 29/03/2016 - 01:06

Ebbene Ryanair é il fondo del fondo dell'aviazione civile, in fatto di regolamenti interni e condizioni di viaggio per i passeggeri. Grazie a Dio i piloti sono gente con le "palle" nonostante neanche loro siano trattati con i guanti. Per me li dovremmo tutti ringraziare personalmente e baciargli le mani per quello che fanno e nelle condizioni in cui lo fanno.

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Mar, 29/03/2016 - 02:49

o questa è una bufala colossale nella quale il giornalista è caduto in pieno con tutte le scarpe, oppure è un tentativo di estorgere denaro alla Ryanair per evitare pubblicità negativa, visto che essa crea non pochi problemi alle compagnie concorrenti. Ricordo che, in tutti gli aereoporti civili, è obbligatorio per legge il servizio disabili ivi compreso malati e comunque non autonomi. pena il mancato rinnovo della licenza operativa. Tale servizio è gestito autonomamente dagli aereoporti e non dalle compagnie, pagato profumatamente in ogni biglietto. Alla prenotazione del viaggio si può richiedere questo servizio in modo gratuito (si fa per dire)e non esiste al mondo un aereoporto che non fornisca questo servizio. Malaga compreso. Se vero, la compagnia avrebbe dovuto richiederlo con urgenza al momento, e non voglio credere che, né e stato richiesto, nè che è stato rifiutato.