"Io, minacciato, rifiuto la scorta. Caro Saviano, basta falsi maestri"

Don Aniello Manganiello, già parroco a Scampia: "Gomorra, sul piano pratico, oltre a gonfiare a dismisura a dismisura il portafoglio di Saviano, non salverà una sola vita"

Continua la polemica sulla scorta di Roberto Saviano. Questa volta non è Matteo Salvini a rivolgersi allo scrittore, ma Don Aniello Manganiello, già parroco di Santa Maria della Provvidenza, a Scampia, in prima linea nel recupero dalla strada dei ragazzi sfortunati delle periferie di Napoli. Spesso dei figli dei camorristi. "Anch' io sono stato minacciato di morte dai Lo Russo - racconta - ma ho sempre rifiutato la scorta per stare in mezzo alla mia gente. Non mi sento di chiedere tanto a Roberto Saviano, che però deve sapere una cosa. Il suo gioco è ormai scoperto e noi abbiamo bisogno di testimoni, non di maestri, veri o falsi che siano".

Dal 2010 don Aniello poi è stato trasferito. Ma Scampia ricorda ancora quanto aveva fatto per quella comunità. Oggi il parroco dice di non condividere "l'affermazione del ministro Salvini di voler verificare la necessità della scorta" di Saviano, ma non le manda certo a dire allo scrittore. "Non so se Saviano sia passato qualche volta per Scampia - dice il parroco in una intervista rilasciata al Tempo - certamente non ha trascorso nemmeno una intera giornata in questi luoghi, altrimenti ci saremmo incontrati o almeno i miei parrocchiani me lo avrebbero riferito". Poi il duro affondo contro i testi (e le serie tv) realizzati dall'autore di Gomorra, libro che definisce "interessante sul piano narrativo" e che "manda messaggi socialmente utili", ma che "sul piano pratico, oltre a gonfiare a dismisura a dismisura il portafoglio di Saviano, non salverà una sola vita". Il motivo? "Quando i camorristi mi chiedono di organizzare il futuro dei figli per evitare che facciano la loro fine, io non mando quei ragazzi ai cortei anticamorra con una bandiera e un megafono in mano e non propongo loro i sermoni di Saviano. No. Io devo trovare le soluzioni, i soldi per farli mangiare, per impedire che le ragazze vadano ad abortire, per comprare i pannolini e pagare le bollette. Ma è difficile far soldi per gli ultimi, il quartiere è povero, non c'è borghesia e il denaro sono costretto a cercarlo fuori. Se propongo a un giovane di gettare la pistola, non posso da prete promettere solo il Paradiso, ma devo dare innanzitutto il pane. Pane e Vangelo. Non si può parlare di Dio a chi ha la pancia vuota. Nessuno mi crederebbe".

Il fatto è che "lo scrittore simbolo dell'anticamorra" a Scampia "lo hanno visto soltanto in tv". "Ciò significa - attacca don Aniello nell'intervista al Tempo - che si può scrivere di camorra senza conoscere concretamente il fenomeno: bastano le carte passate da avvocati e magistrati da cui ricavare storie per editori modaioli e reti tv in cerca di nuovi mercati. Solo così si spiega il fenomeno perché, a dirla tutta, Saviano mi sembra un modesto scrittore".

Il resto dell'intervista è un fiume di parole sui pochi incontri tra Saviano e don Aniello. Incontri in alcuni casi anche aspri. "Lui è un' icona, non ha né occhi né corpo - attacca il prete - Vive ormai nella virtualità. Se lo invitiamo a Scampia non risponde nemmeno. Alla Municipalità hanno tentato più volte. A lui non interessa la realtà, è uomo di fiction". Il parroco poi chiude con un suggerimento a Salvini: "Dovrebbe concentrarsi sui problemi reali della criminalità a Scampia e in ogni luogo, non riconoscere valore e centralità a simboli ormai sfocati e inutili". Anche perché i criminali "le chiacchiere di Saviano" non le "ascoltano più".

Commenti

ciruzzu

Ven, 29/06/2018 - 18:03

Avesse un minimo di dignita' con tutto quello che è emerso ,si toglierebbe la scorta, ma non credo sia uomo da farlo.

ammazzalupi

Ven, 29/06/2018 - 18:06

Un abbraccio a questo prete. Anche se i preti, la maggior parte, sono solo dei magnoni senza fondo!!!

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Ven, 29/06/2018 - 18:12

Il "maestro" adesso ci da lezioni in TV sulla realtà del narcotraffino in sudameria .... visti i suoi trascorsi immagino che abbia scelto l'ex pm Ingroia (esperienza guatemalteca esauritasi in poche settimane nel silenzio più assoluto) come consulente, se non addirittura sceneggiatore del suo programma ... tra sodali ci si aiuta.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Ven, 29/06/2018 - 18:13

La mafia non la si combatte con le chiacchere ....

caren

Ven, 29/06/2018 - 18:15

Bravissimo Don Manganiello. Finalmente uno che parla chiaro e dice come stanno realmente le cose.

ciruzzu

Ven, 29/06/2018 - 18:33

Rischia di piu' qualunque Italiano/a nel prendere un treno, nel ritornare a casa,nel chiudersi in casa ,che questo copione miliardario

manuel7070

Ven, 29/06/2018 - 18:35

Chapeau, questo parroco ha fotografato l'avvocato di cause vinte e scribacchino copione, come nessuno aveva fatto finora!

MARCO 34

Ven, 29/06/2018 - 19:01

Ce ne fossero di preti come Don Aniello Manganiello!!

MARCO 34

Ven, 29/06/2018 - 19:04

Ce ne fossero di preti come Don Aniello Manganiello!

albero_a_cammes

Ven, 29/06/2018 - 21:00

W Ma§Aniello!!!

Ermocrate

Ven, 29/06/2018 - 21:45

La mia è una espressione che non ho detto pochissime volte : " BRAVO PRETE "

nunavut

Ven, 29/06/2018 - 21:50

Lo proporrei per rimpiazzare il pampero.

nunavut

Ven, 29/06/2018 - 21:55

Allora perché non dare 32 euro a persona per questo prete che vorrebbe cambiare la vita dei giovani del suo territorio? vorrei chiederlo a bergoglio,a del rio e alla boldrini etc....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 29/06/2018 - 22:24

Grande, come prete e come uomo. ma non si illuda, quello, il komunista, non ci sente. E' refrattario alle cose sensate, classico dei komunisti.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Ven, 29/06/2018 - 22:28

Se per "pane" si intendono telefonini di ultima generazione, scarpe sportive da 200 euro il paio, stecche di sigarette e cose simili allora possiamo credere che talvolta ai giovani di scampia manchi il pane. Ma a chi vuole raccontarla don Aniello?

titina

Sab, 30/06/2018 - 09:09

Saviano la scorta se la può pagare da solo, visto che ha la possibilità, basta sfruttare i cittadini.

Lotus49

Sab, 30/06/2018 - 09:23

"Non si può parlare di Dio a chi ha la pancia vuota. Nessuno mi crederebbe". Se la pensa così, forse dovrebbe smettere la tonaca. Se non crede nella Provvidenza e nella preghiera, può comunque rendersi utile come laico.

Maura S.

Sab, 30/06/2018 - 09:35

Ha più che ragione, ecco il mio commento di un paio di giorni fa: erché perdere tempo con un personaggio che ha scritto qualche libro??????? riguardo i mafiosi per arricchirsi, non ditemi che l'ha fatto per il bene dell'Italia della quale se ne frega altamente ( se si considera il suo comportamento ). Lasciatelo nel suo attico di NEW YORK e concentriamoci sui problemi nostri. Tanto Saviano i soldi se li è fatti e può continuare a goderseli in un altro paese. Basta con questa storia infinita, che vada al di.avolo. Questo è quanto!!!!!

honhil

Sab, 30/06/2018 - 11:05

“A lui non interessa la realtà, è uomo di fiction". E’ la sola unica istantanea che rappresenti veramente Saviano. Parola di prete anti-camorrista che vive in un contesto comorristico.

Tobi

Sab, 30/06/2018 - 11:14

Grande Don Aniello Manganiello! Personalmente penso poi che se togliessero la scorta a Saviano, la camorra gli farebbe nulla. Come fa capire il sacerdote, questo Saviano è un personaggio virtuale, come l'omino che agita le braccine in un videogioco. La camorra non si interessa di videogiochi. Stia tranquillo Saviano, potrà camminare tranquillo per le vie di Napoli o Scampia. Al massimo riceverà qualche pernacchio. Ma usare le risorse dello stato (uomini della polizia) per proteggersi da pernacchie mi sembra un pò troppo.

giovanni235

Sab, 30/06/2018 - 11:31

La prova provata che Saviano,al di la di essere un arrogante presuntuoso,è anche un pusillanime.Che fatica vivere con la scorta,ma non la molla perchè prevale la fifa,senza scorta avrebbe sempre l'intestino completamente vuoto e quelli che camminano dietro a lui si troverebbero all'ospedale per fratture dovute a scivolamento.

Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 30/06/2018 - 11:37

Saviano basta.punto

tonipier

Sab, 30/06/2018 - 12:16

" QUESTO INTELLETTUALE "DICONO" E' solo un falsificatore dei fatti reali, coperto da notissimi para cu...li che tutti conosciamo, come relitti traditori della nostra PATRIA.