"Poliziotti bastardi!". Poi Amri ha aperto il fuoco contro gli agenti

Il controllo davanti alla stazione di Sesto, poi la sparatoria. Così Amri ha provato a uccidere i poliziotti che lo avevano fermato

"Poliziotti bastardi!". Anis Amri lo ha urlato in faccia ai poliziotti prima di essere ammazzato a pochi metri dalla stazione di Sesto San Giovanni. I due agenti lo avevano fermato in strada per un controllo dei documenti. "Non avevano intuito che fosse l'attentatore ricercato - riferisce Roberto Guida, vice questore aggiunto e comandante di Sesto San Giovanni - lo hanno visto come persona sospetta, un magrebino come tantissimi ce ne sono nella provincia di Milano".

Amri è stato visto dagli agenti di pattuglia davanti alla stazione di Sesto San Giovanni, poco dopo le 3 di notte. Giudicato un individuo sospetto, gli agenti hanno proceduto al controllo. Una volta fermato l'uomo ha ammesso di non avere con sé documenti. Ha risposto con un buon italiano, anche se con accento straniero. Quindi il controllo si è fatto "più serrato" ed è stato chiesto ad Amri di svuotare lo zainetto e le tasche. L'attentatore di Berlino, in quel momento, era tranquillo e ha iniziato a svuotare lo zainetto. Poi, all'improvviso, ha estratto un'arma già carica (non è chiaro se dallo zaino stesso o se tenesse la pistola addosso) e ha colpito con un singolo colpo di pistola il capopattuglia, l'agente Cristian Movio, ferendolo di striscio alla spalla destra. Movio è però riuscito a estrarre a sua volta la pistola e a sparare. A quel punto Amri è riuscito a nascondersi dietro un'auto, ma l'altro agente, Luca Scatà, ha fatto il giro dell'auto e ha esploso due colpi di cui uno mortale al costato.

Amri è morto dopo una decina di minuti. L'identificazione è avvenuta nella prima mattinata, dopo la comparazione delle impronte digitali.

Commenti

maurizio50

Ven, 23/12/2016 - 14:27

La fine giusta per tutti quelli che vogliono imporre agli Italiani i loro costumi tribali: e chi ha orecchie da intendere,INTENDA!!!

Trinky

Ven, 23/12/2016 - 15:21

C'era proprio bisogno di far sapere il nome e cognome e pubblicare le foro dei 2 agenti ?

ceppo

Ven, 23/12/2016 - 17:19

allah al bar, quando serve non c'è mai

Ernestinho

Ven, 23/12/2016 - 20:51

Troppo facile uccidere gli innocenti. Quando incontrano fedeli servitori dello Stato armati allora non c'è scampo per loro!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 23/12/2016 - 22:01

@Trinky - sembra la vendetta di quelli che non l'hanno digerita. Sai, tifavano per il maiale, quello che ha ucciso 12 persone e forse più. E sono tanti in Italia, più di quanti tu creda. Sai già da che parte votano, tutti nella stessa direzione, contro l'Italia, a sinistra.