"Sono casa in malattia": ma in realtà va a prostitute

Quarantenne licenziato nel Riminese dopo essere stato sorpreso mentre andava a prostitute nei giorni in cui ufficialmente era a casa in malattia

Per il datore di lavoro era a casa in malattia. Ma in realtà trascorreva il tempo intrattenendosi con delle prostitute.

La storia arriva da Rimini, dove un quarantenne originario della Campania si è assentato da un'azienda meccanica della Valmarecchia per oltre due settimane. Un'infiammazione alle mani che gli impediva qualsiasi lavoro, comprovata da ben due certificati medici: "Non riesco nemmeno a pettinarmi", era stata la giustificazione del lavoratore.

Dopo ben sessanta giorni di assenza, però, il datore di lavoro ha assunto un investigatore privato per provare a vederci chiaro. I risultati dell'indagine sono stati clamorosi: l'uomo non solo guidava l'auto, faceva la spesa portando le borse e portava a spasso il cane, ma trascorreva le ore notturne sul lungomare della città romagnola in compagnia di diverse prostitute.

Il caso si è tradotto nel licenziamento per giusta causa e in una denuncia per truffa ai danni del datore di lavoro e anche dell'Inail. Il lavoratore infedele comparirà davanti al tribunale, dove è stato citato direttamente a giudizio, nei prossimi giorni.

Commenti

lorenzovan

Lun, 17/10/2016 - 14:20

e che diamine!!!!!!faceva parte del suo percorso medico verso una cpompleta guarigione....he he he

canaletto

Lun, 17/10/2016 - 14:42

ADESSO E' L'AZIENDA CHE LO MANDA A PUTTANE, SE L'E' CERCATA. E POI DENUNCIARE IL MEDICO PER FALSO ECC. COMUNQE VUOL DIRE CHE IL PUTTANIERE STA ANCHE BENE, VISTO CHE ANDAVA A PUTTANE E LA COSA COSTA!!!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 17/10/2016 - 14:48

Era "malato d'amore". Il campano malato d'amore.

manolito

Lun, 17/10/2016 - 14:56

però che strano .questo signore dipendente privato è assenteista e viene giustamente licenziato.....come mai nel pubblico rubano fanno timbrare altro lavoro e non vengono mai licenziati???? ah renzi stai in piedi a balle lazzarone

sesterzio

Lun, 17/10/2016 - 15:10

I "volpini" sono una categoria numerosa. Come dire: Voglia di lavorare saltami addosso.

gneo58

Lun, 17/10/2016 - 16:29

io ci metterei dentro anche il medico che ha certificato.

Eraitalia

Lun, 17/10/2016 - 16:55

Ma tanto i giudici faranno riassumere l'assenteista con una qualsiasi ragione tipo il comportamento era propedeico x la guarigione. E la ditta pagherà anche le spese e gli arretrati.con il plauso dei sindacat

lawless

Lun, 17/10/2016 - 18:08

è malato di sesso, l'unica cosa in negativo per lui è che non potrà scaricare la prestazione "specialistica" per un fatto burocratico: la legge italiana non contempla il rilascio della fattura per questo tipo di attività

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Lun, 17/10/2016 - 20:12

aveva le mani infiammate non L'UC.....