Il proprietario della cascina confessa: "Volevo conseguire il premio assicurativo"

Trovato il foglietto del timer nella camera da letto: ben sette bombole collocate nell'abitazione. Anche la moglie è indagata a piede libero

Svolta nel caso della cascina esplosa a Quargnento, in provincia di Alessandria, che ha provocato la morte di tre vigili del fuoco. Nella notte il proprietario è stato convocato in caserma: dopo un lungo interrogatorio di 10 ore è scattato il fermo. Ad assisterlo l'avvocato d'ufficio Laura Mazzolini, che inizialmente aveva affermato: "Ho assistito al colloquio e non posso dire nulla". Questa mattina, sabato 8 novembre, è arrivata la notizia della confessione: ad annunciarlo è stato il procuratore Capo di Alessandria Enrico Cieri nel corso della conferenza stampa. La confessione di Giovanni Vincenti è stata "esaustiva pienamente, dando pieni riscontri a elementi acquisiti durante la perquisizione". Cieri ha ribadito sottolineando: "Ha agito per danneggiare le cose ma ha escluso la volontà omicida".

Michele Angelo Lorusso ha fatto sapere: "Abbiamo mappato la scena del crimine e il contesto relazionale dei soggetti che via via emergevano come in qualche modo collegato a questo evento, arricchendo il quadro investigativo esclusivamente con elementi oggettivi". Il Comandante provinciale dei carabinieri di Alessandria ha aggiunto: "È chiaro che ad un certo punto la problematica assicurativa ha assunto un rilievo non determinante ma significativo e, parallelamente agli sviluppi dell'attività, quando si è trattato di cercare ulteriori elementi oggettivi anche durante la perquisizione, essendo emerso il bugiardino del timer, si è andato a completare un quadro indiziario di tale importanza che il soggetto ha deciso spontaneamente di collaborare".

Il movente

Il movente che ha spinto il proprietario a far saltare in aria l'edificio sarebbe di tipo economico: lui e la moglie, anche lei indagata a piede libero, erano fortemente indebitati - anche se probabilmente riguardava le banche mutuatarie - e lo scorso agosto l'assicurazione dell'edificio era stata estesa al fatto doloso. Il massimale era di un milione e mezzo di euro. L'azione portata a termine era infatti "volta a conseguire il premio dell’assicurazione stipulata lo scorso agosto anche per fatto doloso". Oltre alle accuse di disastro doloso, omicidio e lesioni volontarie ora si sta valutando anche l'aspetto della frode ai danni della compagnia di assicurazione "perlomeno nella forma tentata".

Una prova schiacciante è stato il ritrovamento - nella camera da letto - di un foglietto relativo al funzionamento del timer che ha innescato l'esplosione: secondo le dichiarazioni di Vincenti le bombole dovrebbero essere sette, "collocate nei vari locali dell'abitazione, aperte perché saturassero gli ambienti e provocassero l'esplosione all'1.30 della notte. Finora ne sono state trovate tre". Il procuratore Cieri ha infine spiegato la dinamica dell'accaduto: "Il timer era stato settato all'1.30, ma erroneamente un altro timer era stato settato a mezzanotte. Quindi accidentalmente c'è stata una prima piccola esplosione che ha allertato i vigili del fuoco che poi si sono recati sul posto con i carabinieri".

Strage evitabile

La strage poteva essere evitata: "Le altre cinque bombole che erano nell'altra abitazione non esplose stavano insufflando l'ambiente di gas, vi era quindi lo spazio per una qualche segnalazione che noi pensiamo avrebbe potuto evitare la tragedia". Il procuratore ha aggiunto: "Questa è la valutazione che abbiamo fatto noi, a fronte della quale il Vincenti ha ribadito che non aveva nessuna volontà omicida e questa segnalazione non l'aveva fatto perché sconvolto dal gesto che era andato al di là delle sue intenzioni".

Commenti

Seawolf1

Sab, 09/11/2019 - 10:14

pure l'avvocato è riuscito a trovare...ce ne vorrà di pelo sullo stomaco...

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Sab, 09/11/2019 - 10:21

Oltre che criminale, sprovveduto. L'assicurazione non avrebbe mai creduto alla storiella di un evento doloso accaduto dopo solo pochi mesi dalla stipula di un'assicurazione milionaria. Il mio pensiero va però ai tre vigili del fuoco, uccisi mentre lavoravano, come sempre fanno, sapendo di rischiare la propria vita, ogni giorno, per una miseria di stipendio e nell'indifferenza generale. Chi ci governa si dovrebbe vergognare mentre guarda, sempre che i codardi ne abbiano il coraggio, le mogli e i figli di questi tre eroi negli occhi.

diesonne

Sab, 09/11/2019 - 10:26

diesoone uanti delitti si commettono per la fame smoderata del denaro:il denaro è il cancro del cervello bacato e violento

qualunquista?

Sab, 09/11/2019 - 10:32

A parte un banale ma frequente errore nel titolo (premio non è il regalo che si dà al primo classificato, ma in assicurazioni il prezzo che si paga, appunto "prima" per avere il risarcimento o altra prestazione dopo), una constatazione amara: questo signore, con tre morti sulla coscienza (ammesso che ce l'abbia), probabilmente non farà un giorno di galera...gli omicidi sono preterintenzionali, la truffa all'assicurazione non reiterabile, visto che il cascinale non c'è più.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 09/11/2019 - 10:36

Ma è stato interrogato da I soliti ignoti eAmadeus ha chiesto:sei tu che hai messo le bombole con il timer? E lui che alla fine confessò: Si sono io che ho messo ho fatto scoppiare la casa.

do77

Sab, 09/11/2019 - 10:41

Buona permanenza in galera.... spero che venga incriminato per omicidio plurimo doloso e non colposo

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 09/11/2019 - 10:42

Lo ha sicuramente consigliato l'avvocato. Acettare la colpevolezza del gesto, ed escludendo subito chelo abbia fatto per far del male a qualcuno. Ora indebitato senza possedere nemmeno una casa che è andato in macerie, come può risarcire? Io proporrei il carcere con i lavori forzati, fino a quando non ha pagato tutto. Certo riportare in vita i vigili è impossibile.

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Sab, 09/11/2019 - 10:54

"ma erroneamente un altro timer era stato settato" questo glielo ha fatto dire il suo avvocato suppongo...Criminale

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 09/11/2019 - 11:02

Per colpa del dio denaro tre vigili innocenti hanno perso la vita. La miseria,come ci siamo ridotti.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 09/11/2019 - 11:17

Come volevasi dimostrare:un vile gesto per riscattare l'assicurazione! Avrà quello che si merita.

ilbelga

Sab, 09/11/2019 - 11:18

come al solito lo sottoporranno ad una visita psichiatra voluta dall'avvocato e diranno che non era in grado di intendere e volere (a parte il fatto che quando ha fatto l'assicurazione aveva già in mente tutto) poi lo condanneranno non per premeditazione e si beccherà più o meno 16 anni di galera, poi buona condotta e dopo 5 o 6 anni sarà fuori per la buona pace dei tre vigili morti e delle loro famiglie. Marco, Matteo, Antonio riposate in pace e se potete da lassù mandate qualche maledizione a chi di dovere.

Morion

Sab, 09/11/2019 - 11:19

Candidato subito!

maxxena

Sab, 09/11/2019 - 11:27

Tre brave persone morte sul lavoro per questa schifezza.(più i feriti e le famiglie distrutte) La pena ideale sarebbe metterlo in cella e buttar via la chiave, ma per lui sicuramente sono già pronti i permessi premio per buona condotta.(in fondo ha solo fatto un piccolo errore di programmazione)

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 09/11/2019 - 11:31

Un ixxxxxxxe criminale .

baronemanfredri...

Sab, 09/11/2019 - 11:51

INTANTO E' STRAGE NON E' OMICIDIO PLURIMO COLPOSO O PRETERINTENZIONALE, MA E' STRAGE INDIPENDENTE SE VOLEVA COLPIRE O NON VOLEVA COLPIRE PERSONE FISICHE. POI ALLA FINE C'E' LA TENTATA TRUFFA ALL'ASSICURAZIONE CHE E' UN REATO LIEVISSIMO RISPETTO ALLA STRAGE DI 3 OPERATORI NEL COMPITO DEL LORO LAVORO DI SOCCORSO ALLA COMUNITA'. E' STRAGE! PER QUESTO DOVRA' ESSERE DENUNZIATO PROCESSATO E CONDANNATO PECCATO CHE NON C'E' LA PENA DI MORTE SEMPRE LA SANTA CONDANNA ALLA PENA CAPITALE MANCA IN QUESTA NAZIONE DA RIDERE

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Sab, 09/11/2019 - 11:57

Quando uno sprovveduto incompetente vuole fare il lavoro di un esperto, oltre a formarsi i governi, muoiono persone innocenti.

diegom13

Sab, 09/11/2019 - 11:58

@Seawolf:è un avvocato d'ufficio. Vuol dire che non ne ha uno suo, e che il magistrato ne ha nominato uno che lo assista perché così prevede la legge. La povera Mazzolini non poteva rifiutare. Farà degnamente il suo lavoro valutando le attenuanti e chiedendo la clemenza della corte. Che, almeno inizialmente, non ci sarà. Resta da vedere se l'indagine prosegue per verificare eventuali trascorsi tali da far ipotizzare il dolo nella strage, o il processo partirà dell'omicidio plurimo preterintenzionale.

ambidestro

Sab, 09/11/2019 - 11:59

Che dire... un genio: uccise tre persone, persa cascina, persa libertà, persa famiglia, perso tutto in risarcimenti e trovato il mantenimento da parte dello stato per qualche anno (non troppi, la magistratura buonista che ci delizia ogni giorno saprà essere magnanima)

anita_mueller

Sab, 09/11/2019 - 12:03

Che brav'uomo...

maricap

Sab, 09/11/2019 - 12:11

Solo un deficiente poteva elaborare un piano criminale, infarcito da cotanta Idiozia. Aveva assicurato, per un milione e mezzo di euro, una cascina che al max poteva valere la decima parte; facendo inserire nelle clausole anche l'evento doloso. Quel fatto intenzionale che poi si è puntualmente verificato, con l'impiego di timer e ben sette bombole di gas. La "Ciliegina sulla "Torta" e stata poi il ritrovamento nella sua casa delle istruzioni del funzionamento del timer. Questo tizio, più che in galera, dovrebbe essere rinchiuso in manicomio.

killkoms

Sab, 09/11/2019 - 12:23

follia omicida!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Sab, 09/11/2019 - 12:57

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Ma guarda il bambolotto !!! STOP E ricordate : una volta c'era Dracula , oggi c'è Conte !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhh

Alessio2012

Sab, 09/11/2019 - 13:06

MA VERAMENTE PENSAVA CHE L'ASSICURAZIONE AVREBBE CREDUTO ALLA STORIELLA DELL'EVENTO DOLOSO?

Ernestinho

Sab, 09/11/2019 - 13:09

E poi vogliono pure togliere l'ergastolo. Infami. E c'è sempre un avvocato a disposizione! Escono come funghi anche per difendere i delinquenti!

amicomuffo

Sab, 09/11/2019 - 13:33

io commentando l'altro articolo del Giornale, l'avevo detto...

Ritratto di massacrato

massacrato

Sab, 09/11/2019 - 13:45

EX giornalista DILETTANTE, poi MASSACRATO dal pensiero unico, ebbi notizia di questa ipotesi SUBITO IL GIORNO DOPO da parte di gente del posto. Mi dissero anche che l'immobile era all'asta. Ci sono arrivate con più certezze anche le indagini istituzionali. Il sistema IMPOVERISCE e la gente reagisce malamente, coinvolgendo innocenti.

Ritratto di asimon

asimon

Sab, 09/11/2019 - 13:50

senza parole...ha lasciato morire tre persone sapendo che ci sarebbe stata l'esplosione, incredible che ci possano essere persone così senza scrupoli

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 09/11/2019 - 14:02

Alla fine della fiera,il copione è sempre lo stesso,si ammazza (volutamente o meno) per soldi o per debiti. In questo caso i debiti resteranno,mentre tre famiglie sono senza marito/padre e senza forma di sostentamento. Stupidità e miseria umana al cubo,tanto dolore per NIENTE. Spero se ne tenga conto in tribunale.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Sab, 09/11/2019 - 14:04

Come scritto in precedenza, mi sembrava strano che si fosse trattato di un attentato contro i VVFF

Djrsl

Sab, 09/11/2019 - 15:14

Sarebbe interessante sapere anche perché costoro si siano trovati a pianificare una cosa del genere, che ha provocato lutti e vittime innocenti. Avidità o situazione provocata da, diciamo "altro" che ha portato alla miseria, disperazione e spesso al suicidio di migliaia di persone?

astarte

Sab, 09/11/2019 - 15:26

Giusto per rinfrescare la memoria ai commentatori abituali, oggi stranamente silenziosi: era una trappola studiata ad arte per uccidere le forze dell'ordine, Quargnento come le peggiori banlieues parigine, questi immigrati fanno saltare tutto etc etc etc. E questo fetente ha anche recitato la commedia...

ex d.c.

Sab, 09/11/2019 - 15:48

Strano. Anche se non ci fossero state vittime era facile per l'assicurazione scoprire tutto.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 09/11/2019 - 15:57

Se tutto questo è vero e il colpevole sarà giudicato tale nei tre livelli d igiudizio, è bene che costui, maledetto ba@@@@do e assassino, marcisca in galera per il resto dei suoi giorni. Non merita neanche mezza attenuante generica.

astarte

Sab, 09/11/2019 - 16:09

@massacrato, mi faccia capire: devo mettermi a piangere perché il poverino aveva dovuto mettere all'asta una grossa cascina? era un po' incazzato e si è sfogato come poteva? Se non era in grado di vivere con la Maserati poteva comprarsi una Panda. Oggi tutti spendono e spandono senza criterio, e poi quando fanno bancarotta la colpa è ancora del governo. Ma per favore.

vinnynewyork256

Sab, 09/11/2019 - 16:25

SEDIAELLETRICA!!!

Silvestro10000

Sab, 09/11/2019 - 16:33

Un criminale ignorante che confonde il premio con il risarcimento del sinistro, talmente stupido da tenersi in casa il foglietto delle istruzioni.

ambidestro

Sab, 09/11/2019 - 16:40

Si paga un premio, si ottiene un risarcimento, non si "consegue un premio assicurativo"

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 09/11/2019 - 16:53

qualunquista? Gli omicidi non sono preterintenzionali (ho intenzione di farti male, ma esagero, ad es. con un pugno, e ti ammazzo), ma colposi (metto in atto pratiche sconsiderate e pericolose, a seguito delle quali tu muori, ma non era mia intenzione ne' ammazzarti, ne' farti del male. Comunque non credo che se la caverà con pene lievi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 09/11/2019 - 16:57

A me da un certo punto di vista fa anche pena. E' fuori di dubbio che non volesse ammazzare nessuno e secondo me, quando ha ricevuto quella telefonata, era convinto che tutte le bombole fossero già saltate con la prima esplosione. Non posso pensare che, sapendo che i VVFF correvano dei rischi, non abbia detto niente. Non vorrei essere al suo posto in questo momento.

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Sab, 09/11/2019 - 17:56

E' una vera vergogna distruggere una cascina così bella!

Rob150857

Sab, 09/11/2019 - 18:09

Esiste una opzione penale che si chiama dolo eventuale .significa che se fai qualcosa e ti assumi il rischio di uccidere qualcuno se la cosa ti va male,allora rispondi di omicidio volontario.

hallogram

Dom, 10/11/2019 - 06:53

Titolo da rivedere come già scritto. Forse tutto doveva esplodere a mezzanotte e non più tardi. A parte questo il pensiero continua ad andare a chi è morto ed a chi è rimasto gravemente ferito. Persone che hanno dedicato e dedicano la propria vita mettendosi al servizio della collettività con dedizione. Le forze dell’ordine hanno ancora una volta dimostrato di essere all’altezza assicurando alla giustizia in tempi brevissimi l’autore di questo gesto infame. Giustizia che spero emetta una sentenza che punisca adeguatamente il colpevole anche se tutto ciò non riporterà in vita tre meravigliosi ragazzi. A chi è scampato auguro una guarigione che sia completa.