Siria, trappola dei ribelli anti-Assad: patatine ai bimbi, poi la strage

In Siria sabato scorso un'autobomba sugli sciiti ad Aleppo ha ucciso 68 bambini. I ribelli li avrebbero radunati con l'inganno regalando patatine

L'esplosione, l'odore della morte. E poi il sangue che scorre lungo il marciapede vicino agli autobus carichi di uomini, donne e bambini. Soprattutto bambini. Nell'attentato consumato ad al-Rashideen, sobborgo vicino ad Aleppo in Siria, hanno perso la vita circa 120 persone. Di queste, 13 sono le donne e 68 i minorenni. Una strage di giovani vite.

Si è discusso molto nei giorni scorsi dei raid aerei con bombe chimiche che il governo guidato da Assad avrebbe condotto il 4 aprile a Khan Sheikhoun (smentito sia dalla Russia che dal governo siriano). In quell'occasione morirono 68 persone e le immagini dei corpicini dilaniati dal gas provocarono sdegno internazionale. Sdegno che però non si è registrato per i 68 bambini sciiti uccisi dall'attentato di sabato scorso.

Eppure la crudeltà è stata pari, se non peggiore. Perché secondo quanto emerge dalle testimonianze, i terroristi avrebbero messo in atto una vera e propria trappola per uccidere quanti più innocenti possibili. Subito dopo l'esplosione del pickup carico di tritolo, i presenti hanno raccontato un episodio fino ad ora passato in sordina: "Hanno iniziato a distribuire delle patatine e i bambini sono corsi verso il veicolo", ha urlato un testimone ai media locali come riportato dal Corriere. Adesso a corroborare queste dichiarazioni ci sono pure alcune immagini. Nei video che circolano in queste ore in Rete (guarda il video) è possibile distinguere i ragazzini fare a gara per assicurarsi i desiderati pacchetti: i bimbi sono felici, si spintonano pur di conquistare quel momento di pace. Ma si trattava solo di un tranello, un inganno che ha fatto leva sulla fame di cittadini stremati da anni di guerra. Poco dopo infatti è esplosa l'autobomba che ha ucciso 120 di loro.

Il filmato che mostra l'esca messa in atto dagli attentatori sembra essere assolutamente autentico. Per verificarlo basta incrociare le immagini con i servizi pubblicati da giornalisti e agenzie di stampa internazionali nelle ore precedenti la strage: sia nel video-denuncia che nei filmati trasmessi delle tv sono presenti gli stessi autobus carichi di civili. Inoltre, in un reportage realizzato da Orient News, alle spalle del cronista spunta un bimbo con la maglia gialla e le maniche azzurre, la stessa t-shirt che si vede nella calca di minorenni accorsi per accaparrarsi le patatine. Si tratta con ogni probabilità di uno dei 68 piccoli caduti nella trappola e rimasti uccisi dall'autobomba.

E pensare che doveva essere una giornata di tregua armata. I pullman rimasti coinvolti nell'attacco trasportavano circa 5mila cittadini delle città di Fua e Kafraya, due enclavi governative nella provincia di Idlib controllata dai ribelli. Erano stati caricati su 75 mezzi tra autobus e ambulanze per essere trasportati fino ad Aleppo, Damasco e Latakia. Un'operazione che rientrava nell'ambito del "Four Towns deal", il "patto delle quattro città" firmato dalle parti in causa in Siria sotto con la mediazione di Iraq e Iran: gli sciiti (filo-governativi) potevano evacuare Fua e Kafraya, mentre le milizie anti-Assad erano libere di far uscire la popolazione da Madaya e Zabadani, città in mano ai ribelli e assediate dalle forze governative e delle milizie sciite di Hezbollah.

La bomba però ha rotto il patto, trasformando la tregua nella strage degli sciiti. I ribelli hanno negato ogni coinvolgimento. Ma le ombre rimangono. E sono ombre macchiate dal sangue di 68 bambini innocenti, prima ingannati e poi uccisi.

Commenti

Ermanno1

Mar, 18/04/2017 - 16:38

RIBELLI ANTI ASSAD AMICI DEGLI AMERICANI E DELL'OCCIDENTE?? NON CI SONO PAROLE! MA PER QUESTO NESSUNO PAGHERÀ MAI! L'ONU È CHIARAMENTE SCHIERATO...

mister_B

Mar, 18/04/2017 - 16:40

Dall'articolo non viene in alcun modo spiegato dove sta la certezza che sono stati i ribelli a mettere la bomba. E l'avesse messa qualcun'altro? Il Giornale si è esercitato per giorni in contorsioni dialettiche per difendere quel brav'uomo di Assad, istillando dubbi di ogni tipo,anche i più assurdi. Ma qui no. De Lorenzo deve avere altre informazioni che si è scordato di scrivere.

macommmestiamo

Mar, 18/04/2017 - 16:42

ma ci rendiamo conto chi dovremmo integrare? dobbiamo decimarli tutti, questi sono la rovina del mondo, con questa gentaglia non ci sara' mai pace. PS: non pubblicate piu' quello che scrivo, volete solo belle poesie?

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mar, 18/04/2017 - 16:50

I benpensanti, idioti a tempo pieno, vorrebbero ripetere con Assad i disastri e le nefandezze che hanno compiuto con Gheddafi. La libia era lo stato meglio vivibile di tutta l'africa. Non c'è nulla da fare, siamo in balia degli idioti a tempo pieno, governanti occidentali scombinati da turbe sia mentali che morali.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mar, 18/04/2017 - 16:53

Era Assad travestito che distribuiva le papatine.

Maura S.

Mar, 18/04/2017 - 17:11

x mister_B = ma mi faccia il piacere!!

gianrico45

Mar, 18/04/2017 - 17:13

Mister B gli altri non hanno certezze,le hai solo tu.

maricap

Mar, 18/04/2017 - 17:26

L'Europa, in mano ad individui effetti da demenza senile, il più delle volte precoce, o rimbecilliti dalla politica sinis trunza, seguita a tenere le porte spalancate, anche ai foreign fighters, che tornano dopo aver massacrato centinaia di migliaia di civili inermi. Donne e bambini compresi- Stanno creando delle quinte colonne, pronte ad operare qui, quando sarà il momento. Coglion in divisa, che oggi, seppur ben pagati, fate niente per contrastare l'invasione, cominciate a pretendere, nella dotazione vestiario, pantaloni a tenuta stagna, vi serviranno sicuramente al momento, che quelli cominceranno a spararvi addosso.

T-800

Mar, 18/04/2017 - 17:36

@mister_b: E'chiaro che siano stati gli islamisti, certo non sono stati i lealisti di Assad visto che i profughi uccisi erano in fuga verso la zona controllata dal regime laico in quanto sciiti! Chiaro invece ancora non è il bombardamento coi gas, in quanto il regime di Assad vincente sul terreno non aveva alcun interesse a passare dalla parte del torto agli occhi internazionali, le due ipotesi più probabili sono o un autoattentato degli islamici per screditare Assad o un bombardamento normale che ha colpito un deposito di armi chimiche dei ribelli islamici.

blackindustry

Mar, 18/04/2017 - 17:40

La mano e' chiaramente della resistenza anti-assad, si nota chiaramente l'azione volta a far odiare il regime, negando responsabilita' come i codardi quali sono. Proprio come per l'attentato di via Rasella, dove la mano che ha assassinato civili tra i quali un bambino, e' rimasta nascosta nelle fogne da dove era uscita. Comunisti e musulmani hanno la stessa puzza...

tosco1

Mar, 18/04/2017 - 17:42

Come mai Trump non li bombarda?. Non avrà mica finito i missili. Mi ha sorpreso qualche giorno fà per gli immotivati missili. mi sorprende ora per la sua non coerenza. Obama era più coerente: ha sempre fatto bene l'interesse dell'isis.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 18/04/2017 - 17:48

A ridateci l’afro-islamico abbronzantissimo Obama, premio nobel per la pace… fatta a pezzi. Lui si che sapeva apprezzare le magnifiche primavere arabe. I «ribelli» anti Assad vogliono solo la loro bella primavera araba col seguito dell’Isis, dei fratelli musulmani, delle stragi di cristiani. Ci hanno abituato all’uso dei bambini come scudi umani, come primo fronte nelle intifade palestinesi, ai ragazzini e ragazzine addestrati e mandati a farsi esplodere per uccidere più gente possibile ecc, ecc. Si potrebbe pensare che ciò faccia parte della loro cultura. E «le culture sono tutte uguali». Noh? Razzisti! Domandatelo al sinistrume e al politicamente corretto imperanti in Italia e nella disUE e vedrete cosa vi rispondono.

kingdavid

Mar, 18/04/2017 - 17:56

Provo piu' disgusto e ribrezzo per l'atteggiamento giustificativo e complice di certi "occidentali" che per i terroristi stessi....

Nonlisopporto

Mar, 18/04/2017 - 18:08

bestiacce onfami

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 18/04/2017 - 18:08

Perché non pubblicate? Perché ho osato criticare Trump, l'onu e la ue? Lesa maestà?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 18/04/2017 - 18:09

Diranno ancora che è colpa di Assad? L'onu inventerà nuove sanzioni? E Trump, chi bombarderà stavolta? Siamo curiosi di sapere cosa ne pensano tutti quegli illusi che pensano ancora che in Siria i ribelli siano i "buoni".

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 18/04/2017 - 18:22

@kingdavid, 17:56, concordo, la stessa reazione è la mia.

baio57

Mar, 18/04/2017 - 18:30

@ mister_B Ma voi cocomeriotas/sinistri vi fanno tutti con lo stampino ? Materia grigia autonoma optional ?

panzer@57

Mar, 18/04/2017 - 18:34

Le bestie sono più rispettose per l'essere umano, un leone non sbranerebbe un bambino, invece questi islamici non hanno rispetto di nessuno sono peggio dei leoni.

atomino

Mar, 18/04/2017 - 18:38

BASTARDI!! LI COMBATTEREMO OVUNQUE!!

pensaepoiagisci

Mar, 18/04/2017 - 19:34

bastardi ..chi ammazza bambini non merita di vivere..sono stati i ribelli e non Assad..guardiamo bene

Iacobellig

Mar, 18/04/2017 - 20:21

QUESTI RIBELLI ANTI ASSAD VANNO UCCISI TUTTI CON INTERVENTI MILITARI SENZA SOSTA!

m.nanni

Mer, 19/04/2017 - 07:07

che cazzata quella di trump nel bombardare una base militare di assad! i ribelli anti assad sono foraggiati dagli inglesi e dagli americani. e con Isis vogliono far fuori assad. sicchè americani e inglesi finanziano indirettamente Isis. trump non riesce più e rientrare in senso.