Pure la "cerchia" del papa sotto accusa: chi sono gli "eretici"

Nella lettera che accusa la dottrina del papa vengono fatti altri nomi. Il "cerchio magico" di Bergoglio finisce sotto accusa

La lettera di accuse del mondo tradizionalista, quella che accosta la dottrina del papa a una certa confusione dottrinale - qualcuno ha parlato pure di "eresia" - non riguarda solo il Santo Padre, ma tira in ballo anche altri ecclesiastici considerati vicini a questo pontificato e al tipo di cattolicesimo promosso. Nella missiva, infatti, vengono citati dei nomi che, stando al parere dei sottoscrittori, hanno in qualche modo contribuito alla situazione odierna. Jorge Mario Bergoglio, insomma, non è il solo a essere chiamato in causa.

Secondo pure quanto si apprende sull'Huffington Post, i firmatari nominano il cardinal Oscar Rodriguez Maradiaga, che è il vertice del C9, cioè del consiglio ristretto di porporati voluto dal papa per riformare la Curia, quello che a breve dovrebbe completare la nuova Costituzione apostolica, i cardinali americani Cupich e Wuerl, che i tradizionalisti ritengono da tempo non in linea con una certa integrità dottrinale, il cardinale belga Danneels, che è scomparso a marzo scorso e che aveva parlato, ai tempi, della "mafia di San Gallo", un vescovo argentino, Zanchetta, e un vescovo cileno, Barros.

Abbiamo avuto modo, nel corso di questi anni, di raccontare la bagarre tra il "fronte tradizionale" e i progressisti. Tutti gli ecclesiastici citati, semplificando, fanno parte dei secondi. Questa lettera, insomma, fa parte di un filone cui siamo abituati da poco dopo l'elezione al soglio di Pietro dell'ex arcivescovo di Buenos Aires. La dottrina di Papa Francesco rappresenterebbe il vertice di un problema più esteso. A firmare - lo abbiamo già registrato - sono stati soprattutto teologi e uomini di cultura.

Commenti

PaoloPan

Gio, 02/05/2019 - 16:13

Si sta avverando la profezia della Vergine Santissima a La Salette: "Roma perderà la fede e diventerà la sede dell'antiCristo"

evuggio

Gio, 02/05/2019 - 16:24

Bisogna dare un messaggio "forte e chiaro" facendo mancare il sostentamento dell'8xmille in modo che ci sia un rapido "ravvedimento operoso" per fermare la caduta senza ritorno del cattolicesimo.

Ritratto di C.L.N.

C.L.N.

Gio, 02/05/2019 - 16:31

La profezia è già tra noi.

Ritratto di cicopico

cicopico

Gio, 02/05/2019 - 16:32

Condivido pienamente, roma cadra.ma non la chiesa.satana e a roma.

dagoleo

Gio, 02/05/2019 - 16:39

la chiesa tradizionalista deve attuare uno scisma da questi eretici. io la seguirò sicuramente.

INGVDI

Gio, 02/05/2019 - 16:42

Caro Aloisi, non si tratta di bagarre tra il "fronte tradizionale" e i progressisti, ma di posizioni diverse tra chi ha la Fede e chi l'ha persa e non crede più nel Cristo Figlio di Dio, morto in croce e risorto per la salvezza delle anime. Papa Bergoglio ed il suo entourage appartiene a questi ultimi.

Totonno58

Gio, 02/05/2019 - 16:48

A occhio, direi che gli eretici siano quelli che hanno scritto la lettera...comunque la linea da seguire, da parte di Francesco e degli altri, resta quella del balls-washing and beating!

timoty martin

Gio, 02/05/2019 - 17:00

INGVDI: la fede non l'abbiamo persa ma non siamo più capaci di seguire questo papa che non capisce i NOSTRI problemi e le NOSTRE sofferenze. Non siamo razzisti ma vorremmo anche noi -che lavoriamo tanto e guadagnamo poco- essere considerati, capiti e difesi.

gio777

Gio, 02/05/2019 - 20:25

QUESTO PAPA NON SE NE ACCORGE MA E' SOTTO IL GIOGO DI SATANA. QUANDO FINIRA' QUESTO INCUBO ALLORA POTRA' TORNARE UN PAPA VERO TIPO SARAH

fisis

Gio, 02/05/2019 - 21:43

Bergoglio è un eretico comunista.

lappola

Gio, 02/05/2019 - 22:48

Smettetela di definirlo santo, censurate quel termine a lui riferito, è irriverente e offende i suoi fratelli musulmani.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 02/05/2019 - 23:13

Da Roma, Bergoglio può anche andare a migrare nella Pampas.

nino49

Gio, 02/05/2019 - 23:20

Bergoglio purtroppo incarna la visione prettamente "materialistica" dell'esistenza umana che ben si accorda alla tradizione comunistoide-terzomondista da cui proviene. La sua è un'etica di tipo "sociale" che poco ha a che vedere con le profonde aspirazioni spirituali dell'animo umano.