Prenotazioni online per profughi La protesta degli albergatori

I profughi adesso arrivano in hotel direttamente con prenotazioni online come i turisti: il caso di Piacenza

I profughi adesso arrivano in hotel direttamente con prenotazioni online come i turisti. Una vicenda curiosa ha infatti lasciato senza parole un albergatore di Piacenza. Il gestore dell'hotel, come riporta il quotidiano Libertà, si è ritrovato due prenotazioni per due doppie ricevute attraverso il portale online. Poi la sorpresa: a chiedere una stanza erano quattro profughi arrivati dalla Guinea. La prenotazione e il rifiuto da parte dell'albergatore di ospitare i profughi ha creato 36 ore di confusione, quelle trascorse tra domenica pomeriggio e ieri mattina, in cui sono state coinvolte questura, carabinieri e prefettura, culminate poi con il trasferimento ad altra sede dei due immigrati. Nell'episodio sono state coinvolte l'Asp Città di piacenza e l'Ippogrifo. La prima è l'azienda che ha la convenzione con la prefettura per la gestione dell'accoglienza dei migranti e la cooperativa sociale a cui è statao materialmente affidata l'accoglienza dopo il bando europeo. Le due strutture dopo un'emeregenza in un appartamento che è rimasto senza luce e gas hanno prenotato online le due stanze in hotel. Dopo due notti passate in albergo, il responsabile dell’Ippogrifo ha pagato il conto e ha trasferito i profughi altrove. Solo due anni fa il titolare della struttura alberghiera aveva deciso di non ospitare i profughi ritenendo poco idoneo il suo albergo per l'assistenza ai richiedenti asilo.

Commenti
Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 10/08/2016 - 17:14

Ippogrifo di Piacenza...sono andato a vedere... 9 soci + 4 lavoratori, collaboratori 3 a progetto e oltre cinquanta a chiamata....a 35 euri giornalieri....quanto guadagnano queste coop....si xchè siamo in difficoltà...e allora vai con la prenotazione on line x non far vedere che sono migranti islamici terroristi....Un plauso a questi furbi fra comune e coop...se la sanno scrivere e cantare senza problemi...cmq sono solo zecche rosse...x capirci...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 10/08/2016 - 17:25

BUSINESS solo BUSINESS nome e cognome per favore dell'amministratore di questa IPPOGRIFO!!! Ormai l'Italia e sotto DITTATURA, la dittatura del PROFUGO, che fa fare soldi a palate senza far niente, ecco i posti di lavoro CREATI da FROTTOLO, che NON producono PIL, ma solo aumentano il debito pubblico, fino a quando lo lascieremo continuare a rovinare il futuro del paese???? TUTTI a votare NO al referendun, io per farlo faro 300Km (andata e ritorno) sulle povere strade di questo povero paese per recarmi all'ambasciata Italiana a Managua. Voi che la scuola dove andare a votare NO l'avete dietro casa NON MANCATEEEE!!! Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mer, 10/08/2016 - 18:08

Maledetti. Ma verrà quel giorno..., state tranquilli che verrà.

Fjr

Mer, 10/08/2016 - 18:12

Quando non ciao saranno più soldi questi come altri albergatori si troveranno col culo per terra, per l'occasione stapperò una bella birra

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Anonimo (non verificato)

qualunquista?

Mer, 10/08/2016 - 18:30

L appartamento era rimasto senza luce e gas perché? Chi doveva pagare le bollette?

venco

Mer, 10/08/2016 - 18:33

Normale, questi sono i futuri turisti, a spese nostre però.

bobo55

Mer, 10/08/2016 - 18:40

@Fjr....... stapperà una bella birra?..... azz.... braccino corto? SCHERZO....ahaha

ziobeppe1951

Mer, 10/08/2016 - 18:49

Oltre al danno in quanto i turisti si guarderanno bene di andare in alberghi dove i mangiapane a tradimento abbondano,vi è anche la beffa visto che lo stato (minuscolo) è in arretrato di mesi con i pagamenti agli stessi albergatori...ciao Nando andremo numerosi a votare per il NO

yulbrynner

Mer, 10/08/2016 - 22:56

se i commentatori qu isopra fossero dei profughi ne approfitterebbero alla grande anzi di piu

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 10/08/2016 - 23:48

Tutto nella norma i comuni governati dalla sinistra hanno più a cuore l'esistenza dei clandestini che i cittadini italiani.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 11/08/2016 - 00:30

Questo è il risultato del "prestigio" del nostro paese diffuso nel mondo dagli abusivi al governo. Accusavano ingiustamente il governo Berlusconi di screditare l'Italia mentre loro oggi fanno di peggio. CI HANNO RIDOTTI ALLA MERCÉ DI QUALSIASI PARASSITA CHE DECIDA DI FARSI MANTENERE DA NOI. Questo è disprezzo per l'integrità del paese e dei diritti dei cittadini. Siamo nelle mani di veri e propri MASCALZONI.

il sorpasso

Gio, 11/08/2016 - 08:19

Ma quanto dovranno soggiornare il Italia questa gente? Kompagni rispondetemi

Raoul Pontalti

Gio, 11/08/2016 - 11:42

(Claudioooo!) Notizia data in modo confuso: l'albergatore avrebbe rifiutato i quattro "profughi" ma poi costoro avrebbero comunque dormito nella struttura per due notti prima di essere trasferiti altrove? In realtà l'albergatore non può rifiutare l'alloggio ai clienti salvo che costoro a) non abbiano documenti regolari, b) siano stati inadempienti con pagamenti pregressi. Nel caso per i documenti supplivano la cooperativa e le autorità di PS e così per il pagamento. Ovvio che il prezzo normale dell'albergo non è quello convenzionale delle cooperative e nel caso si trattava di una soluzione tampone per un emergenza abitativa di durata limitata e il conto lo doveva pagare per intero la cooperativa che aveva in carico i profughi. In ogni caso l'albergatore che rifiuta ospiti va sanzionato senza se e senza ma (1.032 euro per persona per violazione dell'art. 187 Reg. att. TULPS).