Studenti alla marcia anti-aborto. Il ministero manda gli ispettori

Controlli da Roma ai due istituti di Caserta che avevano annunciato la presenza alla marcia. A nulla è valso il dietrofront della dirigente scolastica: "Non sapevo fosse marcia anti-aborto"

Il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini

Il Ministero della Pubblica Istruzione invia gli ispettori alla scuola di Caserta finita al centro delle polemiche perché la preside, con una circolare, aveva invitato i suoi studenti a partecipare alla marcia per la vita. Controlli ministeriali anche in un altro istituto scolastico del casertano “reo” di aver partecipato alla medesima iniziativa.

La polemica sta investendo il caso ormai da una settimana. E la decisione del ministro Giannini rappresenta solo l’ultimo capitolo di una storia che è iniziata il 4 ottobre scorso quando con una circolare la dirigente dell’istituto Galileo Ferraris di Caserta ha comunicato agli studenti le modalità di partecipazione al corteo pro-vita e in onore di madre Teresa di Calcutta recentemente canonizzata, organizzato, tra gli altri, dal comitato promotore del referendum contro l’aborto. Un'iniziativa di rilievo nazionale che si sarebbe svolta in contemporanea alla marcia organizzata a Milano.

Travolta dalle polemiche diventate virali sui social, la preside ha fatto dietrofront il giorno dopo. Intervistata dal Mattino, la dirigente scolastica ha affermato di essere stata interpellata da associazioni cattoliche e di essere stata all’oscuro del carattere antiabortista che avrebbe avuto la manifestazione. Si era limitata a “regolamentare la partecipazione degli studenti”. Ma non è bastato a disinnescare le polemiche che sono proseguite fino a quando, da Roma, il governo ha deciso di intervenire direttamente.

Nella giornata di ieri infatti è partita la disposizione ministeriale che – accogliendo di fatto l’invito rivolto al ministro da parte della Cgil che lamentava la presunta violazione del principio di laicità delle istituzioni – dà il via all’ispezione. La decisione della Giannini interesserà anche un altro istituto il cui preside ha già parlato di fraintendimento dell'intera vicenda.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Mar, 11/10/2016 - 13:27

Per cgil le istituzioni sono laiche quando gli fa comodo. Uno puo' essere ateo e essere contro l'aborto.

FRANZJOSEFVONOS...

Mar, 11/10/2016 - 13:35

MA NON C'E' LIBERTA' DI OPINIONE E DI SCIOPERI? OPPURE GIA' E' INIZIATA DA TEMPO LA DITTATURA DI RENZI ANCORA NON ERA CHIARA?

MarcoTor

Mar, 11/10/2016 - 13:54

Il pensiero unico all'opera. Un paese e un'epoca sotto il dominio del male..

agosvac

Mar, 11/10/2016 - 14:09

Ma guarda un po'!!! Il ministro manda un'ispezione per una marcia anti aborto. Ma se si fosse trattato di una marcia a favore di gay, utero in affitto, o altro, avrebbe lo stesso mandato un'ispezione???

Tadoric39

Mar, 11/10/2016 - 14:36

E ti pareva che la Cgil non intervenisse e la ministra si inchina a tal volere e poi giusto il commento di agosvac@.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 11/10/2016 - 14:53

@stenos:....Come il qui presente!...Per quanto riguarda la sbandierata "laicità"(su cui sono d'accordo),sono naturalmente esclusi, per ragioni "politicamente corrette",tutti i portatori di simboli religiosi,come copricapi di varia natura,o usanze(alimentari e non),non conformi alla nostra cultura millenaria,che continuano indisturbati,a muoversi all'interno delle nostre scuole(con tutte le pretese del caso),che in nome della "laicità", consentono"teorie"/sperimentazioni aberranti come il "gender",l'omosessualità,lo sfascio della famiglia,aborto,uteri in affitto o comodato,con il placet della maggioranza degli italiani,viste come la massima espressione di laicità consentita a noi Italiani DOC!!

Gianluca_Pozzoli

Mar, 11/10/2016 - 15:06

guardate che tutto questo affonda le radici nel NEFASTO movimento 68ottino

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 11/10/2016 - 15:55

@Gianluca_Pozzoli:.....certo,il famoso grido."l'utero è mio"!!!

Totonno58

Mar, 11/10/2016 - 17:19

La questione non è "essere pro o contro l'aborto"(cosa che riguarda le nostre coscienze) ma che quegli studenti si sarebbero trovati a loro insaputa ad una marcia contro la legge 40...pessimo segnale di un clima in cui certi discorsi passano in modo fraudolento..

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 11/10/2016 - 17:37

Per il Ministro bisogna solo partecipare ai corte i comunisti. E' vietato fare cortei contro. E si dice dell'Istruzione! Della buona scuola!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 11/10/2016 - 17:42

Adesso ci sono anche le marce a loro"insaputa",sapevo delle case,ma delle marce non ho notizia. E poi,io sono felicemente ateo,ma nonostante ciò sono CONTRO l'aborto.

duca di sciabbica

Mar, 11/10/2016 - 17:47

l'articolo è gravemente impreciso. La preside non aveva "invitato" gli studenti alla manifestazione, ma l'aveva implicitamente qualificata come attività didattica in senso pieno, visto che gli assenti avrebbero dovuto portare la giustificazione dei genitori!! Quanto poi ai postatori che dicono dolenti "ah, se invece fosse stata una marcia a favore dei matrimoni omosessuali, dell'utero in affitto etc", certo che anche in quel caso il ministro avrebbe mandato, giustamente, un'ispezione amministrativa, e di corsa!

Ritratto di armandoesse

armandoesse

Mar, 11/10/2016 - 17:58

Io sono perche la legge 194 per l'aborto assistito sia un diritto per le donne , ma resta il diritto a chi non è d'accordo di poter manifestare liberamente il suo pensiero , se siamo ancora una democrazia , ritengo che la ministra abbia commesso un grave abuso di potere intimidatorio , il presidente della Repubblica dovrebbe intervenire .

blackbird

Mar, 11/10/2016 - 18:08

Le scuole facciano le scuole! Di marce, manifestazioni, proteste e sostegni vari non si occupino. E' ora di finirla con queste occasioni di "partecipazione" per fare vacanza!

Cheyenne

Mar, 11/10/2016 - 18:40

l'idiota nullità di questo sgoverno della distruzione pubblica

Ritratto di GMTubini

Anonimo (non verificato)

cgf

Mar, 11/10/2016 - 21:18

Se avesse invitato invece a partecipare al gay pride... avrebbe mandato un encomio? immagino di si.