È uno stupratore di minorenni. Ma lo assolvono perché immigrato

Il caso che fa discutere la Francia e l'Europa: la polizia lo definisce un "perdatore" ma viene assolto perché i suoi "codici culturali" non gli permettono di capire il reato

Il verdetto del giudice sta facendo discutere tutta la Francia. Ed è un fulmine che si abbatte sui cieli d'Oltralpe proprio mentre Parigi è in fiamme per le proteste dei "gilet gialli" e le strade sono piene di cortei contro le violenze sulle donne. La sentenza, emessa il 21 novembre dalla Corte d'Assiste della Manche, ha assolto un immigrato autore di uno stupro perché i suoi "codici culturali" non gli avrebbero permesso di capire che non si può abusare sessualmente di una ragazza. Anche se minorenne.

Secondo quanto riporta Le Figaro, infatti, a prevalere in Aula è stata la tesi dell'avvocato difensore che, facendo il suo mestiere, è riuscito a liberare l'assistito. In sostanza il legale sarebbe riuscito a convincere il presidente della Corte che non c'erano elementi sufficienti per accertare la "costrizione, minaccia e sorpresa" che contraddistinguono secondo le leggi francesi una violenza sessuale. Sostanzialmente, il bengalese non sarebbe stato consapevole della mancanza di consenso della giovane vittima.

A far propendere verso questa decisione il fatto che l'imputato non avesse "i codici culturali" per capire ciò che stava commettendo. Bisogna però essere chiari: la vittima in questione era una ragazzina di 15 anni. Dunque minorenne. Il fatto non rende ancor più discutibile la sentenza emessa dalla Corte francese? Senza contare che l'uomo, spiega La Verità, aveva già collezionato precedenti per aggressione sessuale ai danni di un minore. Non solo. Secondo il capitano della polizia sentito in dibattimento, l'immigrato "considera le donne francesi come puttane, ha un comportamento da predatore". E, secondo i periti citati da Le Figaro, il bengalese ha una personalità "narcisista ed egocentrica, impregnata della cultura maschilista del suo Paese d'origine, dove le donne sono relegate al ruolo di oggetti sessuali". E sarebbe stata proprio la "cultura del suo Paese" a salvarlo dalla galera.

Anche in questo caso Macron è finito nel mirino delle opposizioni. "Lasciamo che esista una cultura che permette agli uomini di violentare le donne? - ha scritto in una lettera aperta Valérie Boyer, deputata di Les Republicains - Un immigrato violenta due minorenni, resta libero, e un tribunale considera i "codici culturali" del criminale come circostanza attenuante?".

Commenti
Ritratto di franco_G.

franco_G.

Dom, 25/11/2018 - 11:59

Problema di modesta rilevanza: queste decisioni... diciamo così... "originali" a casa nostra non si limitano a casistiche di questo argomento, ma spaziano un po' dappertutto. Ricordo ancora una sentenza che in una separazione per colpa in cui era addossato alla moglie il fatto di avere un amante, il giudice buttò letteralmente nel cestino la questione statuendo: "non la si può considerare una colpa perché l'amante era un bell'uomo". Io al posto della moglie (del giudice) mi sarei data subito una regolata... :-)

Maura S.

Dom, 25/11/2018 - 12:40

In certi casi dovrebbe esistere la castrazione obbligatoria.

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Dom, 25/11/2018 - 12:46

Visto che Mattarella non alza un dito per questa Giustizia diventata cloaca per colpa di certi Magistrati perchè il Ministro o Premier non denuncia questi signori? Abbiamo visto che spesso anzichè licenziarli li premiano o li mandano al CSM. Ergo, Lega-M5s applaudano o giustizialisti peggio del PD?

leopard73

Dom, 25/11/2018 - 12:50

Mettete dentro il giudice che non rispetta le LEGGI!!! Un CIARLATANO non puo essere uomo di legge.

frapito

Dom, 25/11/2018 - 13:05

Se poi un genitore di qualche vittima, seguendo il proprio "codice culturale" spara in testa all'immigrato, non lo considerano una circostanza attenuante, lo condannano all'ergastolo? Mettiamoci d'accordo sulla famigerata parola tanto cara ai buonisti. INTEGRAZIONE. Sono loro che si devono integrare ai nostri "codici culturali" oppure siamo noi che dobbiamo imparare dai loro "codici culturali"? E' anche vero che il fatto è successo in Francia, ma poco ci vuole che anche i nostri tribunali cominceranno a prendere in considerazione i "codici culturali", dimenticando i NOSTRI CODICI PENALI.

ziobeppe1951

Dom, 25/11/2018 - 13:13

Ma non si era detto che la LEGGE non ammette ignoranza...o vale solo per i fessi

lisanna

Dom, 25/11/2018 - 13:21

vedo che i giudici pessimi non li abbiamo solo in Italia e avvocati prezzolati. Giusta tempistica con la giornata delle donne , ma la cultura e' cultura , la legge non e' legge, si puo' manipolare. e cosi' sempre piu' queste risorse culturali penseranno di fare quello che vogliono e chissa' come sghignazzano

vince50

Dom, 25/11/2018 - 13:27

Ecco il perchè un nuovo baffetto rimetterebbe molte cose al loro posto naturale.

Montesquieu2000

Dom, 25/11/2018 - 13:45

L'errore più grande di Mitterrand fu quello di abolire la ghigliottina nel 1981.

Una-mattina-mi-...

Dom, 25/11/2018 - 13:49

CONSIDERAZIONE NUMERO DUE: SE SALTA FUORI LA TRIBU' DI QUELLI CHE VANNO CONTROMANO IN AUTOSTRADA, LE STRAGI SUSSEGUENTI SONO ANCHE LORO APPARTENENTI ALLA IMPUNIBILE "RICCHEZZA CULTURALE"?

Mauritzss

Dom, 25/11/2018 - 13:51

E le attenuanti sono così forti da renderlo addirittura innocente.

Royfree

Dom, 25/11/2018 - 14:13

Auspico che qualche Francese di buon senso massacra e poi squaglia nell'acido questo escremento rendendolo poi pubblico a tutti i suoi connazionali in modo tale capiscano un volte e per tutte che certe cose non si fanno.

starigospod

Dom, 25/11/2018 - 14:13

E' la solita storia è inutile fare le pagliacciate del giorno contro la violenza alle donne se poi i giudici non fanno nulla. Ieri sera si è vista una italiana in TV oggetto di una azione di un nuovo italiano che la resa invalida almeno all' 90%, ma il giudice gli ha dato 14 mesi e un foglio di via e questo è sparito. Se l' evento succedeva a Pola ( HR) aveva di che meditare per lunghi anni a spese dello stato e non in albergo! Anche i mussulmani hanno smesso i picchiare le mogli!

lappola

Dom, 25/11/2018 - 14:19

Non avrei mai immaginato che in Francia ci fossero dei giudici culturalmente inferiori ai nostri; credevo che i nostri fossero al primo posto della graduatoria. Sarà un primo posto ex aequo .

adal46

Dom, 25/11/2018 - 14:21

... i codici culturali dei giudici (certi) non giungono a comprendere le necessità sociali del Paese a cui loro stessi dovrebbero assicurare giustizia e libertà.

Sceitan

Dom, 25/11/2018 - 14:31

Il virus buonista e servo dei maomettani degli inglesi ha contagiato anche alcuni francesi. I pali della luce attendono.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Dom, 25/11/2018 - 14:32

Se le assurde e vergognose sentenze dei nostri giudici stano facendo proseliti oltre le Alpi, c'é da essere molto preoccupati.

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 25/11/2018 - 14:41

codici culturali ? l'islam prevede forse lo stupro ? no. Vuol dire che lei era consenziente!

Mannik

Dom, 25/11/2018 - 15:01

Romano, lei è un ignorante. Eppure copia addirittura le motivazioni della Corte: "non c'erano elementi sufficienti per accertare la "costrizione, minaccia e sorpresa" che contraddistinguono secondo le leggi francesi una violenza sessuale." Non è vero quindi quanto afferma nel sottotitolo. Una altro da destinare alla raccolta di pomodori a 2 Euro l'ora. Almeno sarebbe un lavoro all'altezza delle sue capacità.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 25/11/2018 - 15:17

Embè, trattasi di "attenuanti etnico-culturali", dov'è il problema? Sorgerebbe per una "full metal jacket fai date", ma se nessuno ancora la prevede come "giustizia", questa è "La Giustizia". Teniamocela. Oppure, reclamiamo (per alcuni infami), la pena capitale, così che nessuno possa dire, "io non sapevo".

follettodispettoso

Dom, 25/11/2018 - 15:45

Egalitè - fraternitè - stupiditè

Crusade72

Dom, 25/11/2018 - 16:08

Lo scontro razziale é alle porte, tutti i venduti agli immigrazionisti, Soros e gli altri bastardi che vogliono la nostra distruzione, stanno tirando la corda verso il punto di rottura. La gente passerá dalle richieste di giustizia e sicurezza nelle strade e le proteste pacifiche ai fatti veri e propri. Si dovrebbero trattare casi come questo in maniera esemplare, pena di morte ed esecuzione trasmessa a reti unificate per mandare un messaggio a questi culturalmente-differenzati.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 25/11/2018 - 16:33

Creano precedenti molto pericolosi. Giustificazione assurda e razzista.

Vigar

Dom, 25/11/2018 - 16:34

Ma che volete, è un predatore.....

Cheyenne

Dom, 25/11/2018 - 16:39

VEDO CHE LA FRANCIA E' MESSA PEGGIO DELL'ITALIA

killkoms

Dom, 25/11/2018 - 22:06

sempre a giustificarli con la loro cultura!

Ritratto di filospinato

filospinato

Dom, 25/11/2018 - 23:58

Non oso pensare dove è iniziato e dove è finito il brivido che dovrebbe aver attraversato la Boldrini alla lettura del parere dei periti di Le Figao "il bengalese ha una personalità narcisista ed egocentrica, impregnata della cultura maschilista del suo Paese d'origine, dove le donne sono relegate al ruolo di oggetti sessuali".

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 26/11/2018 - 05:01

E se fosse stato un cannibale? Sarebbe valsa sempre la questione dei "CODICI CULTURALI"?

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 26/11/2018 - 09:37

ma le mogli e le figlie di questi "Signori" non dicono niente?

un_infiltrato

Lun, 26/11/2018 - 09:56

Signor Ministro dell'Interno, non molli. Sono in pericolo i nostri figli, prosegua dritto sulla sua strada, tenga duro. Non si lasci influenzare da quei poveretti del governo che La contrastano e con i quali Ella è costretta a confrontarsi ogni giorno. Glielo ripeto, sono in pericolo i nostri figli.

ulio1974

Lun, 26/11/2018 - 09:58

quindi, se tra i miei "codici culturali" c'è l'omicidio d'onore...tutto bene? non corro rischi di andare in galera??

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 26/11/2018 - 10:04

ciàà raggione il giudice (frequenta le toghe rosse italiche?) non si può condannare chi non conosce usi e costumi del posto..per le feste natalizie tutti in franza,anche Noi non conoscere loro tradizioni!!!

ulio1974

Lun, 26/11/2018 - 10:04

una cosa del genere potrei capirla se fosse un indigeno vero - tipo quelli che hanno ammazzato quel missionario in un'isole delle Andamane la settimana scorsa. Ma volete dirmi che stupro di 15enni in Bangladesh non è reato??!, ancorchè non non c'erano elementi sufficienti per accertare la "costrizione, minaccia e sorpresa" ?!!?

Giorgio Colomba

Lun, 26/11/2018 - 10:04

Il morbo che infesta le toghe italiche ha metastatizzato anche Oltralpe.

ulio1974

Lun, 26/11/2018 - 10:06

sarà stato un indigeno con arco e freccia, arrivato direttamente dalle isole Antamane, o dal Borneo -dove i combattenti mangiano ancora parti dei nemici morti negli scontri tribali.....

dagoleo

Lun, 26/11/2018 - 10:09

I giudici, sicuramente, dopo aver emesso tale sentenza si saranno segnati con il rossetto la guancia?

dagoleo

Lun, 26/11/2018 - 10:11

Mi pare giusto. La Boldrini concorderà sicuramente. Non sono i costumi culturali che dovremo acquisire anche noi? E quindi acceleriamo stò processo culturale.

pierk

Lun, 26/11/2018 - 10:22

altro errore MACRONscopico... mal comune NON mezzo gaudio... anche in francia nella magistratura ci sono figuri etimologicamente deficienti...NON MOLLIAMO!!!

AlJohnson

Lun, 26/11/2018 - 10:29

This is totally unacceptable!! The rules have to be the same for everyone. The judges that rule against their own rules have to be removed. There are no other options. The people that commit this kind of abuses need to be locked for a long time in a place where they would do the same with them!!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 26/11/2018 - 10:43

Allora aveva ragione quella gran donna della ex presidenta: "La loro cultura sarà presto la nostra cultura......." Prepariamoci ad integrarci!

Giorgio5819

Lun, 26/11/2018 - 10:46

Un'altro giudice palesemente sporco di ideologie fallite.

maria angela gobbi

Lun, 26/11/2018 - 10:52

il mio codice culturale,vecchio di secoli recita:"chi la fa ,l'aspetti"

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 26/11/2018 - 11:20

Ma in quale paese viviamo e che tipo di giustizia abbiamo!!!!!!!!!!!

Mobius

Lun, 26/11/2018 - 11:28

Sono indeciso se essere preoccupato o sollevato nel constatare che i giudici francesi sono più scemi dei nostri.

emigrante

Lun, 26/11/2018 - 11:48

Tutte prese per i fondelli ad opera di buonisti, giudici e compagnia bella, che mirano soltanto a distruggere la nostra civiltà e le nostre tradizioni. Chi va all'estero, ovunque vada, deve sottostare alle leggi vigenti nel Paese che lo ospita, e l'ignoranza non è ammessa. Vorrei vedere qualcuno di questi divulgatori di sentenze ispirate provare ad andare alla Mecca, inginocchiarsi, farsi il Segno della Croce... e vedere se trova il Mullah ispirato che lo giustifica! Si, a randellate e accuse di blasfemia, con quel che segue!

ulio1974

Lun, 26/11/2018 - 12:04

@AlJohnson Lun, 26/11/2018 - 10:29: guarda che stai postando su Il Giornale, non sul WallStreet Journal....scrivi in tricolore, altrimenti non ti capisce nessuno!

dank

Lun, 26/11/2018 - 12:09

"la legge non ammette ignoranza" dunque vale solo per gli autoctoni. Razzisti

gneo58

Lun, 26/11/2018 - 12:28

pacchetto unico - giudice-imputato - destinazione giungla amazzonica - paracadutati "nudi e crudi".

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 26/11/2018 - 12:36

---articolo completamente travisato e non corrispondende al vero --ma è facile farlo con gli italioti --che a stento leggono qualche giornale nostrano ultraschierato -ma non si azzardano mai e poi mai a leggere la stampa straniera---leggetevi il fatto su le monde o le figarò ed il contenuto assumerà connotati diversi---il tipo straniero è stato assolto perchè non si è riusciti a stabilire oltre ogni ragionevole dubbio che lo stupro ci sia stato--la ragazza quindicenne--oltre a rispondere con un blando "no" alle avances del bengalese --altro non ha fatto--lo ha lasciato fare--la legge francese è chiara su sto punto--perchè si possa parlare di stupro occorre l'esistenza di violenza, coercizione, minaccia--tutte cose che in questo caso non possono dimostrarsi oltre ogni ragionevole dubbio--swag beoti

leopino

Lun, 26/11/2018 - 12:41

Vedo che anche in Francia allignano, di sicuro numerosi come da noi, i giudici cattobuonisti. Bello schifo e li pagano pure!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 26/11/2018 - 12:42

@renzoditolve. Ti sei accorto che si parla di un fatto accaduto in Franzia? Cosa cavolo c'entra Mattarella?

angelo_15

Lun, 26/11/2018 - 12:46

@mailaico...che dice" l'islam prevede forse lo stupro ? no"....lei è fuori di testa l'islam non prevede lo stupro....perfettamente un ignorante...leggi leggi che è meglio

angelo_15

Lun, 26/11/2018 - 12:52

Elkid......un blando no...per lei è un si??? complimenti!!!....e con l' altra violenza?? sfuggita?? italiota!!!

ciccio_ne

Lun, 26/11/2018 - 12:59

I danni dei komunisti all'estero! Ma noi li conosciamo bene. e le femministe zitte, ma non una di meno!

Mobius

Lun, 26/11/2018 - 13:06

@elkid (12:36), parlando di "beoti" ti sei tirato un bel boomerang sul muso...

cesare caini

Lun, 26/11/2018 - 13:23

Sentenza criminale...

bistecca

Lun, 26/11/2018 - 13:30

@elkid: sarà stato anche blando (ma chi lo ha etichettato come tale?) ma era comunque un no. E lei era una ragazzina di 15 anni, poco più di una bambina. Una domanda: tu faresti del sesso con una ragazzina di 15 anni, se lei ti opponesse un "blando" no o, addirittura, se lei fosse anche consenziente? Pensaci un attimo e non mettere l'accento su Le Figaro.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 26/11/2018 - 13:35

---angelo_15--è la legge sullo stupro che in francia--nella francia di egalitè libertè-è uno scandalo ---è fatta male e consente scappatoie legali---ma se una legge è fatta male e l'avvocato difensore è in gamba con chi te la vuoi prendere?---caro minus --per me un blando no è un no---ma non sono io qui l'oggetto del contendere--ma la legge francese---della presunta altra violenza del bengalese non me ne può fregar di meno --non era quella ad essere stata processata ed il processo interessava altro---alcuni mesi fa c'è stato in francia un caso similare--ma poichè il presunto imputato era un ragazzo francese più francese di altri--tutto è passato sotto silenzio perchè mediaticamente non sfruttabile come clava contro gli stranieri--

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 26/11/2018 - 13:51

---bistecca--e daie----un blando no per me è un no--ma qua non è la mia idea quella che fa testo--è la legge francese che fissa dei paletti troppo rigidi con delle prerogative e peculiarità tali in assenza delle quali non si può parlare di stupro-se poi mi chiedi se una ragazza di 15 anni fosse consenziente e mi si proponesse cosa farei?--bene --se fosse bona non direi di no---sapendo benissimo qual'è l'età del consenso in italy---

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 26/11/2018 - 14:39

angelo_15 Lun, 26/11/2018 - 12:52,guarda che il mugic itterico è un russiota..

Willer09

Lun, 26/11/2018 - 15:02

hai capito la "grandeur"?

Pinozzo

Lun, 26/11/2018 - 16:08

Quello che voi ignoranti non sapete (perche' non sapete leggere l'italiano, figurarsi il francese) e' che il bengalese in questione e' stato giudicato da una Corte d'Assise, che in Francia e' formata da GIURATI POPOLARI. Quindi nessun giudice comunista/buonista/filoislamista/whatever, ma semplicemente dei giurati popolari che hanno giudicato in base alle esposizioni degli avvocati. Grazie a dio in italia abbiamo dei magistrati che giudicano secondo la legge, che conoscono, e non sono dei buzzurri che giudicano in base a quel che gli fa provare l'avvocato di turno.

Mobius

Lun, 26/11/2018 - 17:20

Sapientone Pinozzo (16:08), in sostanza dici che le leggi francesi e la loro interpretazione, quando si tratta di certi immigrati, fanno schifo quanto le nostre. Bene, sono d'accordo. P.S. I buzzurri cercali in casa tua, farai meno fatica.