Poliziotto ferito a Napoli: "Arrestato l'aggressore"

La polizia di Stato ha bloccato a Napoli il pregiudicato Raffaele Rende

La polizia di Stato ha bloccato in serata a Napoli il pregiudicato Raffaele Rende, ritenuto il responsabile del ferimento del poliziotto Nicola Barbato, avvenuto giovedì sera nella città partenopea. Rende -si apprende dalla Questura - è stato trovato in un appartamento nella zona orientale di Napoli. Intanto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dal pomeriggio a Napoli, si è recato all’ospedale Loreto Mare per far visita all’agente di Polizia di Stato Nicola Barbato, ferito giovedì sera in una sparatoria nel capoluogo campano. Il Presidente è tuttora all’interno dell’ospedale; all’esterno si è raccolta una piccola folla in attesa dell’uscita del Capo dello Stato.

Accompagnato dal prefetto di Napoli, Gerarda Pantalone, e dal questore, Guido Marino, il Capo dello Stato, che lunedì prossimo parteciperà alla cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico in una scuola di Ponticelli, si è intrattenuto in corsia una decina di minuti chiedendo delle condizioni di salute dell’agente. L'a’agente e i suoi familiari da giovedì non sono stati mai lasciati soli. Dinanzi all’ingresso dell’ospedale si stanno alternando numerosi suoi colleghi di lavoro, poliziotti e funzionari, oltre a tanta gente comune che così vuole esprimere sostegno a una vittima del dovere. Vicinanza e solidarietà sono state espresse nella mattinata di oggi con una catena umana che ha stretto l’edificio della questura di Napoli.

Commenti
Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 26/09/2015 - 23:59

I poliziotti mettono ogni giorno a repentaglio la loro vita per tutti noi. È per questo che diventa inaccettabile il miserabile attacco che l'estrema sinistra, i centri antisociali ed i loro sostenitori DA ANNI RIVOLGONO CONTRO LA POLIZIA. Perché la magistratura non interviene contro questi FARABUTTI DISGREGATORI DELL'ORDINE SOCIALE?