Scoperti sei migranti in un container: volevano andare in Germania

I giovani africani, tra i quali una minorenne, sono stati fermati nell’area doganale merci di Busto Arsizio. Avevano forato il container per respirare durante il viaggio

BUSTO ARSIZIO – Sei africani, tra i quali una minorenne, sono stati scoperti questa mattina, 27 giugno, nascosti nel container di una società danese all’interno di un’area doganale merci a Busto Arsizio, in Provincia di Varese.

Il loro obiettivo era quello di raggiungere la Germania. Ma il viaggio era già al capolinea.

Dei cinque maggiorenni, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, uno proviene dalla Costa d’Avorio, uno dalla Guinea e tre dalla Sierra Leone, Paese d’origine anche della minorenne.

Solo uno dei ragazzi è in possesso di regolare permesso di soggiorno, mentre due sono richiedenti asilo e due sono irregolari.

In base alla ricostruzione dei Carabinieri intervenuti sul posto, i giovani avevano scelto il container nel quale sono stati trovati per un motivo preciso: riportava scritte in tedesco. Da qui la convinzione che avrebbero presto potuto arrivare in Germania.

Il gruppo molto probabilmente ha agito di notte. I ragazzi si sono arrampicati sul parallelepipedo destinato al trasporto delle merci e poi si sono calati al suo interno attraverso un buco realizzato all’uopo sul tetto. Per poter respirare durante la desiderata trasferta avevano forato in alcuni punti i lati della struttura

In realtà il container era appena arrivato nel Varesotto per rimanere fermo per diversi giorni. La minore è stata affidata a una comunità protetta. Gli altri sono stati fotosegnalati e denunciati per danneggiamento.