Scatta l'allarme nei porti ma tagliamo chi ci difende

Innalzato il livello di allerta ne porti e sulle navi passeggeri. Il governo taglia la polizia e i Vigili del Fuoco che operano negli scali

Sale a 2 il livello di sicurezza nei porti italiani, "destinati al traffico crocieristico e passeggeri". A stabilirlo una circolare firmata due giorni fa dal comandante generale della Guardia Costiera Vincenzo Melone e diramata a tutti gli organismi di sicurezza dello stato civili e militari. Dunque come detto i controlli nei porti passeggeri verranno aumentati per evitare il rischio di attentati in un momento in cui la morsa del terrorismo fa tremare anche il nostro Paese. Le misure adotatte, come avevamo ricordato qualche giorno fa, sono queste: l'aumento del personale per il controllo e la sorveglianza del porto e per individuare eventuali attività che si configurino come sospette; l'autorizzazione preventiva per l’accesso di tutte le persone nell’area; l'intensificazione dei controlli sulle banchina dove sono ormeggiate le navi; la limitazione dell’accesso al porto solo a chi ne ha comprovata necessità e l'intensificazione dei controlli su container e merci caricate sulle navi. Bisogna capire però con quale personale. Infatti solo due settimane fa, come ricorda Libero, il governo, dando attuazione alla riforma Madia della Pubblica amministrazione, ha di fatto tagliato il personale delle Forze dell'Ordine in servizio presso i porti. Infatti nel testo si parla chiaramente di "razionalizzazione delle funzioni di polizia", e di "razionalizzazione dei servizi navali" con la soppressione delle "squadre nautiche della Polizia di Stato e dei siti navali dell’Arma dei carabinieri". Inoltre lo scorso 28 luglio è stata predisposta la cancellazione di 45 squadre nautiche della Polizia di Stato, con i 395 poliziotti in organico destinati alle questure. Come se non bastasse il governo ha scelto anche di tagliare pure le unità dei vigili del fuoco presenti nei porti, tra cui i sommozzatori che sarebbero i primi ad intervenire in caso di attacco ad una nave passeggeri. "Mentre da una parte il governo dispone nei porti l'innalzamento delle misure di sicurezza al livello 2 per il rischio terrorismo, dall'altra sta continuando ad attuare lo smantellamento del servizio antincendio portuale e del servizio sommozzatori dei vigili del fuoco", afferma Antonio Brizzi segretario generale del Conapo, il sindacato autonomo vigili del fuoco. "Al fine di rispettare i vincoli della spending review il ministro Alfano a fine luglio 2015 ha emanato un decreto che prevede la riduzione del numero dei vigili del fuoco in tutti i distaccamenti a protezione dei porti, che arriva quasi al dimezzamento dei vigili del fuoco nei porti di Napoli, Venezia e Livorno. E' prevista anche la chiusura di sette nuclei sommozzatori e la rottamazione delle unità navali antincendio di grosse dimensioni ritenute troppo onerose seppur funzionali, per sostituirle con imbarcazioni piu' piccole e non adatte a grossi incendi. E' paradossale", rimarca Brizzi.

Commenti
Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 13/08/2016 - 14:01

La "razionalizzazione dei servizi navali" è molto semplice: tutti mezzi e gli equipaggi che non sono idonei al trasporto migranti non servono a nulla, vanno dismessi. Restano in servizio solo i grandi taxi del mare, impegnati in "salvataggi" quotidiani di talentuosi doni africani.

amedeov

Sab, 13/08/2016 - 14:16

La cosa importante è che il Puffo Fiorentino si atteggia a capo dello stato con il suo giocattolo aereo pagato dai contribuenti italiani e non dalle risorse della boldrini

agosvac

Sab, 13/08/2016 - 14:30

Mi sembra giusto: si riducono le difese in modo di non potere più essere in grado di fronteggiare eventuali attacchi. Ricordo un film, con la Magnani, Roma città libera. Oggi si dovrebbe dire "Italia nazione libera", ovviamente, all'ingresso di qualsiasi terrorista.

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 13/08/2016 - 14:32

L’innalzamento del livello di sicurezza da 3 a 2, in pratica, significa solo aumentare i controlli sui passeggeri e sulle auto in transito, da 10 a 25 su cento. La cosa ridicola è che controlliamo porti, turisti e crocieristi, ma importiamo immigrati, andando a prenderli in acque libiche, senza alcun controllo, senza sapere chi siano, da dove vengano e cosa intendano fare. Proprio oggi c’è la conferma (già si sapeva) che dalla Libia sui barconi partono anche jihadisti. I potenziali terroristi li accogliamo con tutti gli onori, in compenso controlliamo i turisti delle navi da crociera. Ridicoli. Pensate che i terroristi si spostino in auto con famigliola al seguito, bambini e mamme vocianti, ombrelloni e borse frigo, come “La famiglia Brambilla va in vacanza”? Tanto vale usare un metodo più facile: fermate i turisti e chiedete "Lei è un terrorista?". Se risponde "Sì" lo avete beccato, altrimenti ritentate. Ridicoli e buffoni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 13/08/2016 - 14:51

Che volete che dica ha gia detto tutto e bene l'amico GIANO 14e32,siamo (iete) in mano a degli "INVENTORI" che stanno facendo FALLIRE il paese!!!Tutto il resto è NOOIAAA!!!

buri

Sab, 13/08/2016 - 14:57

quel tizio è una disgrazia nazionale, peggio non si poteva trovare

OttavioM.

Sab, 13/08/2016 - 15:23

Ieri sono arrivati dei gommoni senza che nessuno si accorgesse di nulla e poi ci fanno credere che controllano i porti.Ma poi mi fanno quasi pena,controllano la famigliola che si imbarca con trolley,bimbi,cane,orsetto di pezza,palette e secchielli e poi ogni gorno scaricano frotte di giovanotti forzuti in fuga da guerre immaginarie.Ma il cervello non glielo dice che in mezzo a questi ci possono essere delinquenti e terroristi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 13/08/2016 - 16:42

Il CERVELLO bell'organo Ottavio 15e23, ma Tu credi che questi nostri s/governanti NE SIANO DOTATI??? Saludos cordiales dal Nicaragua.

settemillo

Sab, 13/08/2016 - 17:11

I nostri EROI si sono bevuti i cervellini; congratulazioni ed un consiglio: se vi manca il personale obbligate LIBRANDI a scopare il mare. altro non potrebbe fare.

giginonapoli

Sab, 13/08/2016 - 17:48

Librandi parassita di Scelta Civica,chi?.

Zizzigo

Sab, 13/08/2016 - 18:07

Sembra che il disegno per raggiungere l'obbiettivo non faccia una piega. Verso l'insurrezione civile e la conseguente svolta autoritaria, non è rimasto che un sottile muro di carta velina. I segni sono troppi, chi non se ne è ancora accorto?

ILpiciul

Sab, 13/08/2016 - 23:28

Mah, non è detto che siccome sono governanti (non eletti) siano più intelligenti, perché istruzione non equivale in modo assoluto ad intelligenza. Un giorno,che percepisco vicino, capiranno ma potrebbe essere taaardiii.

massimopa61

Dom, 14/08/2016 - 00:05

Se dovesse avverarsi l'ipotesi di un golpe in Italia, sarebbe l'equivalente di una consultazione elettorale democratica, come non se ne vedono da anni: tutto il popolo starebbe dalla parte dei golpisti salutando il ritorno della libertà!!

starigospod

Dom, 14/08/2016 - 08:17

Non ho ben capito la barzelletta del governo italiano, rompono le scatole a chi viene con passaporti e soldi da spendere in Italiae poi vanno a prendere gente sui barconi che non si fa identificare e poi mantenere. MISTERO

starigospod

Dom, 14/08/2016 - 09:55

Mi ripeto, anche se vengo censurato in quanto quanto scrivo non si pubblica. Si può essere più scemi di controllare con cura chi entra per le vie legali e poi andare a prendere sulle coste libiche gente che non si fà neppure riconoscere? Ai posteri l' ardua ( si fà per dire ) sentenza.