Quando il Fisco usa i social per farci i conti in tasca

Dal lavoratore in nero al marito che nega il mantenimento: tutti i casi in cui una foto ha svelato ciò che viene nascosto al Fisco

In queste vacanze tanti italiani hanno ceduto alla tentazione di fare qualche selfie di troppo. Feste con gli amici, cene e anche vacanze. E così qualche foto in più può essere fatale sotto gli occhi del Fisco. Infatti, come aveva ricordato ilGiornale, gli accertamenti in fase di contestazione hanno trovato nei social network un vero e proprio alleato che può svelare tutto ciò che viene nascosto al Fisco. I casi in cui il Tribunale ha inchiodato i cittadini coninvolti in un procedimento usando gli scatti su Facebook, Instragram e Twitter sono numerosi, con un vero e proprio boom nel 2017. Nella casistica si trova di tutto. Ad esempio la Corte di appello di Brescia, come ricorda il Sole 24 Ore, ha condannato un maniscalco che lavorava in nero senza dichiarare nulla al Fisco grazie a Facebook: "La documentazione estratta da Facebook evidenzia un'attività che è molto probabilmente fonte di redditi non dichiarati". Ma c'è anche un marito condannato per non voler concedere il mantenimento alla moglie. L'uomo avrebbe sostenuto di non avere le possibilità economiche per poter pagare l'assegno. Ed ecco qui che ancora una volta c'hanno pensato i social ad inchiodarlo. La Corte di appello di Ancona in una sentenza dello scorso febbraio è stata molto chiara citando foto sui social che testimoniano come il suo tenore di vita fosse ben più alto di quanto dichiarato. Un imprenditore invece è stato condannato dal Tribunale di Pesaro a pagare l'assegno di divorzio alla moglie dopo avre postato su Facebook foto con vacanze in hotel a 4 stelle in settimana bianca e alla guida di auto di lusso. Insomma si tratta di diversi casi che di fatto hanno messo in difficoltà e non poco chi ha provato a fare il "furbo" in Tribunale. Va sottolineato come una semplice foto non sia sufficiente in fase di processo e che va comunque supportata da riscontri oggettivi.

Ma basta uno scatto per mettere in moto le indagini fiscali. E in questo caso non si tratta di una violazione della privacy. Proprio su questo punto la Cassazione era stata chiara defindendo Facebook un luogo aperto al pubblico e dunque quelle immagini possono diventare oggetto di approfondimenti dal punto di vista fiscale. Il tutto viene affiancato anche dalle verifiche che vengono fatte ad esempio su altri tipi di acquisti come specificava un decreto del Ministero delle Finanze che indicava quelli più attenzionati per i controlli fiscali. Tra questi rientrano gli elettrodomestici, la pay tv, i giochi online ma anche i viaggi e le vacanze. Il tutto spesso accompagnato proprio da una foto che mette in mostra ciò che qualcuno cerca di nascondere all'occhio del "grande fratello" del Fisco.

Commenti

rudyger

Mar, 02/01/2018 - 14:52

scandaloso !fisco rapace ! i miei risparmi me li voglio mangiare tutti. e dopo andrò alla mensa di S. Egidio.

cgf

Mar, 02/01/2018 - 14:56

Postate ragazzi, postate di tutto e di più. In tribunale è sempre la controparte a portare le 'prove', ma fonte certa mi ha assicurato che non solo il Fisco italiano usa questi mezzi in maniera autonoma, diversi Paesi, pure quelli liberi e rispettosi della libertà dell'individuo e della privacy, prima di concedere visto, sia esso anche elettronico, chiedono/cercano sempre più spesso la pagina social...

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mar, 02/01/2018 - 14:59

Io sono il primo a essere incavolato con questo stato comunista, pagando il 70% di tasse. Tuttavia va dato francamente atto che se l'indigente posta su facebook un selfie alla guida di una Ferrari a Montecarlo in compagnia di una accompagnatrice ingioiellata, l'assenza di reazione del fisco sarebbe grave. Il problema non è del funzionario che fa il suo lavoro, ma della natura stessa del nostro sistema fiscale.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 02/01/2018 - 15:07

Non capisco la vostra malcelata indignazione nel titolo! 1. il lavoratore in nero al marito che nega il mantenimento sono due farabutti; 2. quando oltre ad essere farabutti si dimostrano palesemente 1mbec1lli meritano di essere messi di fronte alle loro responsabilità, altro che "farci i conti in tasca".

Giolo

Mar, 02/01/2018 - 15:12

Che il fisco possa essere rapace, in quanto vengono applicate tasse sproporzionate e deleterie per la comunità italiana (in quanto, ad esempio, non trovano riscontro in altri paese europei), non ci piove. Ma mentire e dichiarare il falso in merito al proprio reddito, é un altra cosa...... Sotto questo punto di vista i controlli sono più che giustificati. Se non sbaglio si chiama evasione fiscale. A buon intenditor poche parole.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 02/01/2018 - 15:22

Questo è il caso in cui vale la legge della tagliola: nessuna pietà per l'animale pivla. Se ti dichiari povero per mangiare a babbo e non pagare e ti bulli in foto con cabrio, escort e vestiti nuovi meriti che il fisco ti spelli. Anche se per la verità sarebbe meglio che ti mettesse a lavorare in amministrazione controllata, così guadagni e paghi.

lorenzovan

Mar, 02/01/2018 - 15:22

@dreamer...fare certi discorsi nel regno degli evasori e' piuttosto rischioso...lolololol..vedrai la serie di insulti e maledizioni

Massimo Bernieri

Mar, 02/01/2018 - 15:43

Sono d'accordo una volta tanto con il fisco.Non si può dichiarare un reddito da "pensionato con la minima" poi farsi fotografare a Cortina (anche se non hai pernottato,con quel reddito non ti puoi permettere il mero costo del viaggio)o alla guida di auto costose.Ci indignamo quando vediamo la media dei redditi dichiarati poi,ci arrabbiamo se il fisco fa controlli.Non sono d'accordo se il fisco fa accertamento induttivo perché faccio troppi prelievi al bancomat(inteso quante volte ci vado) o vado troppe volte ad aprire una cassetta di sicurezza solo per vedere ricordi di famiglia.Non saremo mai un paese normale. P.S Chi è in regola con tutto,non teme controlli fiscali o intercettazioni !

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 02/01/2018 - 15:48

Il fisco ci vessa perché quei soldi che cerca servono per andare a prendere i migranti con l'aereo e poi a mantenerli

Una-mattina-mi-...

Mar, 02/01/2018 - 16:01

AL DI LA' DELLE RAGIONI FISCALI, NON CAPIRO' MAI LA NECESSITA' DI ESPORSI PUBBLICAMENTE SUI SOCIAL RENDENDOSI COME MINIMO RIDICOLI

donald2017

Mar, 02/01/2018 - 16:24

x tutti gli imbecilli comunisti: non avevano creato il FISCO AMICO ? Sì, ma solo x loro come al solito e voi babbei analfabeti e creduloni a darci di naso x l'ennesima volta. Lo dico e lo ripeto: DOVE C'E' COMUNISMO C'E'MALAFFARE E POVERTA'

VittorioMar

Mar, 02/01/2018 - 17:01

....I POTENTI MEZZI TECNOLOGICI ,ELETTRONICI E MULTIMEDIALI SERVONO PER TUTTO SOLO PER IL FISCO...MENO CHE PER VOTARE !!...MA NON DISPERIAMO...TEMPO VERRA'...!!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 02/01/2018 - 17:13

Sul social? Io non ci sono, posso stare tranquillo?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 02/01/2018 - 17:38

Per i vari bernieri io se fossi un pensionato,ed ho lavorato 50 anni posso spendere i miei risparmi come mi pare,prima di morire?????? Forse c'è un poco di invidia nel post???

Massimo Bernieri

Mar, 02/01/2018 - 17:43

Per Tomari.Certamente.Bin Laden ci hanno messo anni per beccarlo perché non usava telefoni o cellulari.Hai voglia con i satelliti a intercettare comunicazioni se non telefoni...!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 03/01/2018 - 10:50

perchè tutto quello che si scrive su Facebook deve essere vero? rudyger, imboscali..se non arrivate al tetto massimo con la denuncia dei redditi fateveli dare dallo Stato , io non arrivavo e lo Stato tedesco mi ha dato 1200 euro , sono pochi però 100 euro al mese fanno comodo,,, ah dimenticavo io sono governato dalla culona voi invece da bei fighetti..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 03/01/2018 - 10:54

Infine Bernieri se hai auto lasciala ferma o in garage così fine anno risparmierai soldi della benzina, olio,gomme e riparazioni.

flip

Mer, 03/01/2018 - 12:41

tutto è possibile. però. chi controlla i controllori?

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Dom, 07/01/2018 - 11:02

chi è pulito non deve temere nulla dal Fisco ma siccome in Italia la maggior parte di voi "puzza" allora dovete avere paura...e non piangere quando vi beccano in fallo.