Sarà libero tra un mese il primo foreign fighter arrestato in Italia

Il tunisino simpatizzante dell’Isis era stato preso a Ravenna mentre cercava di raggiungere la Siria

Il primo foreign fighter fermato in Italia tornerà in libertà a luglio, o alla “meglio” a ottobre. Noussair Louati, tunisino di 29 anni, venne arrestato a Ravenna dalla Digos – sua città d’adozione dopo essere arrivato a Lampadusa su un barcone nel 2011 – il 22 aprile 2015 mentre cercava di raggiungere la Siria per combattere a sostegno delle milizie dell’Isis.

Il Resto del Carlino ricorda come l’arruolamento (seppur mancato) del nordafricano fosse stato condannato a tre anni e sei mesi di reclusione, passata in giudicato e scontata in carcere di massima sicurezza. Su Facebook, soprattutto, la sua campagna in favore del sedicente Stato Islamico: "Chiedo di andare nello Stato dell’Isis", "Se Dio vuole conquistiamo Roma", "Si alzerà la bandiera di Allah sulla torre di Pisa" scriveva sulla sua bacheca del social network, oltre a numerosi post di sostegno al Califfato nero.

Foreign fighter a Ravenna

In un secondo momento, durante il processo, smentì le sue simpatie e istanze, dicendo di essere vittima di un lavaggio del cervello. Peccato che a dicembre 2017 fu pizzicato mentre si vantava con un compagno di cella di essere stato il primo foreign fighter arrestato in Italia.

A brevissimo, dunque, tornerà all’aria aperta e il suo futuro sembra essere ancora Ravenna e l’Italia: l’uomo, infatti, ha una figlia avuta da una donna ravennate e per questo motivo la sua espulsione dal nostro Paese non è certo cosa scontata.

Commenti

venco

Lun, 18/06/2018 - 16:33

L'immigrato al primo arresto non deve più circolare libero nel territorio, va mantenuto recluso fin che non viene accolto nella sua patria.

Reip

Lun, 18/06/2018 - 16:58

Una risorsa boldriniana?

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 18/06/2018 - 17:04

ha una figlia avuta da una donna ravennate e per questo motivo la sua espulsione dal nostro Paese non è certo cosa scontata .. mai dividere la famigghia..espulsi padre,figghia e compagna(questa per alto tradimento) !

Blueray

Lun, 18/06/2018 - 17:37

Se non si espellono subito poi diventa impossibile controllarli, data la loro mobilità e il numero, e non sto parlando solo dei foreign fighter ma in generale di tutti quelli che in un modo o nell'altro sono radicalizzati o a rischio di diventarlo