"Sono pronto a fare la guerra". Arrestato jihadista a Milano

Un egiziano di 22 anni è finito in manette per terrorismo internazionale. Blitz in tutta Italia: espulsi altri due sospettati

Un jihadista dell'Isis è finito in manette a Milano. Si tratta di un "lupo solitario" egiziano di 22 anni che è stato arrestato nella notte dagli uomini del Nocs. Il fermo è scattato dopo l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip de l'Aquila. L'indagine infatti è partita dall'Abruzzo. L'accusa che è stata formalizzata è di terrorismo internazionale e istigazione e apologia del terrorismo. Quella di Milano non è l'unica operazione scattata questa notte.

Altri blitz sono stati portati avanti dalle forze dell'ordine in tutta Italia: in Abruzzo, Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte. Determinante nelle indagini il ruolo della polizia postale e dell'antiterrorismo che hanno intercettato alcune frasi del jihadista. Tra queste: "Sono pronto a combattere e a fare la guerra". Altre due persone sono finite sotto indagine e per queste sono stati già notificati due provvedimenti di espulsione da parte del Ministero degli Interni.

L'indagine è partita circa un anno fa: a ricevere le prime informazioni è stata l'intelligence sulla fine del 2017. Poi l'informativa è stata girata alla polizia che ha avviato l'indagine. Tutto è nato da un gruppo WhatsApp monitorato dagli 007 in cui risultava un'utenza italiana. Nel gruppo discutevano alcuni militanti islamisti. Infine nel corso dell'inchiesta gli investigatori hanno recuperato alcuni file audio scaricati dall'egiziano in cui alcuni jihadisti intonavano preghiere islamiche e inni che predicavano l'odio verso il mondo occidentale. E sull'arresto è arrivato il commento del ministro degli Interni, Matteo Salvini: "Arrestato a Milano un 22enne egiziano: progettava attentati in Italia per conto dello Stato islamico. Grazie alla Polizia di Stato, che conferma una volta di più l’eccellenza delle nostre Forze dell’Ordine e dei nostri investigatori. Da parte mia, due impegni: non mollare nella lotta contro gli estremisti che minacciano la sicurezza dei cittadini italiani e aiutare sempre di più le nostre donne e uomini in divisa".

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 21/11/2018 - 09:36

Che dire? Nessuna meraviglia. Pur tra molti alti e bassi, nel tempo, la "dottrina" islamica vige da 14 secoli, cioè da quando l’ha creata Maometto, naturalmente su ispirazione di Allah, il suo “dio”, di cui lui è stato l’ultimo e decisivo profeta. Il problema è che la gente dell’occidente cristiano poco o nulla sa al riguardo ed io ne sono un testimone, perché poco nulla sapevo fin quando, in pensione e poi senza più altro lavoro, ho avuto occasione di conoscere e poi studiare Allah e quindi Maometto, il suo profeta. Mentre Cristo, che per l’Islam è l’ultimo profeta prima di Maometto, è stato il creatore di una religione della pace e dell’amore, Maometto ci ha tramandato una religione di guerra, che prevede anche la sottomissione della donna e non solo. Quindi, stando all’ultimo evento qui citato, meraviglia per la meraviglia di chi si meraviglia. Amen

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 21/11/2018 - 09:40

"Ora sono pronto per morire" e accontentatelo,nooo? una 9 x 19 costa circa 30 centesimi...PAGO IO !!

Drprocton

Mer, 21/11/2018 - 10:06

E ci sono ancora tanti idioti che ci vogliono fare credere che sono tutti bravi ragazzi, sani di mente e di corpo. Sono una ricchezza per i paesi in cui vanno senza mai creare casini, degrado e disordini sociali. Un esempio per l'umanità intera.

Amazzone999

Mer, 21/11/2018 - 10:07

Bene, certo è un successo, ma minimo e parziale, se si permette la proliferazione delle moschee, che ospitano i predicatori d'odio e coltivano i taglialingue, praticano il lavaggio del cervello, la dissimulazione, il proselitismo, oppure si riceve con tutti gli onori e cene di lusso l'emiro del Qatar che si compra mezza Europa, investe lautamente, ma, in cambio, finanzia le moschee, l'invasione musulmana e i gruppi terroristici, sostiene i Fratelli musulmani, propulsori di islamismo e islamizzazione, presenti nell'UCOII e in gran parte delle moschee italiane, si arricchisce sul sangue dei lavoratori sfruttati, deprivati di qualsiasi diritto e dignità umana, elimina, anche fisicamente, gli avversari e oppositori politici. Magnifica partnership ci siamo scelti... Segno che siamo proprio allo stremo. Dante docet: ".Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave stanza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!".

tosco1

Mer, 21/11/2018 - 14:01

Chi aspira a morire,e far morire gli altri, a mio parere dovrebbe essere accontentato. A Milano,per esempio, un bel lancio dalla Madonnina risolverebbe il problema. Io credo che andrebbe equiparata la volonta' dello jahidista a colui che fa'i vero e proprio testamento biologico. Con il testamento biologico, se una persona lascia la sua volonta' di essere soppresso,quando non ne puo' piu', lo ammazzano senza problemi, magari anche se gli viene la febbre alta per l'influenza. Per chi fa il testamento di suicidio jahidista, per me, dovrebbe essere lo stesso.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 21/11/2018 - 14:53

Era irriconoscibile, sembrava uno di noi. Guarda che faccia!

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Mer, 21/11/2018 - 15:11

Ma non avete ancora capito che l'Italia è il ponte per il traffico d'armi gestito dalla Mafia, dai Paesi arabi all'Europa? E' solo per questo che non ci fanno attentati. Ma veramente credete che le nostre forze dell'ordine sono capaci di un'attività di intelligence cosi' capillare? Vabbe' dai tra poco e' Natale e arriva Babbo Natale, che vi devo dire...?

nerinaneri

Mer, 21/11/2018 - 16:35

...rimpatrio metodo-pinochet...

Mobius

Mer, 21/11/2018 - 18:41

Proprio non riusciamo a capire che i terroristi non vanno espulsi. Vanno azzerati. (2° invio)

Antenna54

Mer, 21/11/2018 - 20:26

Accontentatelo, mannaggia li turchi ... costerebbe così poco.