Sgarbi denunciato per atti osceni. Ma il legale smentisce

Il critico d'arte si sarebbe gettato nella piscina di un agriturismo coperto solo da un paio di boxer, suscitando l'ira dei clienti. Ma l'avvocato smentisce la denuncia

Vittorio Sgarbi torna al centro delle polemiche. Il critico d'arte è stato denunciato ai carabinieri di Mazzarrone, in provincia di Catania per atti osceni in luogo pubblica. Ospite domenica scorsa in un agriturismo, in cui era stato premiato nell'ambito del Festival internazionale dell'uva da tavola, Sgarbi è rimasto in mutande davanti ai clienti, tra i quali si trovavano anche donne e bambini.

Secondo i carabinieri gli avventori dell'agriturismo avrebbero minacciato di aggredire Sgarbi, quando il critico, dopo essersi messo a passeggiare ai bordi della piscina, si sarebbe gettato in acqua con indosso solo un paio di boxer, dopo qualche foto con autografo ai fan.

I boxer del critico sarebbero diventati trasparenti dopo il tuffo e la patta si sarebbe aperta ripetutamente. Una scena sconveniente, alla quale i titolari avrebbero reagito, vista la presenza degli avventori. Sgarbi si sarebbe invece seduto, con la patta dei boxer aperta, a un tavolo con altre venti persone. Al che gli avventori avrebbero iniziato ad aggredirlo verbalmente. Uno di loro gli avrebbe versato addosso una caraffa di caffè bollente.

Sgarbi domenica scorso aveva denunciato però l'accaduto parlando di un aggressione. Ed è il suo legale a dire che la vicenda - e la denuncia per atti osceni - sarebbe tutta una montatura, una notiza non confermata dalle prove.

"Quand’anche fosse vero - aggiunge - gli atti osceni sono reato solo se commessi con dolo. La fattispecie colposa è infatti stata depenalizzata e, in questo caso, è chiaro che si tratterebbe di una fattispecie colposa".

Il comandante della stazione dei carabinieri di Mazzarrone ha confermato all'Ansa di avere trasmesso un'informativa di reato alla Procura di Caltagirone nei confronti di Sgarbi per atti osceni in luogo pubblico. Secondo le testimonianze "univoche e concordi" raccolte dai carabinieri, Sgarbi, dopo un bagno in piscina, avrebbe avuto un violento alterco perché sarebbe rimasto in mutande e con la patta aperta davanti a donne e bambini provocando le proteste dei presenti.

Commenti

Nadia Vouch

Mar, 11/09/2012 - 20:14

Ma tutti i presenti osservavano la patta di Sgarbi? Mi sembra una situazione tipo di quelli che si recano al cinema per vedere un film di paura e poi, per l'intera programmazione, se ne stanno rannicchiati e timorosi e con la testa piegata di lato, gettando occhiate allo schermo con la coda dell'occhio, e rompendo a chi è loro seduto accanto con continui "non voglio vedere! Non voglio vedere!". Ma intanto guardano. Eccome se guardano!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 11/09/2012 - 20:22

E' una storia questa, sicuramente manipolata, con l'aggiunta di una maligna propensione ad enfatizzare da parte del solito branco di coatti, 'emancipati'.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 11/09/2012 - 21:03

Il solito balanocefalo isterico ed esibizionista.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 11/09/2012 - 23:12

Sono d'accordo con Nadia Vouch e Dario Maggiulli. Secondo me Sgarbi è capitato in un agriturismo di soli comunisti, bambini compresi. Chissà che un giorno Nadia non si ritrovi con i propri figli o nipotini a vivere una situazione del genere, in tal caso non si volti come al cinema, ne apprezzi le qualità....

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 12/09/2012 - 00:17

Ma scusate: ammesso che l'articolo riporti fedelmente quanto accaduto (e della cosa, mi perdonerete, ho qualche dubbio considerato il tono gratuitamente scandalistico dello stesso, come doveva entrare nell'acqua della piscina Sgarbi ? Vestito di tutto punto ? Oppure ricoperto da un burka ? In Italia, ormai da oltre un secolo, è moda che gli uomini facciano il bagno in pubblico in mutande. Che poi, se sono colorate o a disegni,vengono anche chiamate "costume da bagno" anche se, in pratica, poco o nulla hanno di diverso dalle comuni mutande da portare tutti i giorni sotto ai pantaloni. E lo scandalo che ha fatto rabbrividire i presenti comprese, udite udite, alcune innocenti creature al cui cospetto il satrapo mutandato ha osato bagnarsi, in cosa consisterebbe ? Denuncia per atti osceni ! Nientemeno ! Capisco se si fosse gettato nudo in piscina tenendo il nerboruto in mano ed urlando "CE L'HO DUROOOOO..." ma non è quello che riportano le cronache. E allora ? E allora i casi sono due: o i fatti non sono propriamente andati come descritti nell'articolo, oppure la notizia è una palla che domani scarà smentita con caratteri piccoli piccoli, come accade in simili occasioni. In entrambi i casi il Giornale non ci farebbe una bella figura.

masquenada

Mer, 12/09/2012 - 01:24

Storia mal contata, o Sgarbi è impazzito improvvisamente (cosa poco credibile) o qualcuno è in malafede

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 12/09/2012 - 01:54

Se questo è ciò che è avvenuto realmente allora ritiro i miei commenti sull'aggressione a Sgarbi.

rokko

Mer, 12/09/2012 - 02:10

Dall'intervista alla proprietaria del locale, la storia non sembrava manipolata.

Corsicana77

Mer, 12/09/2012 - 06:21

Perchè, uno in piscina come dovrebbe andarci, in giacca e cravatta? Non sarà che l' episodio è stato stato strumentalizzato dai soliti sinistrati o da qualche femminista frustrata, di quelle per cui se una si esibisce con minigonne inguinali e scollature che rasentano il topless, o si lascia maliziosamente scivolare via il costume e un uomo la guarda, l' uomo è un maiale; se un uomo si tuffa in piscina, e il costume 'stranamente' si bagna, il maiale è sempre l' uomo, in questo caso non chi lo guarda

simplicio

Mer, 12/09/2012 - 06:23

Lo spettacolo di sgarbi seminudo o, peggio, ignudo è semplicemente osceno e pietoso. Ma solo in paese siciliano si può arrivare alla denuncia. Ridicolo, la magistratura dovrebbe occuparsi di cose serie!

Daniele Sanson

Mer, 12/09/2012 - 08:13

Concordo con Nadia Vouch,oltretutto viviamo in un'epoca dove chiunque ha un telefonino che fà foto e in questo caso mi sembra di capire che vi siano solo testimonianze verbali di persone che invece di allontanare,casomai,i bambini stanno lì a guardare e a criticare.Sono del parere che una persona non ti piace,politico attore o chicchessia,ci si allontana,star lì a guardare e ascoltre per poi sparlare,o peggio denunciare, sà di vojerismo.danisan

alceogreco

Mer, 12/09/2012 - 08:34

La notorietà e la fama non è sufficiente a giustificare la presunzione di "potere tutto ciò che si vuole". Il senso del limite (e in questo sta la "decenza") è segno di intelligenza, ed è la base minima su cui costruire una convivenza sociale. La barbarie vera altro non è che la perdita del senso del limite.

onurb

Mer, 12/09/2012 - 09:55

I comportamenti di Sgarbi sono sempre un po' sopra le righe, ma accusarlo di atti osceni per essersi seduto accanto ad altre persone con le mutande divenute trasparenti dopo il bagno e con la patta aperta mi sembra una forzatura. Adottando lo stesso parametro, al mare dovremmo denunciare la metà delle bagnanti, quelle vecchie e brutte. L'altra metà, quelle giovani e belle, invece no: quelle sono una goduria per gli occhi.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 12/09/2012 - 10:05

Conoscendo il modus vivendi del critico nostrano mi sembra di capire che abbia ecceduto nella provocazione. Però anche i presenti si sono forse comportati un po' da guardoni!!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/09/2012 - 10:08

...la patta si è aperta o no? Spero venga presentata quando prima un'interrogazione parlamentare per sbrogliare questo grave ed urgente dilemma!!!

sconsolato10

Mer, 12/09/2012 - 10:50

Sgarbi denunciato per atti osceni in luogo pubblico. E stavolta senza nemmeno aprir bocca.Rimasto in mutande: la crisi colpisce proprio tutti.

BlackMen

Mer, 12/09/2012 - 11:21

Giovanni da Udine: mi pare evidente che lei non si sia mai imbattuto in un costume da bagno. Sono come i boxer ma non hanno la patta apribile e non divcentano trasparenti. Ha presente ora?

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mer, 12/09/2012 - 13:26

leggendo questi commenti pare che i costumi da bagno siano diventati un optional. Ma come in piscina non ci si mette più il costume? Ci si và in mutande? Le mutande quando sono bagnate sono trasparenti all massimo, considerando quanto faccia ribrezzo poi Sgarbi, immagino la scena pietosa. Caspita fosse stato Travaglio chissà cosa avreste scritto dall'alto della vostra ipocrisia.

baio57

Mer, 12/09/2012 - 15:47

Alla redazione del Giornale :> Questa notizia in prima pagina .Mah !

eloi

Mer, 12/09/2012 - 16:17

CFome avrebbe dovoto tuffarsi in piscina? Indossandi il Frak? T "nostri" avrebbero detto: Lo dicevamo noi che è pazzo.

giuseppe.galiano

Gio, 13/09/2012 - 13:59

Quì si equivoca a bella posta e lo fanno i fans del ''genio incompreso'' ed il suo avvocato. La patta di Sgarbi non interessa a nessuno, nemmeno ai finocchi credo, quì bisogna precisare che se fai un tuffo in una piscina privata, con altra gente intorno, ti devi mettere il costumino da bagno.Ma lo sanno anche i diversamente intelligenti, Sgarbi no. Ora, comprendiamo che ad un genio tutto e permesso, compreso quello di presentarsi nudo ad una cerimonia, ma se fai il bagno assieme ad altri o ti togli le mutande o ti metti un costumino. Personalmente fossi stato presente avrei preso a calci in culo il ''genio incompreso'' e non sarei scappato, cazzo!