Sfregiata con l'acido dall'ex compagno, ora rischia la vista

Ad agosto l'uomo era già stato segnalato per maltrattamenti. La 28enne è in ospedale in condizioni gravissime

Rischia di perdere la vista la donna di 28 anni che ieri è stata aggredita dall'ex compagno, che l'ha sfregiata con l'acido a Rimini.

Originario di Capo Verde, l'uomo l'ha ridotta in condizioni gravissime e dal giorno dell'attacco l'ex compagna si trova in ospedale, ricoverata all'ospedale Bufalini di Cesena.

L'aggressore è stato trovato dalla polizia questa mattina. Gli inquirenti hanno trovato un fascicolo a suo nome già aperto, perché ad agosto l'uomo si era già reso colpevole di maltrattamenti. Allora il questore di Rimini, Maurizio Improta, l'aveva solo ammonito.

Secondo l'AdnKronos sul luogo dell'aggressione sono stati trovati un cappellino, degli occhiali e le chiavi della giovane, che ora la polizia scientifica sta esaminando, insieme agli indumenti della vittima, per capire con precisione che sostanza sia stata utilizzata.

L'aggressore ha aspettato la 28enne davanti a casa, a cui non si sarebbe potuto nemmeno avvicinare, per via di una misura disposta dal pubblico ministero per via degli atti persecutori nei confronti della ex compagna.

La vittima, in passato, aveva partecipato al concorso di Miss Italia dopo aver vinto la fascia di Miss Romagna. Attualmente è ricoverata all'ospedale Bufalini di Cesena e rischia di perdere la vista per le ustioni agli occhi causate dall'acido. L'agguato è avvenuto sotto casa della 28enne a cui è stata gettata sul volto la sostanza acida.

Commenti

MaxSelva

Mer, 11/01/2017 - 11:08

chi difende le nostre donne da questi barbari alieni ? ho paura del mondo che stiamo lasciando alle nostre figlie

pasquinomaicontento

Mer, 11/01/2017 - 11:09

Non basta i delinquenti che abbiamo, li importiamo pure, sto infame ce viè da Capo verde...occhio per occhio no eh!

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 11/01/2017 - 11:22

MaxSelva, se le figlie preferiscono gli afrori africani e mediorientali,dovete farvene una ragione!

Cheyenne

Mer, 11/01/2017 - 11:24

SE ALLE SEGNALAZIONI NON SI DA' SEGUITO PER MENEFREGHISMO, INSIPIENZA O CAVILLI BUROCRATICI QUESTA MATTANZA NON FINIRA' MAI. L'UNICA PENA DOVREBBE ESSERE 30 ANNI DI LAVORI FORZATI E ISOLAMENTO SENZA ALCUN SCONTO.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 11/01/2017 - 11:32

La difficoltà di integrazione degli stranieri ai costumi nostrani ha, come si vede, alcune eccezioni. Per quanto attiene alle italiche consuetudini delinquenziali.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 11/01/2017 - 11:33

Giustizia sia fatta. Versare abbonda

maxfan74

Mer, 11/01/2017 - 11:56

Passiamo all'ergastolo per questa tipologia di reato, senza sconti di pena e senza riti abbreviati. In caso di morte della vittima non disdegnerei lo stesso trattamento al carnefice.

heidiforking

Mer, 11/01/2017 - 12:08

Ma non ci stanno martellando che bisogna denunciare subito i maltrattamenti ecc...ecc...? Sono sempre più convinta che bisogna farsi giustizia da soli !!!!

edo1969

Mer, 11/01/2017 - 12:17

siredicorinto stai tranquillo Giustizia sarà fatta: 6 mesi in vacanza da don mazzi a coltivare insalata in un bel percorso di ricostruzione e poi di nuovo libero di sfregiare altre malcapitate

Aleramo

Mer, 11/01/2017 - 12:46

Moglie e buoi dei paesi tuoi - è un ottimo consiglio anche per le donne.

gneo58

Mer, 11/01/2017 - 12:48

a seguito di denuncia la giustizia si deve muovere e in fretta - chi ha sbagliato paghi - Giudici inclusi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 11/01/2017 - 13:15

Male non fare, paura non avere. Certe donne pensano di "far ballare" il fidanzato e di sfruttarlo per poi scegliere un'altro fidanzato più ricco e via così nell'arrampicata sociale, ben sapendo che un innamorato vede nella donna amata la figura materna, per cui anche solo un inspiegabile malumore di lei, spinge lui al sacrificio. Ecco, questa condotta si chiama adulterio, perché consiste nell'oltrepassare il coniuge invece di collaborare con lui.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/01/2017 - 13:22

Abbiamo già abbastanza feccia nostrana.... non serve quindi importare SELVAGGI

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/01/2017 - 13:25

Accidenti ....è saltata una favoletta multirazziale per Rai 3 e Gad Lerner.

callaghan

Mer, 11/01/2017 - 13:43

ECCONE UN' ALTRA.........

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 11/01/2017 - 14:35

Se ogn`uno facesse il proprio dovere e si prendesse le proprie responsabilità, con diligenza disciplinata, tutti questi sgarbi non succederebbero!!! Le colpe, vengono dall`alto, quando si vedono i governanti LADRI, la giustizia, che fà poco o niente per punire l`alta classe parlamentare, le scuole che si sono dimenticate dove stia la disciplina e per finire """gli sgarbi che lo stato italiano e il clero, fanno verso coloro che per una vita hanno pagato le tasse ed ora stanno facedoli passare per cittadini di seri "B", dando la precedenza su tutto ai camelieri che lasciano i loro paesi per INVADERE l`ITALIA e farci cancellare le nostre radici delle nostre tradizioni"""!!! Quando vedo donne come la Boldrini e la Kyenge che VOGLIONO cambiare le sorti della nostra lingua e della nostra storia, """NON POSSO DIRE ALTRO CHE SIAMO GOVERNATI DA SABOTTATORI, CHE DELLE SORTI DEL PAESE, NON IMPORTA NULLA"""!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 11/01/2017 - 14:40

Ma non esiste il braccialetto elettronico?? Come si farebbe altrimenti per controllare questi delinquenti? Impongono una misura restrittiva e non ci sono i mezzi per controllarla. Pora fiola ! Robb di matt.

Giampaolo Ferrari

Mer, 11/01/2017 - 14:41

Si potrebbe farne bere un litro di questo prodotto e poi assolverlo con formula piena.Problema risolto.

cunegonda

Mer, 11/01/2017 - 14:45

che si aspetta a praticare la castrazione fisica? così l'evirato non si sentirebbe più un padreterno e andrebbe a nascondersi...

zeuss

Mer, 11/01/2017 - 14:47

Triste sentire queste notizie, altra riflessione: alle ns ragazze giovani per essere emancipate, piace lo stallone arabo virulento. Ecco le conseguenze delle mancate riflessioni. Speriamo in bene x la ragazza, una ammonizione al questore non farebbe nessun male.

Ritratto di francesco.finali

francesco.finali

Mer, 11/01/2017 - 14:57

Finchè non istituiremo la pena di morte in questo paese e l'applicheremo con il dovuto criterio, avremo sempre questi problemi e saranno sempre più frequenti. Anche una sola aggressione è fin troppo, ma la certezza della pena capitale, potrebbe limitare i casi.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 11/01/2017 - 15:01

Pena di morte, come in America...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 11/01/2017 - 17:24

Come dice la Boldrini: è la loro cultura. E visto che non solo li andiamo a prendere e li ospitiamo in albergo, colazione, pranzo e cena, ma hanno anche l'appoggio della terza carica dello Stato, il capoverdiano si è sentito autorizzato a far valere le sue tradizioni e la applicare la sua cultura.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/01/2017 - 18:06

Servirebbe una condanna durissima, che non ci sarà, purtroppo.