Roma, trans utilizzati come cavie: tre medici rinviati a giudizio

Tre medici dell'Ospedale Umberto I di Roma sono stati rinviati a giudizio per aver causato gravissimi lesioni a quattro transessuali utilizzati come cavie

Avrebbero causato lesioni gravissime, con danni permanenti a quattro loro pazienti operate per la riassegnazione del sesso nel 2011 e 2012 e adesso tre medici sono stati rinviati a giudizio dal Gup del tribunale di Roma.

"Esperimenti chirurgici degni di Mengele, il dottor morte del regime nazista, all'Umberto I di Roma", ha commentato Alessandra Gracis, avvocato transgender di Conegliano che si è opposta duramente alla richiesta di archiviazione del Pm per la vicenda.

Adesso il primario di chirurgia plastica, la direttrice del laboratorio di biologia e un un chirurgo dell'ospedale romano collegato all'Università Sapienza sono stati rinviati a giudizio.

"Questi medici non solo sono venuti meno al giuramento di Ippocrate, ma anche alla Dichiarazione di Helsinki, alle norme sulla sperimentazione dei nuovi farmaci, e hanno agito senza l'autorizzazione del Comitato etico, causando delle lesioni gravissime: i mie assistiti - aggiunge - hanno un'invalidità del 40 per cento".

Commenti

mifra77

Gio, 26/01/2017 - 14:37

Un po più di chiarezza nell'articolo, ci potrebbe far capire qual'è il limite alla stupidità umana.

frapito

Gio, 26/01/2017 - 15:15

Ma quando ci sarà che qualcuno spieghi a questi poveri trans che non è un'amputazione, un drogaggio di ormoni sintetici e quache pezzo di silicone che gli farà cambiare sesso. Il sesso connaturato non è una variante o un orientamento anche se si è disiorentati, ma è un marchio ineliminabile ed inconfodibile. DNA,PH,densità ossea, ormoni anche drogati, struttura scheletrica, ed tanto altro ancora, non cambierà mai. Anche quando andremo a vivere suMarte o altri pianeti saremo sempre dei terrestri perchè siamo nati così. Un Rolex cinese per quanto ben contraffatto non sarà mai un Rolex svizzero. Non affidatevi a chirurghi "sperimentali", consultate psichiatri e pscoanalisti che vi aiuteranno a recuperare la vostra identità reale e non quella percepita che è distorta ed a volte anche schizzoide.