Quell'ossessione delle coop: dare lavoro ai migranti

Dopo il volontariato, le cooperative offrono i migranti alle aziende per gli stage. "Non hanno pretese retributive". La Lega: "Usati come schiavi"

Il Financial Times, autorevole organo del capitalismo occidentale, aveva avuto il coraggio di scriverlo qualche anno fa: i flussi migratori abbasseranno i salari. E lo stesso sosteneva il politologo francese Henri Hude: "O si delocalizzano i posti di lavoro che costano troppo, o si fanno venire dei lavoratori che si potranno pagare di meno". Semplice e lineare.

Non tutti però sono d'accordo. Il partito del "gli immigrati ci pagano le pensioni" non credono che l'afflusso di migranti possa provocare danni al mercato del lavoro in un Paese dove 37 giovani su 100 non hanno un impiego e l'11% non gode di uno stipendio mensile. E così l'attenzione sovente si concentra sulle opportunità da dare ai richiedenti asilo anziché ai disoccupati italiani. I profughi in mezza Italia vengono stati usati dai Comuni per le attività più variegate: pulizia dei giardini, servizio di pedibus per i bambini dell'asilo, volontariato e via dicendo. Tutto con la complicità delle cooperative sociali che li hanno a carico. Ben contente di trovargli pure un'occupazone (magari nelle loro fila).

L'ultimo caso viene da Oderzo, paesino in provincia di Treviso. Qui il sindaco leghista Maria Scardellato ha criticato aspramente la decisione di una società locale di offrire i propri ospiti alle aziende per uno stage da 400 euro al mese. "Migranti usati come schiavi dalle cooperative", ha detto il primo cittadino. A lasciare di stucco, infatti, è la missiva spedita dall'associazione alle aziende locali: "Si tratta di ragazzi gentili, umili, volenterosi - scrive la coop - con ottima resistenza fisica e che non avanzano alcuna pretesa dal punto di vista retributivo, professionale o di turnazione". Chiaro, no? "Nessuna pretesa retributiva". Perché allora pagare salario, contributi e tasse per un italiano in fila alle agenzie interinali quando c'è chi si accontenta di molto meno? "Capiscono e parlano italiano - si legge ancora nella lettera - ed inoltre sono iscritti a Garanzia Giovani Veneto, oltre che al centro di impiego. Il progetto Garanzia Giovani dà la possibilità alle aziende di assumere i ragazzi tramite un contratto di stage (per la durata minima di 3 mesi) con una retribuzione di 400 euro al mese. Già alcuni dei nostri ragazzi sono stati inseriti in aziende del territorio. Hanno tutti i documenti in regola per lavorare (permesso di soggiorno e codice fiscale)". Non l'ha presa molto bene l'assessore regionale al Lavoro del Veneto, Elena Donazzan (Fi). "Il progetto si rivolge esclusivamente ai residenti in Veneto ed è uno strumento che abbiamo messo in campo per aiutare i notri ragazzi in cerca di occupazione, non certo per simili iniziative". Non è la prima volta, però, che le associazioni impegnate nell'accoglienza cercano di sfruttare le maglie delle leggi italiane per trovare un impiego ai profughi.

A ottobre del 2016 il responsabile di Legacoopsociali Emilia-Romagna, Alberto Alberani, aveva proposto al governo di iscrivere i migranti al Servizio Civile Nazionale per poi farli sfacchinare nelle coop a spese dello Stato. L'idea era quella di far firmare ai richiedenti asilo un contratto di 12 mesi con un impegno settimanale dalle 24 alle 36 ore. Lo stipendio mensile doveva ammontare a 14,46 euro netti al giorno, che al mese fanno 433,80 euro. Più o meno la stessa cifra ipotizzata dalla società triestina per gli stage di chi "non ha pretese retributive". Alla faccia degli italiani che vorrebbero conservare il diritto ad una vita dignitosa.

Per carità: la legge prevede che gli immigrati dopo due mesi in Italia possano iniziare a lavorare qualora trovino un impiego. Spesso finiscono col bighellonare tutto il giorno nei centri di accoglienza, lautamente coccolati a spese dei contribuenti. Ma c'è anche ci ha pensato di farne un altro uso. La cooperativa Versoprobo di Vercelli, per esempio, a marzo decise di utilizzare i propri ospiti per le opere di ristrutturazione di un hotel dove avrebbe voluto aprire una nuova struttura per profughi. I migranti scaricarono il camion senza compenso o contratto e così in qualche modo l'azienda risparmiò sui costi di ristrutturazione risparmandosi la fatica, e l'onere, di pagare regolarmente un operaio. Magari italiano. Di quelli che "non vogliono fare più quei mestieri".

Commenti

venco

Mar, 25/07/2017 - 17:00

I migranti, essendo clandestini, vanno mantenuti chiusi in campi di accoglienza, il lavoro si da ai disoccupati italiani.

il sorpasso

Mar, 25/07/2017 - 17:03

Che schifo che sono queste coop...e gli italiani nulla? Votate PD italiani e ne vedrete ancora di più schifose!

toni175

Mar, 25/07/2017 - 17:07

Ma vi svegliate solo ora?

Libertà75

Mar, 25/07/2017 - 17:09

Fanno il lavoro che gli italiani non vogliono più fare (ossia essere trattati come schiavi). Qualcuno vuole negare che è una forma di razzismo questa promozione dello schiavismo?

Silvio B Parodi

Mar, 25/07/2017 - 17:11

ecco uno dei motivi dell'invasione procurata, hai capito te? fanno venire gli africani per formare la nuova classe operaia, sfruttata, ma non erano i sinistri a combattere contro i padroni che sfruttavano gli operai italiani??? allora ora si possono sfruttare gli operai??? che negrieri il PD e gli operai italiani non votano piu' PD? NO ora votano Lega o F.I. ecco perche'!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 25/07/2017 - 17:14

I clandestini vanno rinchiusi! Riaprite Fossoli.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 25/07/2017 - 17:15

auguri per i vostri figli ahahahahah. io non ne ho percui.....votate pd, votate avanti

MarcoE

Mar, 25/07/2017 - 17:22

Si chiama Piano kalergi ...

vince50

Mar, 25/07/2017 - 17:22

"Non hanno pretese retributive"?,Allora come fanno a pagare le pensioni agli Italiani visto che viene sempre detto questo.Il problema che ci porterà alla rovina,è il fatto che siamo gli uni contro gli altri(cioè rossi contro).

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 25/07/2017 - 17:25

Bellissimo questo "circolo virtuoso": le coop usano i "profughi" per sistemare strutture adatte ad ospitare altri "profughi". Moltiplicate per mille, poi aspettate le nuove carovane dal Niger, poi fate lavorare altri "profughi", poi moltiplicate per mille eccetera. Che scenario ne viene fuori? Lo vedete?

gneo58

Mar, 25/07/2017 - 17:30

ho avuto modo piu' volte di vedere come sono stati portati avanti dei lavori da lavoratori extracomunitari - capitolati magari convenienti ma purtroppo alla fine lavori disastrosi o malfatti dovuti per forza di cose essere rifatti. E questi diciamo che "erano del mestiere" - Vorrei sapere chi affiderebbe un qualsiasi lavoro a questi clandestini che non sanno praticamente far niente e se qualcosa sanno va bene tutto pur di non lavorare. Personalmete affido lavori a ditte Italiane con lavoratori italiani anche a costo di pagare di piu'.

fedeverità

Mar, 25/07/2017 - 17:31

Possibile che le cose si sanno ma nessuno fa niente??? MA VIVIAMO NELL'ILLEGALITà PIù COMPLETA!!!!! MA LE CARICHE DELLO STATO DOVE SONOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 25/07/2017 - 17:31

coop sfruttatori di esseri umani. le toghe rosse fanno finta di niente. il governo è il mandante di questa schifezza.

VittorioMar

Mar, 25/07/2017 - 17:38

....DA QUANDO I SINDACATI HA ELIMINATO TUTTE LE TUTELE.....ORA E' LIBERTA' DI SCHIAVISMO ....E SFRUTTAMENTO INTENSIVO !!!

brasello

Mar, 25/07/2017 - 17:39

gli stessi accaniti sostenitori di questa bella trovata poi magari sono i più accaniti oppositori della prostituzione in quanto "dietro la prostituzione c'è spesso lo sfruttamento". insomma, lo sfruttamento della negretta che si prostituisce no, lo sfruttamento del negretto che lavora gratis si. è una nuova forma di femminismo boldriniano??? O forse perchè dalla prostituzione i politici non ricavano niente, mentre dagli schiavi dati alle coop gliene viene qualcosa in tasca? ah, quando c'era Lui....

Happy1937

Mar, 25/07/2017 - 17:41

Carita' pelosa. Le Coop li sfruttano e fanno soldi sulla loro pelle. Contempraneamente ricevono dallo Stato i 40 Euro al giorno a carico delle nostre tasche. E' cosi' che bianchi e rossi si arricchiscono.

killkoms

Mar, 25/07/2017 - 17:41

non ci voleva il "financial time",per saperlo!è la stramaledetta legge della domanda e dell'offerta!

Nick2

Mar, 25/07/2017 - 17:49

Dobbiamo essere onesti ed obiettivi. I nostri ragazzi, spesso su nostro consiglio, non vogliono svolgere lavori umili e pesanti. Nell’industria siderurgica nel bresciano e bergamasco (dove la paga di un neoassunto supera i 1600 euro netti al mese), il 90% degli operai sono extracomunitari, stessa percentuale nelle ceramiche emiliane. Nella piccola industria metalmeccanica gli stranieri sono in maggioranza. Il lavoro di camionisti e di spedizionieri è svolto quasi esclusivamente da stranieri. In agricoltura sono impiegati (e ben pagati) solamente indiani e pakistani, nell’edilizia romeni, e marocchini. Operai italiani resistono nella grande industria (dove sono maggiori le tutele), nelle riparazioni di automobili e in qualche settore più specializzato. Per il resto, i nostri ragazzi, piuttosto che sporcarsi le mani, preferiscono far lavoretti saltuari e spesso mal retribuiti nel commercio, ristorazione, vendite o assicurazioni. Cerchiamo di non cadere nei soliti luoghi comuni…

TreeOfLife

Mar, 25/07/2017 - 17:53

Brigantaggio e usura son delle coop la cultura.

giusto1910

Mar, 25/07/2017 - 17:56

Ma é ovvio! Per "comprare" le simpatie dei clandestini (prossimi cittadini votanti) le COOP, agli ordini della sinistra, fanno i salti mortali.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 25/07/2017 - 17:56

intanto gli italiani, soprattutto giovani, devono crepare al posto degli immigrati clandestini.! complimenti, la sinistra ama cosi "tanto" l'italia.... e poi dice di essere superiore a tutti, tra mafiosi certamente....

dallebandenere

Mar, 25/07/2017 - 17:56

Ci vorranno ancora anni,poi pian piano il suddito italiota capirà l'inutilità assoluta di avvelenarsi quotidianamente dietro una tastiera con connessione internet...

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 25/07/2017 - 17:58

del dramma di Bara nemmeno un cenno. era un miserabile negro ucciso da un bianco. perfetto

istituto

Mar, 25/07/2017 - 18:00

È un'ossessione per le COOP dare lavoro ai " migranti"= CLANDESTINI perché così possono fare il MAGNA MAGNA che non è possibile fare con gli italiani. Chiedo che il CENTRODESTRA quando andrà al Governo elimini questo SCHIFO ai danni degli italiani con una BELLA RIFORMA e che metta a terra le disoneste COOP.

Tommaso_ve

Mar, 25/07/2017 - 18:05

------SCHIAVISTI------ Per i campi di cotone della Luisiana si poteva dire altrimenti???

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Mar, 25/07/2017 - 18:13

nick2 per essere onesti obiettivi a Londra ci sono laureati che fanno i lavapiatti,e in Italia analfabeti e musulmani che fanno i Ministri lei e' fuori dalla realta'

baronemanfredri...

Mar, 25/07/2017 - 18:14

MA NON E' OSSESSIONE E' UNA POLITICA CHE E' STATA OGGI APPLICATA, MA DA ANNI AVEVO SOSTENUTO CHE UN GIORNO ARRIVAVANO A PREFERIRE I CLANDESTINI STRANIERI, COME DICEVANO IN PASSATO. ORA CHE VIVIAMO IN UNA DITTATURA O MEGLIO LIBERTA' CONDIZIONATA DALLA SINISTRA, STANNO APPLICANDO CIO' CHE AVEVANO DETTO. PIU' COERENTI DI COSI'. SEMMAI INCOERENTI SONO I LORO ELETTORI AL PARI DI COLORO CHE DISTRUGGONO LE CITTA' E LE ASSOCIAZIONI CHE NASCONO OGNI GIORNO, MA SONO SEMPRE GLI STESSI, CHE GUADAGNANO SULLE STRAGI DI INNOCENTI. VOGLIONO PORTARE GLI ITALIANI ULTIMI O FUORI DALLE GRADUATORIE PER FAVORIRE QUESTI BASTARDI CLANDESTINI CHE RUBANO E VIOLENTANO. STANNO APPLICANDO SCIENTIFICAMENTE CIO' CHE AVEVANO DETTO

Ritratto di makko55

makko55

Mar, 25/07/2017 - 18:23

@riflessiva, vedo che la perspicacia a volte fa' breccia.........

Ritratto di makko55

makko55

Mar, 25/07/2017 - 18:24

@giangol, stessa condizione per cui mi associo.... :):):)

istituto

Mar, 25/07/2017 - 18:24

Per ogni africano ucciso ( caso rarissimo) ci sono dieci africani che stuprano o molestano pesantemente le donne italiane e ce ne sono cinque che danneggiano il patrimonio pubblico con atti vandalici e dieci che danneggiano irreparabilmente il commercio ambulante regolare italiano con la loro merce illegale e senza licenza. Per non parlare del degrado che portano nelle nostre città. Però deve fare testo l'unico omicidio di un nero come se in Italia ce ne fosse un caso al giorno, mentre la casistica che ho riportato io è drammaticamente in aumento in ogni città di Italia. Pur di proteggerli le compagne femministe del PD quando abbiamo gli stupri delle RISORSE BOLDRINIANE o tacciono o guardano dall'altra parte. Tuonano SOLO con i maschi bianchi. I neri possono fare tutto quello che vogliono alle bianche e voi zitte. Meno male che ci sono IL GIORNALE,LIBERO ED IL FATTO altrimenti tutti zitti e mosca i compagni e le compagne.

istituto

Mar, 25/07/2017 - 18:25

Errata Corrige: meno male che ci sono il Giornale,Libero e La Verità

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 25/07/2017 - 18:28

Riflessiva, cosa ca@@o c'entra col fatto che le coop ROSSE agiscono da schiaviste? Niente, ma si sa che te i sinistrati non avete argomenti.

cgf

Mar, 25/07/2017 - 18:35

costano poco perché NON PAGANO CONTRIBUTI PREVIDENZIALI ED ALTRO. come fai a pagare contributi a chi, per Legge, NON ESISTE? Infatti NON potrebbero lavorare, svolgere alcuna attività... QUESTO È LO SCHIAVISMO DEL TERZO MILLENNIO. Esseri insulsi, altro che persone prodighe nel bene e voler far star bene l'altro.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 25/07/2017 - 18:39

Il sinistrume, che infesta l’Italia, è maestro nell’indorare le proprie malefatte con belle parole. Quello che facevano le navi di «mare nostrum» ed ora quelle delle ong, è esattamente ciò che facevano le navi negriere per approvvigionare di manodopera le piantagioni di cotone. Piaccia o non piaccia, si chiama «tratta degli schiavi». «Ragazzi gentili, umili, volenterosi, con ottima resistenza fisica e che non avanzano alcuna pretesa dal punto di vista retributivo, professionale o di turnazione». Meraviglioso: non ce da spendere nemmeno per comprare fruste! Finiscono solo in mano al caporalato nelle piantagioni di pomodori, vanno a ingrassare le coop e le srl dell’accoglienza(sic) ecc. Non è dato sapere in che mani criminali finiscano i minori che svaniscono nel lulla. Questo spiega anche come mai, per pagare le future pensioni, non si dia lavoro ei tantissimi disoccupati italiani.

Reip

Mar, 25/07/2017 - 18:44

...La cosa più drammatica di questa tragedia è che i giovani italiani non protestano. Hanno l'energia per poterlo fare ma non lo fanno. Alla lunga i profughi clandestini presenti in Italia toglieranno lavoro agli italiani, è inevitabile. Rappresentano manodopera a bassissimo costo, che in un sistema capitalista corrotto e mafioso come il nostro equivale a oro! I giovani italiani di oggi, domani si moriranno di fame. Saranno futuri disoccupati poveri e disperati, e come tanti profughi straccioni e fetenti andranno ad elemosinare i lavori peggiori in Francia o in Germania, emigrando da morti di fame. Negli anni 60 i giovani scendevano in piazza, protestavano, combattevano e cercavano per lo meno di battersi per i propri diritti, nel bene o nel male! Invece noi giovani e meno giovani, come nel mio caso, stiamo a guardare, inermi e silenziosi, muti e rassegnati, mentre un governo di sinistra traditore corrotto e mafioso ci sta letteralmente riducendo alla fame.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 25/07/2017 - 18:54

Ormai la richiesta di lavoro esiste solo nel settore dei servizi, quelli di accoglienza compresi, in quanto la produzione industriale è quella che è, ed è ridotta al lumicino. Essi vengono proposti a costi di circa il 50% rispetto a quanto guadagnerebbe un giovane italiano nel rispetto dei vari contratti di lavoro. A detta di Boeri queste risorse a basso costo pagheranno le pensioni degli italiani, il ché è tutto un programma a cui pochi credono. Intanto i giovani italiani rimangono disoccupati e sono costretti a loro volta ad emigrare in altri lidi. Questa è la realtà dei fatti il cui intento è l'impoverimento generale di una intera nazione nella quale si salvano solo i soliti privilegiati. Viva l'Italia. Evviva gli italiani incapaci di ribellarsi a questo paradossale sistema.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 25/07/2017 - 19:04

Gli emigranti Italiani (quelli veri) quando arrivavano (con passaporto e biglietto di trasporto regolare) in USA come in Germania o Brasile ecc, mica venivano alloggiati GRATIS per anni a spese del paese . Per MANGIARE dovevano lavorare in quei paesi FASCISTI dove emigravano!!! AMEN.

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Mar, 25/07/2017 - 19:06

le coop emilo romagnole a conduzione PCI yuri gagarin con la l'aiuto della mafia anglo americana ,sicula traditrice del suo Popolo ha fatto la sua fortuna egemonica sull' economie agricole delle regioni del sud e in parte quelle del Nord e ha minato l'UNITA' Nazionale e nonostante tutto al giro di danaro sono in mezzo ai debiti(gli squali sono delle vere bestie che meritano piu' rispetto) con risparmiatori truffati e debitori.e ora dopo aver schiavizzato il Sud tocca ai NEGRI naturalmente e' una MIA OPINIONE

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 25/07/2017 - 19:09

per far felice la lobby degli grandi gruppi industriali loro finanziatori - gli stessi a cui hanno dato i soldi di mps senza garanzie - e per far affari direttamente sull'immigrazione tramite le coop, il Partito Delinquenti ha definitivamente rovinato il mercato del lavoro e le prospettive dei nostri giovani. Sono la feccia della politica italiana, ma si possono permettere qualsiasi cosa, tipo: far fallire la banca piu' antica d'italia, immigrazione incontrollata, leggi ad famigliam etruria, ius soli, perchè sanno che possono sempre contare su milioni di voti di statali per lo piu' parassiti che non vedono a un metro dal loro naso, che qualsiasi cosa facciano sono sempre pronti a dare il loro voto di scambio.....ci porteranno alla rovina, se vogliamo illuderci di non esserlo già.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 25/07/2017 - 19:12

Ecceziunale veramente il commento delle 17e49!!! Quindi dato che i ragazzi Italiani non vogliono sporcarsi le mani, TRAGHETTIAMO ogni anno 150 e piu mila Africani, per mandarne a fare quei lavori che sporcano le mani 5 o 6 mila!!! E tutti gli altri FURBACCIONEEE??? Allora è giusto il NOSTRO RAGIONAMENTO, si mettano in fila nelle nostre Ambasciate o Consolati, si registrino, dicano cosa sanno o vogliono fare e a CHIAMTA quando ci servono, verranno fatti arrivare!!!RAGIONAMENTO RAZZISTA VEROOO!!! AMEN.

ulissedibartolomei

Mar, 25/07/2017 - 19:16

Non soltanto le Coop, nel supermercato che frequento da 5 anni, ricordo almeno 8 facce nuove e sono quattro negri, un albanese, un sudamericano e due nordafricani. Perlomeno alla gioventù italiana bisognerebbe spiegare che viene sacrificata per l'eroico migrante.

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Mar, 25/07/2017 - 19:35

Se non lavorano, ci costano €40 al giorno per farsi mantenere, se si trovano un lavoro lo rubano agli italiani, se fanno volontariato, li sfruttiamo come schiavi, se fanno uno stage in azienda per imparare un mestiere ci ruberanno il lavoro al più presto. Se spacciano o rubano .. forse è meglio?