Stadio della Roma, botta e risposta sui social tra Totti e Raggi

Il dibattito è stato iniziato dall'allenatore della Roma Luciano Spalletti che, durante un'intervista, non ha proprio voluto parlare delle formazioni

Confronto, via social network, tra il capitano della Roma, Francesco Totti, e il sindaco della Capitale, Virginia Raggi. L'argomento? Il nuovo stadio della Roma.

Il primo a lanciare il sasso è stato in verità l'allenatore della squadra, Luciano Spalletti, che in un'intervista a Sky non ha aspettato le domande del giornalista ma ha deciso autonomamente di cosa parlare: "Ce l'ho io l'argomento oggi. A Roma, va fatto lo stadio. Famo sto stadio e non solo a Roma. Vanno fatti per tutte le squadre in tutta Italia. È l'argomento di oggi". A questo punto Spalletti abbandona la postazione lasciando perplesso il giornalista.

Dopo la dichiarazione di Spalletti sul web si è immediatamente diffuso l'hashtag #FamoStoStadio utilizzato da diversi utenti per chiedere al sindaco di realizzare l'opera. Appena pochi giorni fa infatti il comune di Roma ha inviato una nota alla Regione Lazio per esprimere il suo parere sfavorevole.

Il tweet di Francesco Totti

Tra quelli che in queste ore si stanno schierando a favore della nuova struttura c'è anche Francesco Totti. Dal suo profilo Twitter, il capitano ha scritto: "Vogliamo il nostro Colosseo moderno, una struttura all'avanguardia per i nostri tifosi e per tutti gli sportivi! #FamoStoStadio".

La risposta di Virginia Raggi

A distanza di poche ore arriva la risposta di Virginia Raggi: "Caro Francesco Totti ci stiamo lavorando. #Famostostadio nel rispetto delle regole. Ti aspettiamo in Campidoglio per parlarne".

Commenti
Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 06/02/2017 - 19:25

Gentile Totti, non tocchi gli 'assoluti'! Il Colosseo è un'architettura imparagonabile all'eventuale caravan serraglio o circo che si intende costruire nella squallida ansa del Tevere, in policarbonato, acciaio e plexiglas. Non si creda un gladiatore di duemila anni fa. Nel Colosseo si moriva; ogni giorno poteva essere l'ultimo e neanche si guadagnavano tutti quei soldi che invece si guadagna Lei, e senza neanche rischiare la vita!

ectario

Lun, 06/02/2017 - 19:26

Le regole delle capre del M5S, ossia l'oscurantismo assoluto: blocco costruzione metro C, no olimpiadi, no stadio, non fuochi di artificio a capodanno, no feste a capodanno, non uso delle auto, multe e solo multe, buche e solo buche, monnezza e solo monnezza, stipendi triplicati agli amici degli amici, ma un bel NO a queste capre arroganti che da 7 mesi si prendono un lauto stipendio senza fare una benemerita mazza, NO eh? Raggi, torna a fare quello che facevi, le fotocopie da Previti.

vottorio

Lun, 06/02/2017 - 19:32

per Spalletti e Totti è molto più importante fare un nuovo stadio di calcio e non rifare le strade, riorganizzare lo smaltimento rifiuti, il servizio di trasporti e, chissà, costruire qualche casa popolare per i senza tetto. Spalletti e Totti, noti uomini di profonda cultura, sono ancorati al: "panam et circensis".

frabelli1

Lun, 06/02/2017 - 23:33

Posso capire la Raggi se fosse il comune di Roma a pagarlo, ma visto che sono privati a farlo e che uno stadio di una società di calcio poi è un bene comune, perché mai Totti dovrebbe andare dalla Raggi a parlarne, visto che poi lei demanda ad altri???

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 07/02/2017 - 00:33

Ma lo paga il pupone questo famoso stadio?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 07/02/2017 - 00:34

ectario devo ricordarle che le olimpiadi furono "rifiutate" da tale draghi mario. La Raggi ha solo preso atto di una situazione che le rendeva di fatto improponibili a una città oberata dei debiti.

Franco40

Mar, 07/02/2017 - 06:21

Lo Stadio di Pallotta è una occasione per la Roma e per Roma. NON eseguirlo sarebbe un danno enorme per la Roma e per Roma.

Ritratto di enzo33

enzo33

Mar, 07/02/2017 - 07:23

Totti non ci cascare, questo è un do-ut-des, io ti do una cosa a te, e tu mi dai un coso a me...e tua moglie, come la prenderà?

Ritratto di enzo33

enzo33

Mar, 07/02/2017 - 07:31

Ma guarda un po, ci stanno appunto lavorando, ma non era un'argomento chiuso, come le olimpiadi? Questo stadio non si farà, ne domani ne mai...

giovanni61

Mar, 07/02/2017 - 08:24

Se non sbaglio il comune di Roma è fra i più indebitati del mondo proprio per la mania di sindaci che facevano montagne di debiti per manifestazioni inutili. Se proprio vogliono possono offrirsi le società sportive di metterci il denaro risparmiando sugli ingaggi di persone che guadagnano milioni per mettersi in mutante e contendersi un pallone e che dall'alto della loro cultura e soprattutto con la pancia piena pretendono di ergersi a paladini di non si sa chi.

Gasparesesto

Mar, 07/02/2017 - 08:27

A . .Francè . . ricordati da Buon Architetto e Finanziere . . di portare in Campidoglio progetti e idee di dove trovare i quattrini, nonché l'area dove ( i tuoi mandanti ) hanno deciso di costruire il Colosseo Sportivo ! Si fa presto a parlare ma bisogna che oltre ai discorsi porti anche qualcos'altro !

Angelo664

Mar, 07/02/2017 - 08:53

x ectario : Non penso che in 7 mesi la Raggi abbia potuto fare ancora nulla. Non molto di sicuro. Prima di darsi alle cose tipo le Olimpiadi la città deve essere rimessa a nuovo e soprattutto segato tutti gli sprechi ovvero le cliente che a Roma sono l'asse portante della città . Troppi che mangiano da sempre. Prima delle Olimpiadi faccio un inceneritore piuttosto, devo riorganizzare tutto prima di fare altro e togliere i mangioni dai posti chiave. Impresa ardua infatti le stanno facendo di tutto, le polizze per ex.. Poi è stata eletta dalla maggioranza dei Romani quindi lasciatela governare e ne riparleremo tra 4 anni. Tenga presente che una giunta al primo anno semplicemente porta a conclusione i progetti della precedente ed imposta i futuri progetti. A fine legislatura sarà la giunta entrante a completare quelli fatti dalla giunta precedente ... quindi non avendo la bacchetta magica difficilmente farà qualche cosa il primo anno.

Gibulca

Mar, 07/02/2017 - 08:58

Il fatto che i romanetti (giocatori e abitanti) sprechino il fiato in favore dello stadio quando la città versa in condizioni spaventose dimostra 2 cose: (1) che al popolino va benissimo vivere in mezzo allo sfascio e che (2) gli ammninistratori della città sono indietro anni luce rispetto agli amministratori delle città del nord Italia che se non altro hanno qualche attenzione in più verso i cittadini. Il fatto che i romanetti osino solo parlare di stadio è un affronto verso gli italiani del nord, che da 155 anni ne mantengono gli sprechi. La storia che lo stadio lo pagano i privati è parzialmente vera, visto che anche il comune dovrebbe intervenire economicamente. Come sempre Roma vuole fare la brillante coi soldi altrui. SECESSIONE

Siciliano1

Mar, 07/02/2017 - 09:26

Prioritario in questo particolare momento. Ed è giusto distrarre la popolazione dagli attuali bordelli. Ma signori miei , siamo SAZI.

igiulp

Mar, 07/02/2017 - 09:30

Non c'è che dire. Uno scontro tra Titani.