Siamo in recessione, ma il lavoro c'è. Ecco i posti disponibili

Ci sono datori di lavoro che non riescono a trovare le figure di cui hanno bisogno. Ecco quali 

La crisi economica c'è e la recessione pure. Ma i posti di lavoro non mancano. Secondo un sondaggio della fondazione studi del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, ci sono infatti datori di lavoro che non riescono a trovare le figure di cui hanno bisogno. Dalla ricerca emerge che sono 35mila i posti disponibili, ma poco ricercati. Sono specialmente i “posti in piedi”, quelli cioè che si svolgono manualmente. Dai gelatai ai pasticcieri, passando per i pizzaioli e le commesse, i parrucchieri, le estetiste, gli idraulici, gli elettricisti, i meccanici d'auto ma anche infermieri e domestici. Mancano poi anche 230mila specialisti in informatica, telecomunicazioni. Insomma, il lavoro c'è, ma non si cerca.

Annunci

Commenti

davidebravo

Gio, 07/08/2014 - 16:35

Nel mio piccolo posso confermare per quanto riguarda il settore dell'informatica. Se avessi un figlio in età scolare sicuramente lo spingerei verso quella competenza.

stefanorota

Gio, 07/08/2014 - 17:44

Ma chi scrive certi articoli ?? Renzi ?? certi giornalisti dovrebbero collegare il cervello prima di scrivere. da un anno cerco lavoro, tra CV consegnati e spediti non li conto più. risposte zero. e questo viene a scrivere queste boiate ??

Ritratto di spectrum

spectrum

Gio, 07/08/2014 - 17:56

chiaro. Domanda: secondo voi se i giovani non lavorano e' perche manca il lavoro ? O manca l'educazione, la professionalita', l'entusiasmo, la passione per qualcosa dei giovani ? Io certi energumeni non li assumo neanche se mi pagano loro. Disoccupazione = x%, ma i motivi sono tanti.

Gianca59

Gio, 07/08/2014 - 18:53

Solito articolo alla Luca Romano. Invece di riportare ciò che viene detto da altri chissà con quali fini, perché non si mette di buzzo buonoa fare un' inchiesta su come funziona il mondo della' offerta del lavoro. ?

pilave

Gio, 07/08/2014 - 18:54

quoto al 100x100 stefanorota. Luca Romano non ne posso più di queste panzane che riporti: statistiche, statistiche e stastiche. Prova a parlare con coloro che il lavoro lo cercano e così capirai come gira il mondo del lavoro. Per spectrum: quando si parla di lavoro non si parla automaticamente di giovani, apri la tua mente! Esistono anche i non giovani, lo so che ti sembrerà strano, ma è così.

Alfaale

Gio, 07/08/2014 - 19:02

Errato, spectrum. Voi assumete solo emergumeni, di tutte le razze, e per principio non assumete gente educata, magari laureata, con tanto di conoscenze linguistiche, com molto entusiasmo che alla lunga fate scomparire. Per fare un esemmpio, le reception degli hotel sono piene di inservienti stranieri senza un minimo di presenza decente. Per puro principio pensate che un laureato non può, in due giorni, imparare a fare il facchino. Perché non fate poi una indagine sui corrieri espressi del nord? Perché sono tutti sudamericani? è tutto marcio nel mondo delle assunzioni, smettetela di fare articoletti di due righe per descrivere un mondo complesso, ché si dovrebbe dichiarare sciolta ogni residua fratellanza che lega i cittadini della nazione italiana.

bruco52

Gio, 07/08/2014 - 19:46

E' vero che ci sono offerte di lavoro, come riporta l'articolo, ma c'è un ma!....lavori sottopagati, senza riconoscere gli straordinari....in nero, senza contributi....orari di lavoro anche fino a 12-14 ore, magari a 850 € mese e ti dicono "se sta bene è così o la porta è quella"...certo la colpa non è sempre dei datori, ma principalmente della politica, che per mantenere la sua opulenza, ha gravato di tasse, gli stipendi e le imprese..in alcuni casi, dove gli straordinari vengono pagati secondo quanto previsto dai contratti lavorativi, c'è chi rinuncia a farli, perchè li mangerebbero le tasse...lavorare per lo stato vorace non conviene....

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Gio, 07/08/2014 - 19:58

Certi giovani, ma anche i meno giovani, preferiscono al lavoro lo stare fino alle 4/4,30 del mattino ad ubriacarsi ed a rompere i cosiddetti a chi vuol dormire facendo molto chiasso. Dopo si va a dormire o lavorare?

Giuliano_F

Gio, 07/08/2014 - 20:48

a leggere certi articoli viene solo rabbia, ma verificare i dati e le informazioni no, eh? inviterei l'esimio giornalista e la sua fonte a farsi un giro al centro per l'impiego di Rimini, dove per trovare un posto di lavoro come gelataio, pizzaiolo, commesso e via dicendo, c'è letteralmente la fila... questa è l'ennesima campagna di disinformazione ordita dallo Stato per illudere le labili menti del popolino affinchè credano che la crisi sia solo una mera illusione inventata da qualche cattivone denigratore... mettetevi l'animo in pace cattivoni: la crisi non esiste!! c'è lavoro per tutti... le fabbriche non chiudono... i negozi e i ristoranti fanno floridi affari tutti i giorni... viva l'Italia!

Roberto C

Gio, 07/08/2014 - 20:56

Invece di scrivere che il lavoro c'è, pubblicate le e mail a cui mandare il CV, specificando bene che nella valutazione del medesimo non verrà fatta nessuna discriminazione o scelta preventiva basata su età o appartenenza a varie categorie protette o liste di mobilità- ovvero che se un 40enne maschio sano e che non ha avuto la fortuna di avere avuto quale suo ultimo lavoro un contratto a tempo indeterminato (requisito indispensabile per accedere alle liste di mobilità, per questa barzelletta di Stato se uno ha lavorato per anni con contratti a termine o co co pro anche lavorando in regimi di semischiavitù è come se avesse girato i pollici tutto il tempo) e vedrete se non ricevono tante domande da dover assumere una persona solo per passarle in rassegna tutte... Certo se vogliono risparmiare sui contributi e non perdere tempo a insegnare il lavoro e cercano "commessa bella presenza diplomata max 35 anni, perfetta conoscenza inglese, francese e informatica, automunita, per tirocinio di 8 mesi, richiesto un minimo di esperienza..." mah, sarà difficile che trovino qualcuno (e, parola, ne ho visti davvero annunci così, ricerca di tirocinanti / stagisti con esperienza)...

armando475

Gio, 07/08/2014 - 21:56

Certo, mancano 230mila esperti informatici e tlc, laureati, con diversi anni di esperienza e possibilmente pagati 1000euro al mese con un contratto a progetto. Uno specialista IT felicemente emigrato in UK.

Lino.Lo.Giacco

Gio, 07/08/2014 - 23:17

io starei attento a scrivere ste cazzate. perche' non scrivete anche che questi lavori nel sud del paese vengono pagati con 300/400€ al mese e senza assicurazioni e' normale che poi si vedono solo extracomunitari a lavorare in questi posti, loro accettano perche' nei loro paesi se lavorassero il doppio guadagnerebbero la meta' abbiate il coraggio di dirla tutta cosi' forse anche i sindacati capirebbero qualcosa.....

max.cerri.79

Ven, 08/08/2014 - 06:39

Anche da me leggo spesso di questi lavori... Vi siete scordati un particolare, cercano persone max 22 anni con esperienza per posti di apprendista... Cioè devi già saper lavorare per farlo quasi gratis... Se per voi lavorare significa alzarsi la mattina e stare per 9 ore in un determinato luogo a svolgere una determinata mansione, va bene,a secondo me lavorare vuol dire potersi mantenere, e con certi "lavori" è impossibile

ansilca

Ven, 08/08/2014 - 08:44

Trovo sconcertante che con 30 mila infermieri disoccupati, io incluso, si scriva certe sciocchezze!!!!!!!!

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 08/08/2014 - 09:09

Negli ultimi decanni, la scuola ha dato insegnamenti NEGATIVI , che hanno reso la gioventù PIGRA e troppo ESIGENTE. Se pa politica non si prende le sue responsabilità, per i prossimi decenni avremo GRANDISSIMI PROBLEMI. Dobbiamo dare ragione a Draghi, LA CASTA DIRIGENTE IN ITALIA È UN INSIEME DI INCAPACI,INCOSCENTI E CORROTTI.

ilritornodigesù2000

Ven, 08/08/2014 - 10:21

Non ti puoi aprire una partita iva che sei rovinato dalle tasse!